Viaggiatore Gourmet alias Altissimo Ceto! ;-)
Viaggiatore Gourmet alias Altissimo Ceto! ;-)
Viaggiatore Gourmet alias Altissimo Ceto! ;-)
Diario di esperienze e momenti enogastronomici
per appassionati viaggiatori esigenti e golosi
Viaggiatore Gourmet alias Altissimo Ceto! ;-)

  • Twitter Ufficiale!



  • Diventa anche tu un Viaggiatore Gourmet! ; Accoglienza speciale, coccole, privilegi, inviti ad eventi esclusivi…

    VG Card - Tipologie e Quote Annuali / Rinnovi
  • Eventi Media Partner

    Evento: World Pastry Stars

    img1

    Location: Four Seasons Hotel Milano

    Date: 18 e 19 Maggio 2014

    Per info: Clicca qui

    Evento: Io Bevo Così

    img1

    Location: Monastero del Lavello (LC)

    Date: 25 e 26 Maggio 2014

    Per info: Clicca qui

  • Premium Partner










  • I RISULTATI degli Altissimo Ceto Awards 2011 ! Clicca Sotto


  • Calendario

    gennaio: 2009
    L M M G V S D
    « dic   feb »
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    262728293031  
  • Partner Editore

  • Partner Education


  • VG Sponsored By








  • Sottottoscrivi il FEED per essere aggiornato ad ogni modifica.


  • Selected Web Link:


  • LETTURE CONSIGLIATE


    Book

    Ordina da IBS Italia

    ISBN: 8879288598
    Titolo: Il perfezionista. Vita e morte di un grande chef
    Autore: Chelminski Rudolph


    Book

    Ordina da IBS Italia

    ISBN: 9788836543274
    Titolo: La mia cucina pop. L'arte di caramellare i sogni.
    Autore: Oldani Davide


    Book

    Ordina da IBS Italia

    ISBN: 9788836543274
    Titolo: Cuoco andata e ritorno. Viaggi , sogni , ricette di un uomo che voleva cucinare
    Autore: Oldani Davide


  • La Guida dei Vini on-line di Altissimo Ceto:

  • Indice Geografico delle Cantine aderenti:

