Viaggiatore Gourmet alias Altissimo Ceto! ;-)
Viaggiatore Gourmet alias Altissimo Ceto! ;-)
Viaggiatore Gourmet alias Altissimo Ceto! ;-)
Diario di esperienze e momenti enogastronomici
per appassionati viaggiatori esigenti e golosi
Viaggiatore Gourmet alias Altissimo Ceto! ;-)

  • Twitter Ufficiale!



  • Diventa anche tu un Viaggiatore Gourmet! ; Accoglienza speciale, coccole, privilegi, inviti ad eventi esclusivi…

    VG Card - Tipologie e Quote Annuali / Rinnovi
  • Premium Partner












  • I RISULTATI degli Altissimo Ceto Awards 2011 ! Clicca Sotto


  • Calendario

    giugno: 2009
    L M M G V S D
    « mag   lug »
    1234567
    891011121314
    15161718192021
    22232425262728
    2930  
  • Partner Editore

  • Partner Education


  • VG Sponsored By








  • Sottottoscrivi il FEED per essere aggiornato ad ogni modifica.


  • Selected Web Link:


  • LETTURE CONSIGLIATE


    Book

    Ordina da IBS Italia

    ISBN: 8879288598
    Titolo: Il perfezionista. Vita e morte di un grande chef
    Autore: Chelminski Rudolph


    Book

    Ordina da IBS Italia

    ISBN: 9788836543274
    Titolo: La mia cucina pop. L'arte di caramellare i sogni.
    Autore: Oldani Davide


    Book

    Ordina da IBS Italia

    ISBN: 9788836543274
    Titolo: Cuoco andata e ritorno. Viaggi , sogni , ricette di un uomo che voleva cucinare
    Autore: Oldani Davide


  • La Guida dei Vini on-line di Altissimo Ceto:

  • Indice Geografico delle Cantine aderenti:

    PIEMONTE

    Albino Rocca

    Antica Casa Vinicola Scarpa

    Azelia

    Borgogno

    Braida

    Bricco Giubellini

    Bruna Grimaldi

    Cà di Cairè-Emanuele Rolfo

    Casa Vinicola Bruno Giacosa ed Az. Agr. Falletto

    Cascina Bruciata

    Cascina Ca' Rossa

    Cascina Garitina

    Cascina I Carpini

    Cascina La Ghersa

    Cascina Nuova-Elio Altare

    Cascina Val del Prete

    Castello di Neive

    Cogno

    Comm. G.B. Burlotto

    Conterno-Fantino

    Conterno Giacomo

    Coppo

    Corino

    Damilano

    Deltetto

    Domenico Clerico

    Deltetto

    Edoardo Sobrino

    Elio Perrone

    Enzo Boglietti

    E. Pira & Figli - Chiara Boschis

    Eraldo Viberti

    Ettore Germano

    Flavio Roddolo

    F.lli Cigliuti

    Fontanafredda

    Forti del Vento

    Gagliasso

    Gaja

    G.D. Vajra

    Giacomo Grimaldi

    Giacomo Vico

    Gianni Gagliardo

    Icardi

    Iuli

    Josetta Saffirio

    La Spinetta

    Luciano Sandrone

    Luigi Baudana

    Malabaila

    Malvirà

    Manzone

    Marchesi Alfieri

    Mascarello Giuseppe e figlio

    Massolino

    Matteo Correggia

    Mauro Molino

    Mauro Veglio

    Merenda con corvi

    Michele Taliano

    Moccagatta

    Montaribaldi

    Monti

    Nada Fiorenzo

    Negro Angelo

    Oddero

    Parusso

    Pelissero

    Pescaja

    Piero Busso

    Pio Cesare

    Podere Rocche dei Manzoni

    Poderi A. Bertelli

    Poderi Aldo Conterno

    Poderi Luigi Einaudi

    Principiano Ferdinando

    Produttori del Barbaresco

    Prunotto

    Raineri Gianmatteo

    Roberto Voerzio

    Rinaldi

    Rivetto

    Rizzi

    Schiavenza

    Sottimano

    Tenuta Rocca

    Tenute Cisa Asinari dei Marchesi di Grésy

    Ugo Lequio

    Vietti

    Villa Giada

    LOMBARDIA

    Barone Pizzini

    Bellavista

    Berlucchi

    Ca' del Bosco

    Camossi

    Cascina San Pietro

    Cavalleri

    Colline della Stella

    Contadi Castaldi

    Ferghettina

    Gatti Enrico

    La Montina

    Le Marchesine

    Majolini

    Mirabella

    Il Mosnel

    Montedelma

    Montenisa

    Monte Rossa

    Quadra

    Ricci Curbastro

    Ronco Calino

    Togni-Rebaioli (Enrico Togni)

