Viaggiatore Gourmet alias Altissimo Ceto! ;-)
Viaggiatore Gourmet alias Altissimo Ceto! ;-)
Viaggiatore Gourmet alias Altissimo Ceto! ;-)
Diario di esperienze e momenti enogastronomici
per appassionati viaggiatori esigenti e golosi
Viaggiatore Gourmet alias Altissimo Ceto! ;-)

  • Twitter Ufficiale!



  • Diventa anche tu un Viaggiatore Gourmet! ; Accoglienza speciale, coccole, privilegi, inviti ad eventi esclusivi…

    VG Card - Tipologie e Quote Annuali / Rinnovi
  • Premium Partner












  • I RISULTATI degli Altissimo Ceto Awards 2011 ! Clicca Sotto


  • Calendario

    novembre: 2011
    L M M G V S D
    « ott   dic »
     123456
    78910111213
    14151617181920
    21222324252627
    282930  
  • Partner Editore

  • Partner Education


  • VG Sponsored By








  • Sottottoscrivi il FEED per essere aggiornato ad ogni modifica.


  • Selected Web Link:


  • LETTURE CONSIGLIATE


    Book

    Ordina da IBS Italia

    ISBN: 8879288598
    Titolo: Il perfezionista. Vita e morte di un grande chef
    Autore: Chelminski Rudolph


    Book

    Ordina da IBS Italia

    ISBN: 9788836543274
    Titolo: La mia cucina pop. L'arte di caramellare i sogni.
    Autore: Oldani Davide


    Book

    Ordina da IBS Italia

    ISBN: 9788836543274
    Titolo: Cuoco andata e ritorno. Viaggi , sogni , ricette di un uomo che voleva cucinare
    Autore: Oldani Davide


  • La Guida dei Vini on-line di Altissimo Ceto:

  • Indice Geografico delle Cantine aderenti:

    PIEMONTE

    Albino Rocca

    Antica Casa Vinicola Scarpa

    Azelia

    Borgogno

    Braida

    Bricco Giubellini

    Bruna Grimaldi

    Cà di Cairè-Emanuele Rolfo

    Casa Vinicola Bruno Giacosa ed Az. Agr. Falletto

    Cascina Bruciata

    Cascina Ca' Rossa

    Cascina Garitina

    Cascina I Carpini

    Cascina La Ghersa

    Cascina Nuova-Elio Altare

    Cascina Val del Prete

    Castello di Neive

    Cogno

    Comm. G.B. Burlotto

    Conterno-Fantino

    Conterno Giacomo

    Coppo

    Corino

    Damilano

    Deltetto

    Domenico Clerico

    Deltetto

    Edoardo Sobrino

    Elio Perrone

    Enzo Boglietti

    E. Pira & Figli - Chiara Boschis

    Eraldo Viberti

    Ettore Germano

    Flavio Roddolo

    F.lli Cigliuti

    Fontanafredda

    Forti del Vento

    Gagliasso

    Gaja

    G.D. Vajra

    Giacomo Grimaldi

    Giacomo Vico

    Gianni Gagliardo

    Icardi

    Iuli

    Josetta Saffirio

    La Spinetta

    Luciano Sandrone

    Luigi Baudana

    Malabaila

    Malvirà

    Manzone

    Marchesi Alfieri

    Mascarello Giuseppe e figlio

    Massolino

    Matteo Correggia

    Mauro Molino

    Mauro Veglio

    Merenda con corvi

    Michele Taliano

    Moccagatta

    Montaribaldi

    Monti

    Nada Fiorenzo

    Negro Angelo

    Oddero

    Parusso

    Pelissero

    Pescaja

    Piero Busso

    Pio Cesare

    Podere Rocche dei Manzoni

    Poderi A. Bertelli

    Poderi Aldo Conterno

    Poderi Luigi Einaudi

    Principiano Ferdinando

    Produttori del Barbaresco

    Prunotto

    Raineri Gianmatteo

    Roberto Voerzio

    Rinaldi

    Rivetto

    Rizzi

    Schiavenza

    Sottimano

    Tenuta Rocca

    Tenute Cisa Asinari dei Marchesi di Grésy

    Ugo Lequio

    Vietti

    Villa Giada

    LOMBARDIA

    Barone Pizzini

    Bellavista

    Berlucchi

    Ca' del Bosco

    Camossi

    Cascina San Pietro

    Cavalleri

    Colline della Stella

    Contadi Castaldi

    Ferghettina

    Gatti Enrico

    La Montina

    Le Marchesine

    Majolini

    Mirabella

    Il Mosnel

    Montedelma

    Montenisa

    Monte Rossa

    Quadra

    Ricci Curbastro

    Ronco Calino

    Togni-Rebaioli (Enrico Togni)