    PIEMONTE

    Albino Rocca

    Antica Casa Vinicola Scarpa

    Azelia

    Borgogno

    Braida

    Bricco Giubellini

    Bruna Grimaldi

    Cà di Cairè-Emanuele Rolfo

    Casa Vinicola Bruno Giacosa ed Az. Agr. Falletto

    Cascina Bruciata

    Cascina Ca' Rossa

    Cascina Garitina

    Cascina I Carpini

    Cascina La Ghersa

    Cascina Nuova-Elio Altare

    Cascina Val del Prete

    Castello di Neive

    Cogno

    Comm. G.B. Burlotto

    Conterno-Fantino

    Conterno Giacomo

    Coppo

    Corino

    Damilano

    Deltetto

    Domenico Clerico

    Deltetto

    Edoardo Sobrino

    Elio Perrone

    Enzo Boglietti

    E. Pira & Figli - Chiara Boschis

    Eraldo Viberti

    Ettore Germano

    Flavio Roddolo

    F.lli Cigliuti

    Fontanafredda

    Forti del Vento

    Gagliasso

    Gaja

    G.D. Vajra

    Giacomo Grimaldi

    Giacomo Vico

    Gianni Gagliardo

    Icardi

    Iuli

    Josetta Saffirio

    La Spinetta

    Luciano Sandrone

    Luigi Baudana

    Malabaila

    Malvirà

    Manzone

    Marchesi Alfieri

    Mascarello Giuseppe e figlio

    Massolino

    Matteo Correggia

    Mauro Molino

    Mauro Veglio

    Merenda con corvi

    Michele Taliano

    Moccagatta

    Montaribaldi

    Monti

    Nada Fiorenzo

    Negro Angelo

    Oddero

    Parusso

    Pelissero

    Pescaja

    Piero Busso

    Pio Cesare

    Podere Rocche dei Manzoni

    Poderi A. Bertelli

    Poderi Aldo Conterno

    Poderi Luigi Einaudi

    Principiano Ferdinando

    Produttori del Barbaresco

    Prunotto

    Raineri Gianmatteo

    Roberto Voerzio

    Rinaldi

    Rivetto

    Rizzi

    Schiavenza

    Sottimano

    Tenuta Rocca

    Tenute Cisa Asinari dei Marchesi di Grésy

    Ugo Lequio

    Vietti

    Villa Giada

    LOMBARDIA

    Barone Pizzini

    Bellavista

    Berlucchi

    Ca' del Bosco

    Camossi

    Cascina San Pietro

    Cavalleri

    Colline della Stella

    Contadi Castaldi

    Ferghettina

    Gatti Enrico

    La Montina

    Le Marchesine

    Majolini

    Mirabella

    Il Mosnel

    Montedelma

    Montenisa

    Monte Rossa

    Quadra

    Ricci Curbastro

    Ronco Calino

    Togni-Rebaioli (Enrico Togni)

    Uberti

    Villa

    VENETO

    Accordini Stefano

    Aldegheri

    Allegrini

    Anselmi

    Bertani

    Brigaldara

    Ca' Rugate

    Castellani Michele & Figli

    Coffele

    Dal Forno Romano

    David Sterza

    Fabiano

    Fasoli Gino

    Filippi

    F.lli Tedeschi

    Gini

    Inama

    I Stefanini

    Le Battistelle

    Le Ragose

    Maculan

    Masari

    Montecariano

    Monte dall'Ora

    Nardello

    Novaia

    Pieropan

    Portinari

    Prà

    Roccolo Grassi

    Sandro de Bruno

    Serafini & Vidotto

    Speri Viticoltori

    Tamellini

    Tenuta Bastia

    Tenuta L'Armonia

    Tenuta Sant'Antonio

    T.E.S.S.A.R.I.

    Tommaso Bussola

    Trabucchi d'Illasi

    Vigneto Due Santi

    Zenato

    Zymé

    TRENTINO-ALTO ADIGE

    Abbazia di Novacella

    Alois Lageder

    Arunda

    Balter

    Baron di Pauli

    Cantina di San Michele Appiano

    Cantina di Terlano

    Cantina Produttori di Bolzano

    Castelfeder

    Cesconi

    Dorigati

    Elena Walch

    Endrizzi

    Ferrari

    Foradori

    Franz Haas

    Hofstatter

    Letrari

    Lunelli

    Kurtatsch - Cortaccia

    Manincor

    Nals-Margreid

    Peter Dipoli

    Peter Sölva & Söhne

    Pojer & Sandri

    Strasserhof

    Tenuta San Leonardo

    Tiefenbrunner

    Tramin

    Weingut Niklas

    FRIULI VENEZIA-GIULIA

    Borgo del Tiglio

    Borgo San Daniele

    Castello di Spessa

    Colle Duga

    Colmello di Grotta

    Drius

    Ermacora

    Giovanni Dri

    Grillo

    Jermann

    La Viarte

    Le Due Terre

    Le Vigne di Zamo'