    Uberti

    Villa

    VENETO

    Accordini Stefano

    Aldegheri

    Allegrini

    Anselmi

    Bertani

    Brigaldara

    Ca' Rugate

    Castellani Michele & Figli

    Coffele

    Dal Forno Romano

    David Sterza

    Fabiano

    Fasoli Gino

    Filippi

    F.lli Tedeschi

    Gini

    Inama

    I Stefanini

    Le Battistelle

    Le Ragose

    Maculan

    Masari

    Montecariano

    Monte dall'Ora

    Nardello

    Novaia

    Pieropan

    Portinari

    Prà

    Roccolo Grassi

    Sandro de Bruno

    Serafini & Vidotto

    Speri Viticoltori

    Tamellini

    Tenuta Bastia

    Tenuta L'Armonia

    Tenuta Sant'Antonio

    T.E.S.S.A.R.I.

    Tommaso Bussola

    Trabucchi d'Illasi

    Vigneto Due Santi

    Zenato

    Zymé

    TRENTINO-ALTO ADIGE

    Abbazia di Novacella

    Alois Lageder

    Arunda

    Balter

    Baron di Pauli

    Cantina di San Michele Appiano

    Cantina di Terlano

    Cantina Produttori di Bolzano

    Castelfeder

    Cesconi

    Dorigati

    Elena Walch

    Endrizzi

    Ferrari

    Foradori

    Franz Haas

    Hofstatter

    Letrari

    Lunelli

    Kurtatsch - Cortaccia

    Manincor

    Nals-Margreid

    Peter Dipoli

    Peter Sölva & Söhne

    Pojer & Sandri

    Strasserhof

    Tenuta San Leonardo

    Tiefenbrunner

    Tramin

    Weingut Niklas

    FRIULI VENEZIA-GIULIA

    Borgo del Tiglio

    Borgo San Daniele

    Castello di Spessa

    Colle Duga

    Colmello di Grotta

    Drius

    Ermacora

    Giovanni Dri

    Grillo

    Jermann

    La Viarte

    Le Due Terre

    Le Vigne di Zamo'

    Lis Neris

    Livio Felluga

    Livon

    Marco Felluga

    Picech

    Renato Keber

    Roberto Scubla

    Rocca Bernarda

    Ronchi di Manzano

    Ronco dei Tassi

    Ronco del Gelso

    Russiz Superiore

    Schiopetto

    Toros

    Tenuta di Blasig

    Venica & Venica

    Vie di Romans

    Vigna del Lauro

    Villa Russiz

    Volpe Pasini

    Zuani

    EMILIA-ROMAGNA

    Albinea Canali

    Bartolini

    Ca' di Sopra

    Calonga

    Cà Lunga

    Cantina della Volta

    Casetto dei Mandorli

    Castelluccio

    Cavicchioli

    Ceci

    Cleto Chiarli

    Drei Donà-Tenuta La Palazza

    Fattoria Monticino Rosso

    Fattoria Moretto

    Fattoria Paradiso

    Fattoria Zerbina

    Ferrucci

    Fiorentini

    Fondo San Giuseppe

    Gallegati

    Giovanna Madonia

    La Pandolfa

    La Stoppa

    La Tosa

    Le Barbaterre

    Lini 910

    Lusenti

    Medici Ermete

    Monte delle Vigne

    Paltrinieri

    Poderi Morini

    Rinaldini-Moro

    Rontana

    San Patrignano

    San Valentino

    Stefano Berti

    Tenuta La Viola

    Tenuta Pederzana

    Terre della Pieve

    Torre Fornello

    Tre Monti

    Tre Re'

