ULTIME NEWS

Tutto si potrebbe pensare, sostando dinanzi alla targa di marmo che dal 1741 segnala ai passanti l’hotel Alli due buoi rossi e il ristorante Ai Due Buoi che vi è annesso, salvo che ritrovare alla guida della rinomata cucina del locale uno chef dai marcati lineamenti asiatici. Jumpei Kuroda infatti è di origini giapponesi, ma dai favolosi agnolotti del plin che ha servito a noi e agli Amici Gourmet come golosissima merenda dopo la nostra degustazione non si direbbe proprio. Eseguiti a regola d’arte, appena spadellati, avvolti nel tovagliolo di stoffa bianca, questi perfetti involucri di pasta fresca sono l’esempio lampante di come non sia necessario nascere in un posto per riuscire a tradurne con fedeltà e precisione la sua “anima” gastronomica.

Clicca QUI per proseguire nella lettura dell’articolo ->>

Se la guida Michelin dovesse mai decidere di aggiungere una stella alle tre ad oggi assegnate ai non plus ultra della ristorazione, Da Vittorio sarebbe tra i primi a ottenerla. Il ristorante aperto nel 1966 da mamma Bruna e papà Vittorio a Bergamo, che dal 2000 si è trasferito a Brusaporto, a pochi chilometri dalle Prealpi bergamasche, è una delle grandi tavole italiane, un’intramontabile certezza. Anche in occasione della nostra (ennesima!) visita, insieme agli Amici Gourmet, ogni cosa è stata semplicemente perfetta: dall’accoglienza di Francesco e Rossella alla cucina di Chicco e Bobo, alla gestione della sala, dove spicca la presenza del sommelier Fabrizio Sartorato, senza scordare l’immancabile, affettuoso saluto di mamma Bruna. Un grande grazie alla famiglia Cerea e alla meravigliosa brigata impegnata al ristorante!

Clicca QUI per proseguire nella lettura dell’articolo ->>

Origini venete e un passato alla guida del Ristorante Il Marchesino. Da quando ha deciso di “mettersi in proprio”, 5 anni fa, Daniel Canzian si è imposto un’unica, infrangibile regola: quella di non porsi mai limiti. Così ecco che al “suo” Daniel d’estate si fa l’Aperitivo scalzo, mentre, se si prenota al ristorante, si può scegliere di rinunciare al tavolo e di accomodarsi direttamente al bancone affacciato sulla cucina. Lo abbiamo fatto anche noi, insieme agli Amici Gourmet, per “toccare con mano”, o meglio, con occhi, naso e palato, l’intero affascinante lavorio che comincia da un fornello acceso e un ripiano infarinato e si conclude nella portata che ci viene servita, così bella e ben impiattata che davvero non ci si crede, all’operoso tramestio di tecnica e ingegno che l’ha generata.

Clicca QUI per proseguire nella lettura dell’articolo ->>

Visualizza tutti gli articoli

Copyright ® 2018 Altissimoceto.it è una produzione Luxury Bureau Italy dpt. - P.I. 01863450035 | Cookie Policy | site by STUDIO BYEZ