    Uberti

    Villa

    VENETO

    Accordini Stefano

    Aldegheri

    Allegrini

    Anselmi

    Bertani

    Brigaldara

    Ca' Rugate

    Castellani Michele & Figli

    Coffele

    Dal Forno Romano

    David Sterza

    Fabiano

    Fasoli Gino

    Filippi

    F.lli Tedeschi

    Gini

    Inama

    I Stefanini

    Le Battistelle

    Le Ragose

    Maculan

    Masari

    Montecariano

    Monte dall'Ora

    Nardello

    Novaia

    Pieropan

    Portinari

    Prà

    Roccolo Grassi

    Sandro de Bruno

    Serafini & Vidotto

    Speri Viticoltori

    Tamellini

    Tenuta Bastia

    Tenuta L'Armonia

    Tenuta Sant'Antonio

    T.E.S.S.A.R.I.

    Tommaso Bussola

    Trabucchi d'Illasi

    Vigneto Due Santi

    Zenato

    Zymé

    TRENTINO-ALTO ADIGE

    Abbazia di Novacella

    Alois Lageder

    Arunda

    Balter

    Baron di Pauli

    Cantina di San Michele Appiano

    Cantina di Terlano

    Cantina Produttori di Bolzano

    Castelfeder

    Cesconi

    Dorigati

    Elena Walch

    Endrizzi

    Ferrari

    Foradori

    Franz Haas

    Hofstatter

    Letrari

    Lunelli

    Kurtatsch - Cortaccia

    Manincor

    Nals-Margreid

    Peter Dipoli

    Peter Sölva & Söhne

    Pojer & Sandri

    Strasserhof

    Tenuta San Leonardo

    Tiefenbrunner

    Tramin

    Weingut Niklas

    FRIULI VENEZIA-GIULIA

    Borgo del Tiglio

    Borgo San Daniele

    Castello di Spessa

    Colle Duga

    Colmello di Grotta

    Drius

    Ermacora

    Giovanni Dri

    Grillo

    Jermann

    La Viarte

    Le Due Terre

    Le Vigne di Zamo'

    Lis Neris

    Livio Felluga

    Livon

    Marco Felluga

    Picech

    Renato Keber

    Roberto Scubla

    Rocca Bernarda

    Ronchi di Manzano

    Ronco dei Tassi

    Ronco del Gelso

    Russiz Superiore

    Schiopetto

    Toros

    Tenuta di Blasig

    Venica & Venica

    Vie di Romans

    Vigna del Lauro

    Villa Russiz

    Volpe Pasini

    Zuani

    EMILIA-ROMAGNA

    Albinea Canali

    Bartolini

    Ca' di Sopra

    Calonga

    Cà Lunga

    Cantina della Volta

    Casetto dei Mandorli

    Castelluccio

    Cavicchioli

    Ceci

    Cleto Chiarli

    Drei Donà-Tenuta La Palazza

    Fattoria Monticino Rosso

    Fattoria Moretto

    Fattoria Paradiso

    Fattoria Zerbina

    Ferrucci

    Fiorentini

    Fondo San Giuseppe

    Gallegati

    Giovanna Madonia

    La Pandolfa

    La Stoppa

    La Tosa

    Le Barbaterre

    Lini 910

    Lusenti

    Medici Ermete

    Monte delle Vigne

    Paltrinieri

    Poderi Morini

    Rinaldini-Moro

    Rontana

    San Patrignano

    San Valentino

    Stefano Berti

    Tenuta La Viola

    Tenuta Pederzana

    Terre della Pieve

    Torre Fornello

    Tre Monti

    Tre Re'