    Villa Bagnolo

    Villa Papiano

    Villa di Corlo

    TOSCANA

    Agostina Pieri

    Amantis

    Antinori

    Avignonesi

    Baracchi

    Barone Ricasoli

    Bindella

    Biondi-Santi

    Boscarelli

    Brancaia

    Bulichella

    Caiarossa

    Ca' Marcanda

    Canalicchio di Sopra

    Canneto

    Capanna

    Capannelle

    Caparzo

    Capua

    Carlo Gentili

    Casanova di Neri

    Case Basse-Gianfranco Soldera

    Castell'in Villa

    Castello dei Rampolla

    Castello del Terriccio

    Castello di Ama

    Castello di Cacchiano

    Castello di Fonterutoli

    Castello di Gabbiano

    Castello di Querceto

    Castello di Volpaia

    Castello Monsanto

    Castel Pietraio

    Castelvecchio

    Castiglion del Bosco

    Cecchi

    Cinelli Colombini

    Col d'Orcia

    Colle Massari-Grattamacco

    Cupano

    Dei

    Donna Olga

    Duemani

    Enrico Fossi

    Fanti-San Filippo

    Fattoria Ambra

    Fattoria Casa Sola

    Fattoria La Torre

    Fattoria Le Pupille

    Fattoria Lornano

    Fattoria Poggio di Sotto

    Fattoria San Giusto a Rentennano

    Felsina

    Fontodi

    Fuligni

    Giuliano Tiberi

    Godiolo

    Gualdo del Re

    I Balzini

    Icario

    Il Borro

    Il Marroneto

    Il Paradiso di Manfredi

    Isole e Olena

    La Cerbaiola-Giulio Salvioni

    La Gerla

    Lanciola

    La Porta di Vertine

    La Rasina

    Le Macioche

    Le Potazzine-Gorelli

    Le Ragnaie

    Lisini

    Lornano

    Mastrojanni

    Michele Satta

    Monteraponi

    Montevertine

    Moris

    Nittardi

    Ormanni

    Petra

    Petrolo

    Pieve di Santa Restituta

    Podere Brizio-Roberto Bellini

    Podere Casanova

    Podere Il Palazzino

    Podere Sapaio

    Poggio Antico

    Poggio Argentiera

    Poggio Mandorlo

    Poggio Salvi

    Poggio Scalette

    Poliziano

    Prelius-Castelprile

    Querciabella

    Rignana

    Rocca di Montegrossi

    Ruffino

    San Fabiano Calcinaia

    Salustri

    Sanguineto

    Serpaia

    Scopone

    Stella di Campalto

    Tenimenti Angelini

    Tenuta Argentiera

    Tenuta Belguardo

    Tenuta degli Dei

    Tenuta dell'Ornellaia

    Tenuta di Ghizzano

    Tenuta di Trinoro

    Tenuta di Sesta

    Tenuta La Badiola

    Tenuta PoggioVerrano

    Tenuta San Guido

    Tenuta Sette Ponti

    Tenuta Vecchie Terre di Montefili

    Tenuta Villa Rosa

    Tenute Folonari

    Tenute Silvio Nardi

    Tolaini

    Varramista

    Villa I Cipressi

    Villa S. Anna

    UMBRIA

    Adanti

    Antonelli San Marco

    Arnaldo Caprai

    Bocale di Valentini

    Cantina Novelli

    Casale Triocco

    Castello della Sala

    Castello delle Regine

    Castello di Corbara

    Cesarini Sartori

    Colpetrone

    Fattoria Colleallodole

    Goretti

    Lamborghini

    Lungarotti

    Perticaia

    Scacciadiavoli

    Tabarrini

    Terre de la Custodia

    MARCHE

    Allevi Maria Letizia

    Belisario

    Bisci

    Boccadigabbia

    Brunori

    Bucci

    Clara Marcelli

    Colonnara

    Conti di Buscareto

    Fattoria Coroncino

    Fattoria Coroncino

    Fattoria Dezi

    Fattoria Laila

    Fattoria La Monacesca

    Fattoria Le Terrazze

    Fattoria San Lorenzo

    Fattoria Serra San Martino

    Fazi Battaglia

    Garofoli

    Lanari

    Moncaro

    Monteschiavo

    Moroder

    Oasi degli Angeli

    Santa Barbara

    Sartarelli

    Silvano Strologo

    Tenuta di Tavignano

    Umani Ronchi

    Vallerosa-Bonci

    Valter Mattoni

    Valturio

    Velenosi

    Veneranda Vite

    Vignamato

    ABRUZZO

    Anfra

    Barba

    Buccicatino

    Cataldi Madonna

    Col del Mondo

    Collefrisio

    Fattoria La Valentina

    Emidio Pepe

    Illuminati

    Lepore

    Masciarelli

    Montori

    Nestore Bosco

    Orlandi Contucci Ponno

    Pasetti

    Strappelli

    Torre dei Beati

    Valentini

    Zaccagnini

    BASILICATA

    Eleano

    Terra dei Re

    CAMPANIA

    Benito Ferrara