    Lis Neris

    Livio Felluga

    Livon

    Marco Felluga

    Picech

    Renato Keber

    Roberto Scubla

    Rocca Bernarda

    Ronchi di Manzano

    Ronco dei Tassi

    Ronco del Gelso

    Russiz Superiore

    Schiopetto

    Toros

    Tenuta di Blasig

    Venica & Venica

    Vie di Romans

    Vigna del Lauro

    Villa Russiz

    Volpe Pasini

    Zuani

    EMILIA-ROMAGNA

    Albinea Canali

    Bartolini

    Ca' di Sopra

    Calonga

    Cà Lunga

    Cantina della Volta

    Casetto dei Mandorli

    Castelluccio

    Cavicchioli

    Ceci

    Cleto Chiarli

    Drei Donà-Tenuta La Palazza

    Fattoria Monticino Rosso

    Fattoria Moretto

    Fattoria Paradiso

    Fattoria Zerbina

    Ferrucci

    Fiorentini

    Fondo San Giuseppe

    Gallegati

    Giovanna Madonia

    La Pandolfa

    La Stoppa

    La Tosa

    Le Barbaterre

    Lini 910

    Lusenti

    Medici Ermete

    Monte delle Vigne

    Paltrinieri

    Poderi Morini

    Rinaldini-Moro

    Rontana

    San Patrignano

    San Valentino

    Stefano Berti

    Tenuta La Viola

    Tenuta Pederzana

    Terre della Pieve

    Torre Fornello

    Tre Monti

    Tre Re'