    Villa Bagnolo

    Villa Papiano

    Villa di Corlo

    TOSCANA

    Agostina Pieri

    Amantis

    Antinori

    Avignonesi

    Baracchi

    Barone Ricasoli

    Bindella

    Biondi-Santi

    Boscarelli

    Brancaia

    Bulichella

    Caiarossa

    Ca' Marcanda

    Canalicchio di Sopra

    Canneto

    Capanna

    Capannelle

    Caparzo

    Capua

    Carlo Gentili

    Casanova di Neri

    Case Basse-Gianfranco Soldera

    Castell'in Villa

    Castello dei Rampolla

    Castello del Terriccio

    Castello di Ama

    Castello di Cacchiano

    Castello di Fonterutoli

    Castello di Gabbiano

    Castello di Querceto

    Castello di Volpaia

    Castello Monsanto

    Castel Pietraio

    Castelvecchio

    Castiglion del Bosco

    Cecchi

    Cinelli Colombini

    Col d'Orcia

    Colle Massari-Grattamacco

    Cupano

    Dei

    Donna Olga

    Duemani

    Enrico Fossi

    Fanti-San Filippo

    Fattoria Ambra

    Fattoria Casa Sola

    Fattoria La Torre

    Fattoria Le Pupille

    Fattoria Lornano

    Fattoria Poggio di Sotto

    Fattoria San Giusto a Rentennano

    Felsina

    Fontodi

    Fuligni

    Giuliano Tiberi

    Godiolo

    Gualdo del Re

    I Balzini

    Icario

    Il Borro

    Il Marroneto

    Il Paradiso di Manfredi

    Isole e Olena

    La Cerbaiola-Giulio Salvioni

    La Gerla

    Lanciola

    La Porta di Vertine

    La Rasina

    Le Macioche

    Le Potazzine-Gorelli

    Le Ragnaie

    Lisini

    Lornano

    Mastrojanni

    Michele Satta

    Monteraponi

    Montevertine

    Moris

    Nittardi

    Ormanni

    Petra

    Petrolo

    Pieve di Santa Restituta

    Podere Brizio-Roberto Bellini

    Podere Casanova

    Podere Il Palazzino

    Podere Sapaio

    Poggio Antico

    Poggio Argentiera

    Poggio Mandorlo

    Poggio Salvi

    Poggio Scalette

    Poliziano

    Prelius-Castelprile

    Querciabella

    Rignana

    Rocca di Montegrossi

    Ruffino

    San Fabiano Calcinaia

    Salustri

    Sanguineto

    Serpaia

    Scopone

    Stella di Campalto

    Tenimenti Angelini

    Tenuta Argentiera

    Tenuta Belguardo

    Tenuta degli Dei

    Tenuta dell'Ornellaia

    Tenuta di Ghizzano

    Tenuta di Trinoro

    Tenuta di Sesta

    Tenuta La Badiola

    Tenuta PoggioVerrano

    Tenuta San Guido

    Tenuta Sette Ponti

    Tenuta Vecchie Terre di Montefili

    Tenuta Villa Rosa

    Tenute Folonari

    Tenute Silvio Nardi

    Tolaini

    Varramista

    Villa I Cipressi

    Villa S. Anna

    UMBRIA

    Adanti

    Antonelli San Marco

    Arnaldo Caprai

    Bocale di Valentini

    Cantina Novelli

    Casale Triocco

    Castello della Sala

    Castello delle Regine

    Castello di Corbara

    Cesarini Sartori

    Colpetrone

    Fattoria Colleallodole

    Goretti

    Lamborghini

    Lungarotti

    Perticaia

    Scacciadiavoli

    Tabarrini

    Terre de la Custodia

    MARCHE

    Allevi Maria Letizia

    Belisario

    Bisci

    Boccadigabbia

    Brunori

    Bucci

    Clara Marcelli

    Colonnara

    Conti di Buscareto

    Fattoria Coroncino

    Fattoria Coroncino

    Fattoria Dezi

    Fattoria Laila

    Fattoria La Monacesca

    Fattoria Le Terrazze

    Fattoria San Lorenzo

    Fattoria Serra San Martino

    Fazi Battaglia

    Garofoli

    Lanari

    Moncaro

    Monteschiavo

    Moroder

    Oasi degli Angeli

    Santa Barbara

    Sartarelli

    Silvano Strologo

    Tenuta di Tavignano

    Umani Ronchi

    Vallerosa-Bonci

    Valter Mattoni

    Valturio

    Velenosi

    Veneranda Vite

    Vignamato

    ABRUZZO

    Anfra

    Barba

    Buccicatino

    Cataldi Madonna

    Col del Mondo

    Collefrisio

    Fattoria La Valentina

    Emidio Pepe

    Illuminati