    Caggiano

    Colle di San Domenico

    Colli di Lapio

    Contrade di Taurasi

    De Conciliis

    Di Meo

    Donna Chiara

    Feudi di San Gregorio

    Fratelli Urciuolo

    Guastaferro

    Marisa Cuomo

    Mastroberardino

    Montevetrano

    Qintodecimo

    Torricino

    Terredora

    Villa Diamante

    Villa Matilde

    Villa Raiano

    Viticoltori del Casavecchia

    CALABRIA

    Cantine Viola

    SICILIA

    Baglio del Cristo di Campobello

    Baglio di Pianetto

    Benanti

    Cottanera

    Donnafugata

    Duca di Salaparuta

    Feudo Maccari

    Feudo Principi di Butera

    Graci

    Gulfi

    Masseria del Feudo

    Miceli

    Morgante

    Occhipinti

    Palari

    Passopisciaro

    Planeta

    Sallier de La Tour

    Tasca d'Almerita

    Tenuta delle Terre Nere

    Vini Biondi

  • « Cartoline dalla Presentazione dei nuovi Brandy “A pieno Grado” di Villa Zarri – Cracco Ristorante in Milano | Home | Hotel San Pietro – Positano (SA) – Chef Alois Vanlangenaeker »

    Ristorante Marennà e visita ai vigneti dei Feudi di San Gregorio – Sorbo Serpico (AV) – Chef Paolo Barrale

    By MdM | giugno 24, 2009

    La stessa direzione dei Feudi di Dan Gregorio non nasconde che quello del loro ristorante Marennà è stato un successo al di là delle aspettative, e l’ascesa che ha portato il locale alla stella Michelin in soli tre anni ne è indicativa. Era tutto partito come un “salottino” per i clienti della cantina, con cucina firmata dalla consulenza di Heinz Beck, a cui è subentrato l’attuale chef Paolo Barrale. Il suo entusiasmo e la sua motivazione gli sono valsi la fiducia della casa madre e sempre maggiore indipendenza: i risultati lo hanno premiato. Paolo ha sviluppato una linea di piatti che sono il prototipo di un’ “alta cucina campana”, fatta di ricette e abbinamenti storici, confronti di materie prime popolari e nobili, tecniche nuove. Alla Feudi si sono dovuti organizzare per l’accoglienza dei gruppi che da Napoli e Avellino considerano la gita al ristorante come un fine-settimana all’agriturismo, e noi vi raccontiamo l’esperienza di un pranzo in un locale pieno a pranzo in un giorno infrasettimanale.

    Le guide cartacee

    Michelin assegna una stella e due forchette e coltello
    Espresso assegna 15/20

    Gambero Rosso
    assegna 80 – cucina 57
    Touring Club assegna due forchette e una medaglia
    Veronelli assegna il trifoglio, che indica i locali che fanno la prima apparizione sulla guida

    Il team del Marennà

    In cucina:
    Barrale Paolo classe 1973
    Ciancone Samantha classe 1979
    Allocca Roberto classe 1980. Il sous chef di Paolo, con il quale lavora da quattro anni. È stato alle dipendenze di Enrico Derflinger e poi corresponsabile al Don Alfonso, prima di trovare l’amore in Irpinia. È lui che regola i tempi in cucina e “raddrizza” i nuovi arrivati.
    Ferretti Filomena classe 1985
    Ponte Rosa classe 1988
    Portanova Vincenzo classe 1987
    Fontanella Pasqu. classe 1988

    In sala:
    Nudo Angelo classe 1986
    Pepe Stefano classe 1986
    Ferrante Mario classe 1974
    De Feo Natashia classe 1980
    Fontanella Vito classe

    La sala

    Massimo e Lella Vignelli, designer di successo con la loro Vignelli Associates, hanno realizzato i complementi di arredo, gli interni ed esterni del locale. Inoltre hanno curato l’immagine aziendale, dal logo alla nuova etichette per le bottiglie.

    Mise en place

    Le sedie e le posate sono state disegnate sempre da Massimo e Lella Vignelli,  ma in partnership con Frau per le sedute e con Calegaro per la posateria.

    Menù

    Come sempre vi riportiamo i menù degustazione e il menù alla carta.

    MENU DEGUSTAZIONE

    Spatola in “carrozza”, melanzane e pomodoro

    Zuppa di piselli, menta e baccalà

    Tortelli come a “Nerano”: zucchine, burro e parmigiano

    Stinco di vitello, porcini, cipollotto e cedrina

    Caffè e nocciola

    Menù 5 portate € 48.00 (vini esclusi)
    La proposta menu viene servita per l’intero tavolo.