    Villa Bagnolo

    Villa Papiano

    Villa di Corlo

    TOSCANA

    Agostina Pieri

    Amantis

    Antinori

    Avignonesi

    Baracchi

    Barone Ricasoli

    Bindella

    Biondi-Santi

    Boscarelli

    Brancaia

    Bulichella

    Caiarossa

    Ca' Marcanda

    Canalicchio di Sopra

    Canneto

    Capanna

    Capannelle

    Caparzo

    Capua

    Carlo Gentili

    Casanova di Neri

    Case Basse-Gianfranco Soldera

    Castell'in Villa

    Castello dei Rampolla

    Castello del Terriccio

    Castello di Ama

    Castello di Cacchiano

    Castello di Fonterutoli

    Castello di Gabbiano

    Castello di Querceto

    Castello di Volpaia

    Castello Monsanto

    Castel Pietraio

    Castelvecchio

    Castiglion del Bosco

    Cecchi

    Cinelli Colombini

    Col d'Orcia

    Colle Massari-Grattamacco

    Cupano

    Dei

    Donna Olga

    Duemani

    Enrico Fossi

    Fanti-San Filippo

    Fattoria Ambra

    Fattoria Casa Sola

    Fattoria La Torre

    Fattoria Le Pupille

    Fattoria Lornano

    Fattoria Poggio di Sotto

    Fattoria San Giusto a Rentennano

    Felsina

    Fontodi

    Fuligni

    Giuliano Tiberi

    Godiolo

    Gualdo del Re

    I Balzini

    Icario

    Il Borro

    Il Marroneto

    Il Paradiso di Manfredi

    Isole e Olena

    La Cerbaiola-Giulio Salvioni

    La Gerla

    Lanciola

    La Porta di Vertine

    La Rasina

    Le Macioche

    Le Potazzine-Gorelli

    Le Ragnaie

    Lisini

    Lornano

    Mastrojanni

    Michele Satta

    Monteraponi

    Montevertine

    Moris

    Nittardi

    Ormanni

    Petra

    Petrolo

    Pieve di Santa Restituta

    Podere Brizio-Roberto Bellini

    Podere Casanova

    Podere Il Palazzino

    Podere Sapaio

    Poggio Antico

    Poggio Argentiera

    Poggio Mandorlo

    Poggio Salvi

    Poggio Scalette

    Poliziano

    Prelius-Castelprile

    Querciabella

    Rignana

    Rocca di Montegrossi

    Ruffino

    San Fabiano Calcinaia

    Salustri

    Sanguineto

    Serpaia

    Scopone

    Stella di Campalto

    Tenimenti Angelini

    Tenuta Argentiera

    Tenuta Belguardo

    Tenuta degli Dei

    Tenuta dell'Ornellaia

    Tenuta di Ghizzano

    Tenuta di Trinoro

    Tenuta di Sesta

    Tenuta La Badiola

    Tenuta PoggioVerrano

    Tenuta San Guido

    Tenuta Sette Ponti

    Tenuta Vecchie Terre di Montefili

    Tenuta Villa Rosa

    Tenute Folonari

    Tenute Silvio Nardi

    Tolaini

    Varramista

    Villa I Cipressi

    Villa S. Anna

    UMBRIA

    Adanti

    Antonelli San Marco

    Arnaldo Caprai

    Bocale di Valentini

    Cantina Novelli

    Casale Triocco

    Castello della Sala

    Castello delle Regine

    Castello di Corbara

    Cesarini Sartori

    Colpetrone

    Fattoria Colleallodole

    Goretti

    Lamborghini

    Lungarotti

    Perticaia

    Scacciadiavoli

    Tabarrini

    Terre de la Custodia

    MARCHE

    Allevi Maria Letizia

    Belisario

    Bisci

    Boccadigabbia

    Brunori

    Bucci

    Clara Marcelli

    Colonnara

    Conti di Buscareto

    Fattoria Coroncino

    Fattoria Coroncino

    Fattoria Dezi

    Fattoria Laila

    Fattoria La Monacesca

    Fattoria Le Terrazze

    Fattoria San Lorenzo

    Fattoria Serra San Martino

    Fazi Battaglia

    Garofoli

    Lanari

    Moncaro

    Monteschiavo

    Moroder

    Oasi degli Angeli

    Santa Barbara

    Sartarelli

    Silvano Strologo

    Tenuta di Tavignano

    Umani Ronchi

    Vallerosa-Bonci

    Valter Mattoni

    Valturio

    Velenosi

    Veneranda Vite

    Vignamato

    ABRUZZO

    Anfra

    Barba

    Buccicatino

    Cataldi Madonna

    Col del Mondo

    Collefrisio

    Fattoria La Valentina

    Emidio Pepe

    Illuminati

    Lepore

    Masciarelli

    Montori

    Nestore Bosco

    Orlandi Contucci Ponno

    Pasetti

    Strappelli

    Torre dei Beati

    Valentini

    Zaccagnini

    BASILICATA

    Eleano

    Terra dei Re

    CAMPANIA

    Benito Ferrara

    Caggiano

    Colle di San Domenico

    Colli di Lapio

    Contrade di Taurasi

    De Conciliis

    Di Meo

    Donna Chiara

    Feudi di San Gregorio

    Fratelli Urciuolo

    Guastaferro

    Marisa Cuomo

    Mastroberardino

    Montevetrano

    Qintodecimo

    Torricino

    Terredora

    Villa Diamante

    Villa Matilde

    Villa Raiano

    Viticoltori del Casavecchia

    CALABRIA

    Cantine Viola

    SICILIA

    Baglio del Cristo di Campobello

    Baglio di Pianetto

    Benanti

    Cottanera

    Donnafugata

    Duca di Salaparuta

    Feudo Maccari

    Feudo Principi di Butera

    Graci

    Gulfi

    Masseria del Feudo

    Miceli

    Morgante

    Occhipinti

    Palari

    Passopisciaro

    Planeta

    Sallier de La Tour

    Tasca d'Almerita

    Tenuta delle Terre Nere

    Vini Biondi

  • « Casetto dei Mandorli | Home | Majolini »

    Maculan

    By EnoCentrico | gennaio 1, 2009

    (SPAZIO PER VALUTAZIONE AZIENDALE)

    Anno di Fondazione: 1947
    Proprietà: Fausto, Angela e Maria Vittoria Maculan
    Enologo: Fausto e Maria Vittoria Maculan
    Agronomo: -
    Addetto al ricevimento: Angela Maculan
    Ettari di proprietà e/o affitto: 50 ha
    Produzione annuale in bottiglie: 850.000
    Vendita diretta in Cantina: SI
    Vendita dei vini On-line: NO
    Visite in cantina: visite gradite previa prenotazione dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 12.00 e dalle 13.30 alle 17.30. Sabato aperti solo per vendita diretta.