    Lepore

    Masciarelli

    Montori

    Nestore Bosco

    Orlandi Contucci Ponno

    Pasetti

    Strappelli

    Torre dei Beati

    Valentini

    Zaccagnini

    BASILICATA

    Eleano

    Terra dei Re

    CAMPANIA

    Benito Ferrara

    Caggiano

    Colle di San Domenico

    Colli di Lapio

    Contrade di Taurasi

    De Conciliis

    Di Meo

    Donna Chiara

    Feudi di San Gregorio

    Fratelli Urciuolo

    Guastaferro

    Marisa Cuomo

    Mastroberardino

    Montevetrano

    Qintodecimo

    Torricino

    Terredora

    Villa Diamante

    Villa Matilde

    Villa Raiano

    Viticoltori del Casavecchia

    CALABRIA

    Cantine Viola

    SICILIA

    Baglio del Cristo di Campobello

    Baglio di Pianetto

    Benanti

    Cottanera

    Donnafugata

    Duca di Salaparuta

    Feudo Maccari

    Feudo Principi di Butera

    Graci

    Gulfi

    Masseria del Feudo

    Miceli

    Morgante

    Occhipinti

    Palari

    Passopisciaro

    Planeta

    Sallier de La Tour

    Tasca d'Almerita

    Tenuta delle Terre Nere

    Vini Biondi

  • « Cartoline dal 156mo Meeting di Altissimo Ceto Ristorante La Pista del Lingotto – Torino – Chef Massimo Guzzone | Home | Cartoline dal 107mo Meeting Amici Gourmet Ristorante Il Cascinalenuovo – Isola D’Asti (AT) – Chef Walter Ferretto »

    Ristorante li Jalantuùmene – Monte Sant’Angelo (FG) – Chef/Patron Gegè Mangano

    By Maria Pranzo | novembre 12, 2011

    Le guide cartacee
    Michelin assegna 2 coperti
    Espresso assegna 14,50\20
    Gambero Rosso assegna 80 e 48 alla cucina (l’anno scorso 79 e 48)

    La squadra

    Lo staff di cucina

    Chef: Gegè Mangano 46 anni
    Aiuto chef: Vincenzo Gentile 23 anni
    Aiuto chef: Sofia Pia Mangano 16 anni
    Addetta alla pasta fresca: Graziella Lauriola 40 anni in collaborazione con la suocera Ninetta 75 anni

    Lo staff di sala

    Responsabile sala: Ninni Totaro 44 anni
    Addetto ai vini e alla sala: Girolamo Mangano 22 anni

    Bisogna proprio essere coraggiosi per aprire un ristorante gourmet a Monte Sant’Angelo. Ci vuole tanto entusiasmo e un po’ d’incoscienza per proporre piatti ricercati tra menu turistici in uno dei posti più visitati della Puglia soprattutto dai fedeli in visita al bellissimo Santuario di San Michele Arcangelo costruito nel XIII secolo.

    La città di Monte Sant’Angelo si trova sul versante sud orientale del promontorio del Gargano, a 850 m sul livello del mare e vale la pena di essere visitata; da quest’anno è il terzo sito Unesco in Puglia dopo Alberobello e Castel del Monte.

    Il piccolo e grazioso Ristorante li Jalantuùmene sembra essere, nella ristorazione, l’unica realtà all’altezza della cittadina che lo ospita.

    Gegè Mangano, gestisce il ristorante con la moglie Ninni e lo fa come fosse un tempio della tradizione, dei prodotti tipici pugliesi e dei forti sapori del sud. La sua cucina è un messaggio, un tentativo di far venir fuori le tante ricchezze nascoste che questo posto custodisce, spesso con troppa gelosia.

    A Monte Sant’Angelo la dominazione bizantina, le intrusioni saracene, il passaggio dei Longobardi e l’invasione dei Normanni si intuiscono tra archetti e logge aeree di collegamento da una costruzione a un’altra, nelle piccole scale che collegano le strade, dalle spezie e dai sapori. Gegè ha portato queste influenze nei suoi piatti, stressando la loro forte connotazione pugliese, ma alludendo a profumi influenzati dai popoli che avevano in comune l’amore per questo paesino meraviglioso.

    Direzione quartiere Junno, il primitivo nucleo urbano ora popolare grazie alle sue casette a schiera che assomigliano a graziosi loggetti arabi con bizzarri comignoli; sono costruite a grappoli, addossate le une alle altre e collegate da archi e scalinate.