    MENU “IL PIACERE DELLA TAVOLA”

    Sei portate a sorpresa dalla cucina

    Menù 6 portate € 57,00

    IL MENU ALLA CARTA

    Antipasti

    “Sasiccia e friarielli”: coniglio in crosta di pane, fagioli di Controne, cime di rape all’acciuga e tartufo irpino € 12.00

    Prosciutto d’anatra, infuso al karkade, uva e nocciole, brioche “dolce e salato” € 12.00

    Baccalà . . . € 12.00

    Pensando al “vitello tonnato”: filetto di tonno con maionese di carne al wasabi, battuto con capperi, uova di quaglia e puntarelle € 12.00

    Fegato grasso d’ oca, fragole al sambuco, Privilegio € 12.00

    Primi

    Paccheri al ragù d’ agnello, erbe e pecorino € 12.00

    Risotto con verdure primaverili in carbonara € 12.00
    (servito per un minimo di due persone)

    Tagliolini, coniglio, peperoni e olive “itrane” € 12.00

    Gnocchi di patate, cipolla rossa fondente e fonduta di Carmasciano € 12.00

    Linguine “cacio e pepe” . . . vongole € 12.00

    Le zuppe…

    Zuppa di piselli, menta e baccalà € 12.00

    “Uovo nella cipolla”: strapazzata di uova e cipolla e spuma di parmigiano € 12.00

    Secondi di carne

    Petto d’ anatra, indivia all’arancia e pepe di Giamaica € 18.00

    “Due fave per un piccione”: petto e coscia croccante con purea ed insalata tiepida di favette e guanciale € 18.00

    Capicollo di maiale in crosta di pane, “ciambotta” e pepe verde € 18.00

    Agnello e carciofi: costolette in crosta di mandorle, pancetta morbida e carciofi € 18.00

    Secondi di pesce

    Triglie “mbuttunate”, scarole, olive e mosto € 18.00

    Filetto di baccalà in olio di peperone crusco, zuppetta di “accio e patate” € 18.00

    Dolci

    Caffè e nocciola €12.00

    Soffiato alle nocciole “avellane”, ricotta e pere pralinate €12.00

    Nespola “il viaggio” declinazione €12.00

    Colante al cioccolato 70%, spuma di latte, menta e gelato di liquirizia €12.00

    Fragole, cioccolato, limone e gelato al pepe di Giamaica €12.00

    Piña Colada! Plumcake alla vaniglia, gelato al cocco e ananas caramellato €12.00

    Anche il font utilizzato per il menù è una creazione di Massimo Vignelli.

    Carta dei vini [13,5/20]

    Carta che punta ovviamente sui vini aziendali, anche se nel corso dell’ultimo periodo una piccola apertura c’è stata e ci hanno assicurato che vogliono continuare  a lavorare in questa direzione. Al momento, per i vini provenienti dalle altre regioni hanno puntato sulle etichette più conosciute, con ricarichi nella media. All’interno della carta c’è anche una sezione “Le sfide” in cui vengono messi a confronto i vini della casa madre con bottiglie della stessa tipologia provenienti da altre regioni. È possibile bere tutto al calice e il costo del servizio va dai 3,50 € ai 12,00 €.

    Abbinamento Vini

    Optiamo per il calice. Angelo ha preparato un percorso degustazione con i vini provenienti dai vigneti visitati in mattinata.  Noi abbiamo chiesto di abbondare, rispetto al loro abbinamento al calice, che prevede quattro vini. Abbiamo degustato nell’ordine: Cutizzi 2007 Greco di tufo Docg, Pietracalda 2006 Fiano di Avellino Docg, Campanaro 2007 Campania bianco Igt da uve Fiano e Greco, Pàtrimo Campania rosso Igt 2005 da uve Merlot, Serpico Irpinia Aglianico Doc 2000, Privilegio Passito Campania bianco Igt.

    Aperitivo

    Per l’aperitivo formaggi tipici irpini.

    In accompagnamento le bollicine dei Feudi: prima Dubl Falanghina Metodo Classico Spumante brut 2006, poi Dubl Rosato Metodo Classico brut 2006.

    Pane [+++++]

    Baguette ai semi di papavero e al sesamo. Panini bianchi, al paté di olive nere, all’olio e alle erbe.  Grissini, grissini ai semi di papavero e streghe al parmigiano.

    Il pane da taglio

    Pane cafone bianco, ai pomodori secchi, ai cigoli di maiale e alle olive nere.  I pani e i grissini sono preparati tutti da loro eccetto il pane cafone, che viene preparato da un artigiano locale.

