Viaggiatore Gourmet alias Altissimo Ceto! ;-)
Viaggiatore Gourmet alias Altissimo Ceto! ;-)
Viaggiatore Gourmet alias Altissimo Ceto! ;-)
Diario di esperienze e momenti enogastronomici
per appassionati viaggiatori esigenti e golosi
Viaggiatore Gourmet alias Altissimo Ceto! ;-)

  • Twitter Ufficiale!



  • Diventa anche tu un Viaggiatore Gourmet! ; Accoglienza speciale, coccole, privilegi, inviti ad eventi esclusivi…

    VG Card - Tipologie e Quote Annuali / Rinnovi
  • Premium Partner













  • I RISULTATI degli Altissimo Ceto Awards 2011 ! Clicca Sotto


  • Calendario

  • Partner Editore

  • Partner Education


  • VG Sponsored By








  • Sottottoscrivi il FEED per essere aggiornato ad ogni modifica.


  • Selected Web Link:


  • LETTURE CONSIGLIATE


    Book

    Ordina da IBS Italia

    ISBN: 8879288598
    Titolo: Il perfezionista. Vita e morte di un grande chef
    Autore: Chelminski Rudolph


    Book

    Ordina da IBS Italia

    ISBN: 9788836543274
    Titolo: La mia cucina pop. L'arte di caramellare i sogni.
    Autore: Oldani Davide


    Book

    Ordina da IBS Italia

    ISBN: 9788836543274
    Titolo: Cuoco andata e ritorno. Viaggi , sogni , ricette di un uomo che voleva cucinare
    Autore: Oldani Davide


  • La Guida dei Vini on-line di Altissimo Ceto:

  • Indice Geografico delle Cantine aderenti:

    PIEMONTE

    Albino Rocca

    Antica Casa Vinicola Scarpa

    Azelia

    Borgogno

    Braida

    Bricco Giubellini

    Bruna Grimaldi

    Cà di Cairè-Emanuele Rolfo

    Casa Vinicola Bruno Giacosa ed Az. Agr. Falletto

    Cascina Bruciata

    Cascina Ca' Rossa

    Cascina Garitina

    Cascina I Carpini

    Cascina La Ghersa

    Cascina Nuova-Elio Altare

    Cascina Val del Prete

    Castello di Neive

    Cogno

    Comm. G.B. Burlotto

    Conterno-Fantino

    Conterno Giacomo

    Coppo

    Corino

    Damilano

    Deltetto

    Domenico Clerico

    Deltetto

    Edoardo Sobrino

    Elio Perrone

    Enzo Boglietti

    E. Pira & Figli - Chiara Boschis

    Eraldo Viberti

    Ettore Germano

    Flavio Roddolo

    F.lli Cigliuti

    Fontanafredda

    Forti del Vento

    Gagliasso

    Gaja

    G.D. Vajra

    Giacomo Grimaldi

    Giacomo Vico

    Gianni Gagliardo

    Icardi

    Iuli

    Josetta Saffirio

    La Spinetta

    Luciano Sandrone

    Luigi Baudana

    Malabaila

    Malvirà

    Manzone

    Marchesi Alfieri

    Mascarello Giuseppe e figlio

    Massolino

    Matteo Correggia

    Mauro Molino

    Mauro Veglio

    Merenda con corvi

    Michele Taliano

    Moccagatta

    Montaribaldi

    Monti

    Nada Fiorenzo

    Negro Angelo

    Oddero

    Parusso

    Pelissero

    Pescaja

    Piero Busso

    Pio Cesare

    Podere Rocche dei Manzoni

    Poderi A. Bertelli

    Poderi Aldo Conterno

    Poderi Luigi Einaudi

    Principiano Ferdinando

    Produttori del Barbaresco

    Prunotto

    Raineri Gianmatteo

    Roberto Voerzio

    Rinaldi

    Rivetto

    Rizzi

    Schiavenza

    Sottimano

    Tenuta Rocca

    Tenute Cisa Asinari dei Marchesi di Grésy

    Ugo Lequio

    Vietti

    Villa Giada

    LOMBARDIA

    Barone Pizzini

    Bellavista

    Berlucchi

    Ca' del Bosco

    Camossi

    Cascina San Pietro

    Cavalleri

    Colline della Stella

    Contadi Castaldi

    Ferghettina

    Gatti Enrico

    La Montina

    Le Marchesine

    Majolini

    Mirabella

    Il Mosnel

    Montedelma

    Montenisa

    Monte Rossa

    Quadra

    Ricci Curbastro

    Ronco Calino

    Togni-Rebaioli (Enrico Togni)