    Arriviamo alla Piazza de Galganis e riconosciamo subito il ristorante di Gegè, all’aperto durante l’estate.

    Lui ci accoglie con un sorriso come fa con tutti i clienti, gira continuamente tra i tavoli, si nutre di curiosità e suggerimenti, è attento ai suoi ospiti e alle loro reazioni.

    Le terrazza

    Menu
    Riportiamo, come sempre, il menu degustazione e quello alla carta.

    Menu degustazione Tempo, Tradizione e Territorio…

    Cicoriella di campo saltata con pomodorini e patate, olio frantoiano
    Orecchiette di grano arso con cime di rape mollicate
    Torcinelli con patate scottate al rosmarino
    Pecorino delle matine con miele di castagno
    Panacea di ricotta in salsa d’aleatico

    Totale € 38*
    *Vini esclusi
    n.b. il menu varia ogni settimana

    Menu alla carta

    Antipasti

    Variazione di ricotta fresca e fritta con vincotto di fichi
    € 10
    Medaglioni di melanzane in salsa di pomodoro al profumo di basilico
    € 10
    Tortino di zucchine su crema di cipollotti al brandy
    € 10
    Vellutata di fave secche con funghi cardoncelli
    € 10

    Primi piatti

    Orecchiette con zucca, mandorle e scaglie di pecorino
    € 12
    Panciotti di baccalà su crema di fave e olio novello
    € 12
    Troccoli con ragù all’antica e scaglie di caprino
    € 12
    Ruote pazze di B. Cavalieri con ricottina, cime di rape e noci
    € 12

    Secondi piatti

    Agnello in casseruola con pomodori secchi e timo fresco
    € 14
    Filetto di mucca podolica con fughi di bosco in agrodolce
    € 18
    Baccalà in guazzetto
    € 14
    Sfizio di verdure dei terrazzamenti dello Junno
    € 10

    I formaggi

    Caciocavallo podolico con miele di castagno pere e gherigli di noce € 8
    Pecorino delle matine con marmellata di fichi al brandy € 8
    Caprino garganico con marmellatina di arancio di Vico € 8
    Ricottina di capra con miele a rosmarino € 8
    Formaggi misti con abbinamento di mostarde € 10

    I dolci pensieri dello chef

    I dolci

    Panacea di ricotta in salsa di aleatico € 7
    Semifreddo con panna mandorle e scaglie di cioccolato € 7
    Semifreddo di fragole su crema di yogurt con gocce di cioccolato € 7
    Frivolezze montanare € 6

    I nostri gelati

    Gelatino di noci con miele di castagno € 7
    Gelato di crema con nocciole piemontesi € 7
    Gelato al pistacchio € 7
    Gelato al cioccolato con barolo chinato € 7

    Frutta

    Insalatina di frutta di stagione € 6
    Pesche al limone al profumo di noce moscata € 6

    Coperto € 3

    I fornitori

    Pasta: fatta in casa; mentre per la pasta secca Benedetto Cavalieri di Maglie
    Carni: tipiche e locali da macellerie della zona
    Olio: di loro produzione – oliarola indigena garganica in purezza
    Frutta e verdura: produttori del posto
    Formaggi: massari del Gargano

    Abbinamento Vini
    Optiamo, come di consueto, per il servizio al calice.

    Pane

    Tipologia di pane: di montagna cotto a forno a legna; tarallini con finocchietto selvatico.

    Aperitivo
    La carta dei vini è completa e rappresentativa, ma con Gegè decidiamo di bere vini pugliesi e iniziamo quindi con un Catapanus 2010: è ottenuto dalla vinificazione in purezza delle uve di Bombino Bianco allevate nei vigneti della Tenuta Cotinone nell’agro del Comune di San Severo di proprietà delle Cantine d’Alfonso del Sordo. Il Bombino bianco è uno dei vitigni più diffusi del mezzogiorno ancora non valorizzato, ma con grandi potenzialità; con basse rese e vinificazioni accurate può dare vini di spessore e lunga durata.
    Il vigneto è esposto a nord-ovest a 120 metri sul livello del mare su di un terreno argilloso-sabbioso-calcareo. I profumi di anice e fiori di campo ne influenzano il naso, ma nel complesso rimane austero. Al palato è fresco, asciutto e complessivamente equilibrato. Si abbina bene con quello che Gegè chiama “il salutino”… (basta chiamarlo entrée!)

    Piattooo!