    Un assaggino del loro olio

    La nostra comanda

    Ma quanto mangiano questi? :?   :)

    Piattooo!

    Stuzzichino di benvenuto: gelato di paté di fegatini di coniglio con polvere di caffè e nocciola; cappuccino di patate, polvere di porcini e funghi pioppini, polpettina di stinco e stracotto di agnello [+++++]

    Rustico nei sapori, raffinato ed equilibrato nel susseguirsi di temperature e consistenze.

    Da gustarsi da sinistra verso destra, cioè dal freddo al caldo. La polpettina va mangiata in un unico boccone.

    Cutizzi 2007 Greco di tufo Docg – Feudi di San Gregorio

    Polenta gialla di mais con alici in “tianella” e fonduta di provola affumicata [14/20]

    Il mare e i monti, anche in senso più lato. Le alici in tortiera, aglio, prezzemolo e formaggio, tipiche della costiera Amalfitana, e la polenta gialla, souvenir della tradizione gastronomica dell’entroterra campano.

    Salciccia di coniglio e friarielli con fagioli di Controne [14,5/20]

    Il piatto che,   a modo suo, da il nome al locale. Marenna’, si traduce dal dialetto con andare a fare merenda. Così, con abile mossa da copywriter, un ipotetico jamm’a marenna’ da andiamo a fare merenda diventa andiamo da Marennà. E la marenna-merenda più tipica della zona è proprio salciccia e friarielli, ormai l’abbinamento emblema della rivisitazione della tradizione locale. Paolo la alleggerisce confezionando queste salsiccine di carne bianca.

    Pietracalda 2006 Fiano di Avellino Docg – Feudi di San Gregorio

    Lo chef Paolo Barrale ci ha presentato tutti i piatti, ci ha parlato dei prodotti utilizzati, delle tecniche di cottura e di come è nata l’idea di ogni singola portata.

    Ravioli del plin maritati [15/20]

    Altra rivisitazione di un piatto campano, cioè della minestra maritata, che ha questo nome perché in essa si sposano le verdure e la carne. Hanno preso in prestito i ravioli del plin piemontesi, che hanno il ripieno ai tre arrosti, e li hanno riempiti con sette verdure di campo:  tarassaco, borragine, verza di campo, cerfoglio, scarola, scarola riccia, cicoria. Il sugo di accompagnamento è ai tre arrosti: gallina paesana, maiale e vitello. Sopra una grattatina di testa di caciocavallo, che nella ricetta tradizionale vengono aggiunte intere nel brodo di cottura. Pasta consistente con il giusto numero di tuorli, ripieno ricco, e tutti i profumi pungenti delle erbe recuperate nei giardini che circondano la Feudi.

    Cucina a vista

    Linguine di Gragnano con ristretto di crostacei, burrata, cavolfiori e bottarga di tonno [14,5/20]

    Stavolta tocca alla pasta e cavolo. Lo spaghetto spezzato della versione originale resta intero, cavolo e crostacei si inseguono sulla dolcezza, burrata e bottarga offrono contrappunti precisi, freschi, aciduli, sapidi.

    Risotto con verdure primaverili, zabaione al pepe e un velo di lardo [14/20]

    Le erbe ripassate in padella diventano ricco risotto. Cottura “nordica”, mantecatura meno precisa.

    Paccheri di Gragnano con un ristretto di agnello, erbette aromatiche e ricotta [15/20]

    I grandi sughi di carne della campania hanno tratto grande giovamento dall’avvento  delle cotture a bassa temperatura. Visto come sono ancora belli rotondi i paccheri? ;-)

    Foie gras d’oca con composta di sorbe (piccola pera che cresce in maniera spontanea nei paraggi del monte Serpico, da cui prende il nome il paese in cui è situata l’azienda), con granita di mela, mandorle e pisto napoletano [15/20]

    Il pisto è il mix di spezie con cui si preparano i dolci napoletani delle feste come i roccocò e i mostaccioli. La cucina internazionale alle prese con i profumi della Campania.

    Agnello laticauda e carciofi: costolette  in crosta di mandorle, pancetta cotta a bassa temperatura e le animelle con carciofi [15,5/20]

    Materia prima straordinaria e cotture magistrali. Davvero un grande piatto, tipico, ricco, contemporaneo.

    “Due fave per un piccione”: petto e coscia croccante con purea e insalata tiepida di favette e guanciale [15/20]

    Pancetta di manzo brasata all’aglianico con purè di zucca, liquirizia e aneto [15/20]

    Cottura piemontese con il barolo del sud. Aromi azzeccati e modulati con mano sicura.