    Caratteristiche principali di gestione nel vigneto:
    viticoltura di tipo tradizionale

    Utilizzo di lieviti selezionati: SI

    GUIDA DELLE ECCELLENZE ENOLOGICHE

    EDIZIONE 2011/2012:

    Vini Bianchi

    85/100 – Breganze Chardonnay Ferrata 2008 (Cat. C)

    Come sempre è un vino che si propone in maniera equilibrata e piacevole, lo Chardonnay Ferrata della famiglia Maculan. Intenso e diretto, arriva dritto al punto. Magari non si distingue per complessità e ricchezza, ma il vino è gradevole e tecnicamente ben fatto. Il calice si veste di un bel giallo paglierino carico, segue uno scenario olfattivo con sentori di pesca, zafferano e miele d’acacia. L’ingresso in bocca è un po’ meno convincente, per via di una sua non lunga persistenza, mentre buona è la coerenza sensoriale e l’equilibrio gusto-olfattivo.

    Vini Rossi

    85/100 – Breganze Cabernet Sauvignon Palazzotto 2008 (Cat. C)

    Un Cabernet Sauvignon che non lascia spazio a false interpretazioni. Integro e varietale, gioca un ruolo di attacco olfattivo molto incisivo, soprattutto per quanto riguarda il frutto carnoso e maturo, in cui il legno è presente ma non invadente. Dategli qualche minuto di ossigenazione, per avere una complessità più espressiva e per dare a fondo anche alle sfumature di spezie piccanti. Al palato è profondo, ampio, avvolgente ma al contempo nervoso e vitale, risulta un tannino un po’ grossolano nella forma. Di rilievo la freschezza e la sapidità, di media persistenza il finale.

    91/100 – Breganze Merlot Crosara 2008 (Cat. H)

    Altissimo Ceto

    Stappare una bottiglia di Crosara, porta sempre ad un vortice di forti emozioni. L’eleganza e il vigore, sembrano continuamente rubarsi la scena, lasciando senza fiato e donando suggestive sensazioni. “Crosare” in dialetto veneto significa incrocio. E’ stato scelto questo nome, perché rappresenta un incrocio di strade, nonché il punto di congiunzione dei due vigneti da dove provengono le uve di Merlot. Mai nome fu più appropriato, infatti la congiunzione tra le due anime di questo vino, è evidente e ben riuscita. Sfarzosa la veste rubino e di grande effetto. La raffinatezza del corredo aromatico è struggente, con ricche note di piccoli frutti rossi e sinuose essenze speziate, che ricordano lontane terre orientali, prima di scorrere ancora su note di caffè e cioccolato. Il debutto al palato è sontuoso e vitale, la bocca viene magicamente avvolta da una bella sensazione pseudocalorica, prima di proseguire con una struttura tannica piacevole, equilibrata e ben integrata. Ricco, profondo e generoso, questa 2008 è un vino indimenticabile che si congeda lentamente, lasciando il palato pienamente soddisfatto.

    80/100 – Breganze Pinot Nero 2009 (Cat. A)

    L’aspetto si rivela assolutamente in linea con il vitigno, rosso rubino scarico, di media trasparenza e consistenza. Il quadro olfattivo denota una leggera nota di riduzione, solo un po’ di ossigenazione tira fuori uno spiccato sentore di frutta cotta, che si alterna con leggeri effluvi speziati. L’ingresso al palato è lineare, esile nella sostanza, sottolineato da una caratteristica freschezza. Anche la persistenza si congeda un po’ troppo frettolosamente, lasciando la bocca non del tutto appagata.

    83/100 – Veneto Rosso IGT Brentino 2009 (Cat. A)

    Stilisticamente parlando, la scelta effettuata per Il Brentino, è quella di produrre un vino dal tipico taglio bordolese ben fatto, lineare e senza sbavature. Pensando anche all’ottica del rapporto con il prezzo di vendita. Essenziale nelle sue sfaccettature, quest’anno si riveste con una maggiore profondità al naso, anche se con qualche nota verde, salvo poi riprendersi con un finale speziato di tutto riguardo. Media avvolgenza in bocca, senza particolari sorprese, dove la compostezza che ci si aspetta è supportata dalla freschezza e dalla sapidità, alternandosi bene tanto da renderlo piacevole ed invogliando la beva.