    Crema di fave con bruschetta e un filo d’olio imbottigliato apposta per li Jalantuumene

    Ancora una bruschetta:  crostone di pane di montagna con cicoriella e scottata d’uovo. A Gegè piace parlarci del territorio e di quanto la sua cucina sia fatta dall’attenta selezione degli ingredienti più che dalla loro elaborazione.

    Fresca l’insalata di zucchine con rucola, pomodorini e scaglie di pecorino

    Adatto alla calda giornata estiva.

    Continuiamo con i Medaglioni di melanzana in salsa di pomodoro al profumo di basilico

    Solo tre semplici elementi che uniti con armonia creano una sensazione forte e delicata insieme in un equilibrio che solo la melanzana sa reggere.
    Passiamo ai primi, cambiamo il vino. Gegè ci propone Il Melograno, un rosato ottenuto dalla vinificazione in bianco di uve Nero di Troia e Montepulciano e prodotto con amore da Marica e Sergio nella piccola azienda La Marchesa. Nel 2010 Il Melograno ha vinto meritatamente la medaglia d’argento al Mondial du Rosé.
    Il melograno è un vino speciale, ormai molto conosciuto in Puglia grazie al colore brillante, al naso intenso ed esuberante. Freschezza, intensità e buon rapporto qualità prezzo si uniscono in questo vino rendendolo uno degli esempi più rappresentativi di vini rosati pugliesi.

    Versatile questo vino, ben si sposa con i Quadrotti di podolica al pomodorino, cime di rapa e profumo di acciughe

    Di grande effetto al primo boccone non perdono mai equilibrio: gli ingredienti sgomitano per prevalere, ma restano legati dalla crema di cime di rapa.

    Semplici e d’impatto seguono i Rigatoni Benedetto Cavalieri con ragù all’antica e scaglie di pecorino

    Lento e paziente deve essere il lavoro per arrivare ad avere questo ragù delicato e quasi croccante. Il pecorino usato da Gegè è poi un tocco finale per decorare e impreziosire i piatti. Come per gli altri ingredienti anche i formaggi di Gegè sono pugliesi… “atro che parmigiano, qui si mangia pecorino!” mi dice.
    Ancora un primo che si sposa bene con il nostro rosato. Un piatto delizioso: Troccoli al fior di zucca e pistilli di zafferano

    Nel resto d’Italia sono chiamati “spaghetti alla chitarra” e sono spaghetti a sezione quadrata di grano duro, qui sono preparati a mano da Ninetta, la suocera dello chef. In questo piatto lo zafferano sembra un capriccio istintivo del fiore di zucca, che cremoso e morbido lega i troccoli rugosi e spessi.

    La ricetta

    Ingredienti:

    400 gr. troccoli (o spaghetti alla chitarra)
    200 gr. di fave secche (già sgusciate)
    ½ cipolla
    ½ patata
    3 pomodorini
    1 spicco d’aglio
    Q.b. sale e peperoncino
    Olio extra vergine d’oliva
    Q.b. pistilli di zafferano

    Procedimento:
    In una casseruola mettere le fave secche e coprire con acqua fredda; lasciar bollire e schiumare le fave; aggiungere cipolla, patata, pomodorini, sale e peperoncino; lasciar cuocere per circa 2 ore.
    Cuocere la pasta in acqua salata e saltare il tutto con il ragù di fave servire il tutto con un filo d’olio frantoiano e pistilli di zafferano.

    Arriviamo al piatto di carne e lo chef ci propone Filetto di mucca Podolica in agrodolce e scaglie di fave di cacao

    L’allevamento della mucca Podolica è concentrato prevalentemente in un areale che comprende le aree interne dell’Italia meridionale peninsulare. Ricordiamo che per le caratteristiche organolettiche della carne e la costante qualità, la Podolica ha meritato il marchio di origine controllata «5R» come la Chianina, la Marchigiana, la Maremmana e la Romagnola. Gegè sa ben valorizzare questo prodotto e lascia che la forza delle croccanti fave di cacao arrivi prima e prepari il palato per gustare al meglio il filetto succoso e delicato. Accompagnato da una patata, la cottura è perfetta.

    Fichi e pecorino prima del dolce

    Senza cremine, marmellate, gelatine o miele, solo fichi e pere. Fichi succosi e maturi, pecorino gustoso dalla pasta giallina, compatta, ma anche friabile, grassa e decisamente piccante, che si scioglie in bocca.