    Predessert: sorbetto alla mela verde, sedano e anice stellato [+++++]

    Privilegio Passito Campania bianco Igt – Feudi di San Gregorio

    Variazione di agrumi: il cannolo napoletano, la delizia, il sorbetto [15/20]

    Cannolo di sfoglia con crema al mandarino; la delizia al limone  è una mezza sfera di mousse al cioccolato bianco e olio d’oliva,  con il cuore di  limoncello; sorbetto alle arance e zenzero; salsa di agrumi.

    Soffiato alle nocciole, ghiacciate di ricotta e pere pralinate [15/20]

    Un omaggio alle nocciole dell’Irpinia (Avellino\avellanas in spagnolo significa nocciole) e soprattutto a Salvatore De Riso, pasticcere della costiera reso celebre proprio dalla sua ricotta e pere.

    Fragole, limone, cioccolato… pepe [15/20]

    Gli abbinamenti classici della fragola, ma in chiave moderna.Insalata di fragole di bosco con melissa e zest di arancia, sfere di cioccolato con crema di limoni amalfitani e gelato al pepe di Giamaica.


    La sambuca con la “mosca”
    [15/20]

    Cake all’anice stellato, bagnato al Tia Maria, spuma alla sambuca, finocchio candito, gelatine all’espresso, salsa cioccolato e gelato allo zucchero moscovado. Il tono liquiriziato della linfa della canna da zucchero si associa benissimo al caffè.

    Li vedo ancora un po’ affamati… Quasi quasi vado avanti con i dolci

    Pastiera di ieri [15,5/20]

    La pastiera tradizionale è cotta al forno ed è preparata con grano, ricotta di pecora, canditi (cedro e arancia), cannella  vaniglia, aroma millefiori e fiori d’arancio.

    La pastiera di oggi: zuppetta di arancia, bavarese di ricotta, frolla, gelato vaniglia, tegola di grano soffiato e gli aromi nebulizzati [15,5/20]

    Abbiamo anche avuto il piacere di chiacchierare con il neo presidente del gruppo Feudi di San Gregorio, Antonio Capaldo, insediatosi pochi giorni prima della nostra visita.

    Coccole finali: brioche calde con granita al limone e basilico. Nel bauletto: canestrelli; morzelletto, un cantuccio irpino; nugat alle mandorle; macaron alla crema di limone; cioccolatini ripieni di cioccolato bianco e Privilegio, il passito dei Feudi; gommose ai frutti esotici [+++++]

    Il Conto

    Due menù degustazione a sorpresa diversi (57€ a testa) con l’aggiunta di un dessert (12€) in più a testa. L’abbinamento al calice standard costa 20€ e prevede un percorso di quattro vini. Con l’aggiunta di due etichette come abbiamo fatto noi la cifra si attesta intorno ai 30 €. Per chi non esagera, si diverte a partire da 65 €.

    Note Positive

    Location con vista privilegiata sull’Irpinia, locale di elegante design. In sala la squadra è retta da un maitre preparatissimo. La cucina di Paolo è tipica senza banalità, moderna senza fuochi d’artificio.

    Note Negative

    La mancanza di acqua frizzante. Un locale di questo livello, la deve avere, anche se siamo ben consci che in Campania non c’è richiesta di questa tipologia di acqua, perché quasi tutti bevono quella leggermente frizzante. Della carta dei vini abbiamo già parlato.

    Dettagli

    Niente da segnalare.

    Conclusioni

    Non era nemmeno una scommessa, è stata vinta comunque. E hanno appena cominciato.

    Una foto della squadra

    La visita in azienda, ma soprattutto ai vigneti

    L’ingresso

    L’azienda

    Le diverse etichette dei Feudi di San Gregorio con ciascuna il suo terreno d’origine

    Lo splendido giardino

    Angelo Nudo ci ha fatto da Cicerone nel corso della nostra visita. Nella sua persona si racchiudono i ruoli e le competenze di enologo, agronomo, chimico, tecnico caseario, norcino, storico, archivista, nonché di sommelier e maitre di grande mestiere. Difficilmente potrete trovare un interlocutore più interessante e preparato per la vostra gita in Irpinia.