    89/100 – Veneto Rosso IGT Fratta 2008 (Cat. G)

    La famiglia Maculan è garanzia di qualità da più di tre generazioni. E se solo qualche anno fa questo nome veniva associato perlopiù alla produzione dei vini dolci, oggi questa realtà è sinonimo anche di grandi vini rossi. La versione 2008 risulta meno versatile se paragonato ad altre annate, ma sfiora comunque di un soffio la soglia dei 90 punti per via del suo spessore e per la prestanza messa in campo. Il riscontro nel bicchiere è di un vino dal color rosso rubino con nuances violacee, il profilo olfattivo ruota intorno ad un frutto maturo e carnoso che precede un carattere speziato molto variegato e profondo, virando poi su sentori di cacao amaro in chiusura. Al palato, nota di assoluto pregio, è la grande corrispondenza con quanto già sentito all’olfatto. Polposo e rotondo in bocca, dove la sensazione pseudo-calorica si mostra importante, mostrandosi proprio come caratteristica principale che non gli permette di spuntare maggiore incisività, anche perché il tannino possiede un potenziale espresso solo in parte. Belle comunque le sensazioni sapide regalate insieme ad un finale lunghissimo.

    Vini Dolci

    89/100 – Breganze Torcolato 2008 (Cat. F)

    Il Torcolato di Maculan, ovvero una garanzia nel campo dei vini dolci. Vespaiola in purezza, l’annata 2008 dimostra una profondità maggiore, infatti tutto risulta perfettamente ben integrato, a partire da un colore aureo profondo, che ricorda l’oro antico con quelle sfumature più concentrate ed intense. Apre il suo spettro olfattivo con note di frutta matura meno esotica rispetto alle annate precedenti, ma molto concentrata e consistente, la vaniglia ed il miele non tardano ad arrivare portando con se tutta la piacevolezza di note dolci. Un vino che di scontato non ha niente, anzi riesce a conquistare senza artificio alcuno e che trova nella sua naturalezza la carta vincente. Il palato è di grande coerenza con l’olfatto, ripropone ad uno ad uno tutte le sensazioni precedentemente menzionate. Il rapporto degli zuccheri con l’acidità è magistralmente bilanciata trovando degna conclusione nell’allungo finale.

    84/100 – Veneto Rosso IGT Passito Madoro 2009 (Cat. B)

    Fa piacere assistere al continuo progresso e al perfezionamento di un vino. Infatti se paragonato alle annate precedenti, il Madoro, l’ultimo nato di casa Maculan, continua a crescere e raggiungere, “step by step” un livello superiore. Riveste il bicchiere di un profondo manto rubino, scivola nel bicchiere lentamente quasi flemmatico, risveglia l’olfatto con note di ciliegia marasca sotto spirito e accenni quasi green che denotano la presenza ben dosata del Cabernet Sauvignon. L’attacco in bocca è dolce ma non troppo, si fa strada al palato la sensazione pseudo-calorica e ripropone bene sentori di frutta rossa sotto spirito, il tannino resta sempre il punto debole di questo prodotto essendo sempre un po’ grossolano nella forma, buona la freschezza e la leggera nota sapida nel finale di bocca.

    GUIDA DELLE ECCELLENZE ENOLOGICHE

    EDIZIONE 2009/2010:

    Vini Bianchi

    84/100 – Breganze bianco ferrata (Cat. C)

    Un Sauvignon atipico questo Ferrata, con dei richiami più “bordoleggianti”, dove si riscontra un taglio meno verde e meno grintoso, a favore di sfumature più esotiche, con un palato che si poggia su una discreta morbidezza. Finale di buona uscita, anche se non di lunga gittata.

    86/100 – Breganze Chardonnay Ferrata 2007 (Cat. C)

    Era già da qualche anno che non lo si vedeva più sulla scena. Dobbiamo dire che la prima impressione è di una crescita sostanziale rispetto alle ultime uscite. Un vino con maggiore spessore e con un legno meno in evidenza. La bocca appare lineare fino in chiusura, senza grandi ostacoli, aiutato anche da una buona freschezza. L’unico neo viene evidenziato da una sensazione “calorica” che viene riscontrata lungo tutto il corso della degustazione, ma crediamo che questo sia più da imputare ad un “limite” dell’annata.