    Tra i fichi e il dolce, Ninni ci propone un vino insolito e sorprendente: il “Griccio” di Alberto Longo. È un vino dolce ottenuto con una vendemmia tardiva di uve syrah, raccolte appassite, ma non totalmente disidratate quando la buccia è appunto “gricciata” per effetto della disidratazione. Brevemente affinato in legno di rovere regala tannini speziati e di grande eleganza. Perfetto con fichi e pecorino e con la panacea di ricotta in salsa di aleatico con ciangularie che ci propone lo chef.

    La mousse è delicata e leggera, impreziosita dal mosto cotto viene voglia di spalmarla sulle Frivolezze montanare preparate da Ninetta.

    Cartellate, ostie piene e poperato: squisiti.

    Ancora un dolce: mousse di cioccolato e tiramisù destrutturato da accompagnare con il “Passo delle Viscarde”

    Il vino questa volta ci entusiasma più del dolce; un Salento bianco Igt prodotto con l’80% di Sauvignon e il 20% di Malvasia bianca, provenienti dal vigneto Le Viscarde della Tenuta Villa Flaminio in provincia di Brindisi. Appassimento in fruttaio su graticci, pressatura soffice, illimpidimento del mosto con trattamento termico, fermentazione termoregolata, maturazione nel legno.
    Colore giallo paglierino-ambrato, intenso, ma perfettamente lucido e brillante, naso denso, avvolgente e fitto: si colgono aromi di pesca e miele, agrumi e salvia, sapori tipici pugliesi come quelli della pasta di mandorle, di fichi e fiori bianchi. Lo sfondo sapido-salato-iodato, dovuto alla vicinanza del mare regala leggerezza, profondità e completezza. Al gusto il vino è dolce e ampio, profondo e persistente. Un’acidità calibrata bilancia perfettamente la componente alcolica con freschezza.
    Gegè ci propone questo vino come ciliegina sulla torta; per personalità, eleganza ed equilibrio può essere considerato uno dei migliori passiti italiani.

    Un’esperienza da provare quella a li Jalantuumene: piatti semplici e gustosi conditi con passione e amore per il territorio.
    E mentre sorseggiamo un caffè Illy rigorosamente preparato con la moka, Gegè ci racconta il suo nuovo progetto: 4 stanze semplici e preziose per accogliere i suoi clienti che vogliono fermarsi a dormire nell’atmosfera senza tempo di Monte Sant’Angelo, che chiamerà “Casa li Jalantuùmene”.

    Un’altra ricetta dello chef Gegè Mangano: cuciniello crema di pomodoro con ricottina di capra e scottata di uovo di quaglia

    Ingredienti per 4 persone:
    4 dl. di vellutata di pomodoro
    250 gr. di ricottina di capra
    4 uova di quaglia
    Q.b. origano fresco
    Q.b. sale e pepe
    Q.b. panna fresca

    Procedimento:
    Setacciare la ricotta in una bastardella; aggiungere dell’origano fresco, panna, sale e pepe e amalgamare gli ingredienti fino a ottenere un composto liscio e omogeneo.
    Successivamente in una padella aggiungere un filo d’olio e cuocere le uova di quaglia per alcuni minuti.
    Infine in un piatto fondo o in una coppa Martini mettere la vellutata di pomodoro calda e aggiungere una quenelle di ricotta, le uova e un filo d’olio.

    Il nostro conto

    Menu degustazione da 45€ più l’abbinamento di quattro vini al calice (16€) per un totale di 61€.

    Viaggiatore Gourmet

    Ristorante li Jalantuùmene
    71037 Monte Sant’Angelo (FG)
    Piazza de Galganis (Largo le Monache), 5
    Tel. 0884.565484
    Cel. 348.7976321
    Chiuso martedì; mai in estate
    E-mail: info@li-jalantuumene.it
    Sito internet:
    www.li-jalantuumene.it


    Visualizzazione ingrandita della mappa

    Topics: Foggia e provincia, Recensioni Puglia, Reportage Ristoranti | 1 Comment »

    One Response to “Ristorante li Jalantuùmene – Monte Sant’Angelo (FG) – Chef/Patron Gegè Mangano”

    1. schini Says:
      novembre 21st, 2011 at 21:56

      la scelta dei vini brinda a questo articolo e i riferimenti storici e geografici sono pervasi dal profumo del cibo mediterraneo.Vale la pena farci una capatina.

    Comments

    You must be logged in to post a comment.