    Il roseto

    Proseguiamo la nostra visita dirigendoci verso Taurasi…

    Le vecchie vigne

    I nuovi innesti

    Viaggiatore Gourmet

    Ristorante Marennà all’interno della cantina dei Feudi di San Gregorio
    83050 Sorbo Serpico (AV)
    Località Cerza Grossa
    Tel. 0825.986666
    Fax 0825.986230
    Chiuso domenica sera; lunedì e martedì
    E-mail: marenna@marenna.it
    Sito internet
    www.marenna.it

    Sito del Gruppo: www.feudi.it

    Topics: Avellino e Provincia, Recensioni Campania, Reportage Ristoranti | 7 Comments »

    7 Responses to “Ristorante Marennà e visita ai vigneti dei Feudi di San Gregorio – Sorbo Serpico (AV) – Chef Paolo Barrale”

    1. carmine Says:
      giugno 26th, 2009 at 14:28

      Bravo Claudio finalmente da PaUlo, complimenti a TUTTI veramente un gran BEL reportage….dal tronde con il picciotto è cosa BUONA !!!!!!!!!!!!!
      Ancora il Marennà è poco conosciuto ma per è una delle realtà ++++++ interessanti del SUD e non solo, sono stato due volte ospite da PaUlo::: e veramente si è sfiorata la perfezione dans la cuisine, purtroppo per la pâtisserie la PERFEZIONE si è SUPPPPERATààààà semplicemente SUBLIME+++++++++++++++++++++++++
      Congratulations al service ed al magnifique ambience.

      Cher Claudio l’acqua effervescente, aiuta la digestione…. BRAVO, la prochaine Paesà

    2. salatiellociro Says:
      giugno 26th, 2009 at 23:28

      Big Paolo si gruosssss…
      Paolo oltre ad essere molto bravo professionalmente, sei riuscito a rimanere con i piedi per terra anche con il susseguirsi dei successi che si rincorrono da qualche tempo, COMPLIMENTI 2 VOLTE!!! e saluti alla brigata.

    3. Cartoline dalla Cena Chic alla Locanda Solarola di Castel Guelfo (BO) | Viaggiatore Gourmet alias Altissimo Ceto! ;-) Says:
      luglio 31st, 2009 at 10:21

      [...] locanda di Bu – Nusco (AV) – Chef Antonio Pisaniello Ristorante Marennà e Visita ai vigneti dei Feudi di San Gregorio – Sorbo Serpico (AV) – Chef Paolo … SICILIA Ristorante Duomo – Ragusa Ibla (RG) – Chef Ciccio Sultano SVIZZERA SantAbbondio – Sorengo [...]

    4. Cartoline dall’inaugurazione della nuova PizzAria La Notiza – Maestro Pizzaiolo Enzo Coccia | Viaggiatore Gourmet alias Altissimo Ceto! ;-) Says:
      ottobre 18th, 2010 at 22:30

      [...] Ristorante Marennà e Visita ai vigneti dei Feudi di San Gregorio – Sorbo Serpico (AV) – Chef Paolo … La locanda di Bu – Nusco (AV) – Chef Antonio Pisaniello PUGLIA Provincia di Bari [...]

    5. Angelini Restaurant del Kowloon Shangri-La Hotel – Hong Kong (China) – Chef Resident Vittorio Lucariello, Guest Chef Roberto Allocca | Viaggiatore Gourmet alias Altissimo Ceto! ;-) Says:
      aprile 19th, 2011 at 21:17

      [...] Ristorante Marennà e Visita ai vigneti dei Feudi di San Gregorio – Sorbo Serpico (AV) – Chef Paolo … La locanda di Bu – Nusco (AV) – Chef Antonio Pisaniello PUGLIA Provincia di Bari [...]

    6. Cartoline dal 116mo Meeting Amici Gourmet @ Longino & Cardenal 2011 Dinner party – Pogliano Milanese (MI) | Viaggiatore Gourmet alias Altissimo Ceto! ;-) Says:
      dicembre 31st, 2011 at 18:06

      [...] Ristorante Marennà e Visita ai vigneti dei Feudi di San Gregorio – Sorbo Serpico (AV) – Chef Paolo … La locanda di Bu – Nusco (AV) – Chef Antonio Pisaniello PUGLIA Provincia di Bari [...]

    7. Cartoline dal IV° Congresso Gruppo CHIC – Charming Italian Chef – Marco Sacco Nuovo Presidente | Viaggiatore Gourmet alias Altissimo Ceto! ;-) Says:
      giugno 1st, 2012 at 18:47

      [...] Ristorante Marennà e Visita ai vigneti dei Feudi di San Gregorio – Sorbo Serpico (AV) – Chef Paolo … La locanda di Bu – Nusco (AV) – Chef Antonio Pisaniello PUGLIA Provincia di Bari [...]

    Comments

    You must be logged in to post a comment.