    Vini Rossi

    80/100 – Breganze Cabernet 2007 (Cat. A)

    Vino apprezzabile se tenuto conto della sua aspirazione, che vuole essere piacevole, diretta e soprattutto “popolare”. Niente da criticare sotto questo aspetto, poiché il prodotto è ben fatto, equilibrato e caratterizzato da una facilità di beva considerevole.

    91/100 – Breganze Cabernet Fratta 2006 (Cat. G)

    Puntuale come un treno svizzero ad ogni sua uscita, il Fratta si colloca tra i migliori Cabernet italiani, considerando che non stiamo parlando di Bolgheri, ma di Breganze. Nelle grandi annate, diventa un punto di riferimento della denominazione, dato ovviamente dalle uve di partenza che hanno raggiunto la maturazione fenolica per riuscire a dare il massimo dell’espressione aromatica, dove il taglio “vegetale” è quasi inesistente. Il palato è saldo è vigoroso, con una massa compatta, tenuta insieme da una trama tannica fitta e minuta. In fase di crescita alla ricerca dell’equilibrio. Molto buona l’articolazione finale.

    86/100 – Breganze Cabernet Sauvignon Palazzotto 2007 (Cat. C)

    Il Palazzotto si differenzia dagli altri Cabernet della casa, per un carattere più profondo e più sullo speziato, pur tenendo conto comunque delle differenze d’ambizione. Le tonalità fruttate sono meno intensive e più uniformi. La parte gustativa viene cadenzata da una trama tannica più incisiva, in un quadro poliedrico nelle sue sfaccettature. Anche il retro-gusto si distingue per coesione ed eleganza.

    90/100 – Breganze Merlot Crosara 2005 (Cat. H)

    Polposo e sanguigno, sono due termini che rendono molto bene l’idea di quando andremo a degustare. Una trama colorante purpurea, fitta ed impenetrabile. Il naso è da grande Merlot, dove agli elementi menzionati in precedenza, si vanno ad intrecciare una serie di sfumature che vanno dal cassis, al cioccolato, all’humus ed ai funghi porcini. Ricco ed intenso, trova la medesima coesione al palato, fino a quando entrano in scena i tannini, che tendono a dominare con un grado di asciugatura più decisa di altre versioni. Anche l’allungo è di quelli buoni, ma non così interminabile. E che gli impedisce di andare molto più su.

    81/100 – Breganze Pinot Nero 2007 (Cat. A)

    Pur tenendo conto delle dovute differenze di ambizioni, il cambio di passo con l’Altura, descritto qualche riga più sopra, è notevole. Lo si percepisce per un quadro aromatico che esprime buona intensità, ma abbastanza monocorde nell’espressione. Palato snello e lineare, chiude su un’amarognolo piuttosto accentuato.

    89/100 – Breganze Pinot Nero Altura 2007 (Cat. F)

    Altissimo Ceto

    Gran bel risultato, questo 2007 dell’Altura di Maculan. Ha stupito in maniera positiva tutto il panel, in quanto non ci sembra di averlo mai testato in così splendida forma. Naso variegato e non scontato, un frutto fragrante ed incisivo. Stuzzica la memoria con un savoir-faire di grande finezza. Palato coerente e sempre in linea con l’espressività che mettono in evidenza una freschezza acido-sapida di grande rilievo ed una mineralità degna di menzione.

    82/100 – Veneto Rosso IGT Brentino  2007 (Cat. B)

    Il Brentino, da sempre, è una delle maggiori espressioni del taglio bordolese prodotto in quel di Breganze, proposto ad un prezzo da super competitor. Tecnicamente ben fatto e propenso a reggere per più anni in bottiglia, senza cedimenti. Taglio stilistico come 2007 docet, ovvero con quelle note un po’ surmature, che hanno un loro perché in questo tipo di vini..

    I Vini Dolci:

    87/100 – Breganze Torcolato 2006 (Cat. F)

    Se esiste un vino dolce italiano, capace di mettere d’accordo un pubblico molto ampio, dal consumatore più comune fino all’eno-vip, quello è proprio il Torcolato di Maculan. Capace di proporre un quadro aromatico che si mostra al tempo stesso: ricco, elegante, persuasivo e con quell’aria un po’ snob e ruffiana, ma senza essere mai troppo banale. O troppo scontato. E capace di camaleontizzarsi a seconda dell’annata di origine. Questa 2006 propone grinta e finezza ed una gustativa, meno densa di altre annate, ma terribilmente efficace. Senza cedimenti.

    92/100 – Breganze Torcolato Acininobili 2004 (Cat. F la 0,375)

    Altissimo Ceto

    Difficile che Maculan possa sbagliare un passo quando decide di uscire con il suo Acininobili. Prova che si colloca sicuramente al vertice, almeno per quanto riguarda la produzione italica dei vini botritizzati. Luminoso, splendente e solare già alla vista. Il naso è un tripudio di sensazioni che partono dalle note mielose, per poi sfociare nella frutta esotica, l’ananas, la scorza di cedro carammellata e l’albicocca disidratata. Poi, largo a tutte le nuances floreal-speziate che impreziosiscono l’insieme. Vino di grande finezza ed eleganza questa 2004. Soprattutto al palato, dove viene rafforzato dal sottile, ma deciso, equilibrio tra gli zuccheri e l’acidità, che donano dinamismo ad una grassezza da veri campioni. Interminabile.

    83/100 – Veneto IGT Dindarello 2008 (Cat. B)

    Molto ruffiano (nel senso buono del termine) ma con una sostanza che si è fatta più ricca e decisa rispetto al passato, tale da portarlo in alto sul piano del punteggio e sulla fruizione piacevole dell’insieme. Tale “visione” dona anche vitalità gustativa, visto che il prodotto ha guadagnato anche nell’equilibrio acidi-zuccheri, che lo rendono meno stucchevole.

    82/100 – Veneto Rosso IGT Passito Madoro 2007 (Cat. B)

    Ottenuto da uve Marzemino e Cabernet Sauvignon, il Madoro, nel suo piccolo, ha avuto un suo percorso evolutivo. Abbiamo usato il termine “piccolo” in quanto, nell’universo dei vini dolci prodotti da Fausto Maculan, è l’ultimo nato e non gode proprio dei riflettori della ribalta, se paragonato ai suoi fratelli. Pur essendo un prodotto diverso, perché di colore rosso. Rosso violaceo per la precisione. Con quelle tonalità che sono più vicine ad un Sagrantino passito che non ad un Recioto della Valpolicella, tanto per menzionare il vino più famoso, prodotto non così lontano. Sfumature leggermente musqué, ciliegia marasca sotto spirito, un pizzico di vegetale e note tabacco-cioccolatose a chiudere. Bocca che viene scossa da una trama tannica esuberante e da un’acidità rilevante. Fluido e avvolgente fino alla fine.

    I prezzi sono indicati per categorie in funzione della variabilità che potete trovare da enoteca ad enoteca:

    Categoria A Fino a 14,00
    Categoria B Tra Euro 12,00 e 17,00
    Categoria C Tra Euro 15,00 e 20,00
    Categoria D Tra Euro 18,00 e 25,00
    Categoria E Tra Euro 23,00 e 30,00
    Categoria F Tra Euro 28,00 e 50,00
    Categoria G Tra Euro 45,00 e 70,00
    Categoria H Oltre i Euro 70,00 

    Recapiti:

    Az. Agr. Maculan
    Via Castelletto 3
    36042 Breganze (VI)

    Tel: +39 0445 873733
    Fax: +39 0445 300149
    Skype: -
    Sito Web: www.maculan.net
    Indirizzo posta elettronica: info@maculan.net

    Visualizzazione Google Map:
    Visualizzazione ingrandita della mappa

    Topics: Guida dei Vini, Veneto | No Comments »

    Comments

    You must be logged in to post a comment.