    Uberti

    Villa

    VENETO

    Accordini Stefano

    Aldegheri

    Allegrini

    Anselmi

    Bertani

    Brigaldara

    Ca' Rugate

    Castellani Michele & Figli

    Coffele

    Dal Forno Romano

    David Sterza

    Fabiano

    Fasoli Gino

    Filippi

    F.lli Tedeschi

    Gini

    Inama

    I Stefanini

    Le Battistelle

    Le Ragose

    Maculan

    Masari

    Montecariano

    Monte dall'Ora

    Nardello

    Novaia

    Pieropan

    Portinari

    Prà

    Roccolo Grassi

    Sandro de Bruno

    Serafini & Vidotto

    Speri Viticoltori

    Tamellini

    Tenuta Bastia

    Tenuta L'Armonia

    Tenuta Sant'Antonio

    T.E.S.S.A.R.I.

    Tommaso Bussola

    Trabucchi d'Illasi

    Vigneto Due Santi

    Zenato

    Zymé

    TRENTINO-ALTO ADIGE

    Abbazia di Novacella

    Alois Lageder

    Arunda

    Balter

    Baron di Pauli

    Cantina di San Michele Appiano

    Cantina di Terlano

    Cantina Produttori di Bolzano

    Castelfeder

    Cesconi

    Dorigati

    Elena Walch

    Endrizzi

    Ferrari

    Foradori

    Franz Haas

    Hofstatter

    Letrari

    Lunelli

    Kurtatsch - Cortaccia

    Manincor

    Nals-Margreid

    Peter Dipoli

    Peter Sölva & Söhne

    Pojer & Sandri

    Strasserhof

    Tenuta San Leonardo

    Tiefenbrunner

    Tramin

    Weingut Niklas

    FRIULI VENEZIA-GIULIA

    Borgo del Tiglio

    Borgo San Daniele

    Castello di Spessa

    Colle Duga

    Colmello di Grotta

    Drius

    Ermacora

    Giovanni Dri

    Grillo

    Jermann

    La Viarte

    Le Due Terre

    Le Vigne di Zamo'

    Lis Neris

    Livio Felluga

    Livon

    Marco Felluga

    Picech

    Renato Keber

    Roberto Scubla

    Rocca Bernarda

    Ronchi di Manzano

    Ronco dei Tassi

    Ronco del Gelso

    Russiz Superiore

    Schiopetto

    Toros

    Tenuta di Blasig

    Venica & Venica

    Vie di Romans

    Vigna del Lauro

    Villa Russiz

    Volpe Pasini

    Zuani

    EMILIA-ROMAGNA

    Albinea Canali

    Bartolini

    Ca' di Sopra

    Calonga

    Cà Lunga

    Cantina della Volta

    Casetto dei Mandorli

    Castelluccio

    Cavicchioli

    Ceci

    Cleto Chiarli

    Drei Donà-Tenuta La Palazza

    Fattoria Monticino Rosso

    Fattoria Moretto

    Fattoria Paradiso

    Fattoria Zerbina

    Ferrucci

    Fiorentini

    Fondo San Giuseppe

    Gallegati

    Giovanna Madonia

    La Pandolfa

    La Stoppa

    La Tosa

    Le Barbaterre

    Lini 910

    Lusenti

    Medici Ermete

    Monte delle Vigne

    Paltrinieri

    Poderi Morini

    Rinaldini-Moro

    Rontana

    San Patrignano

    San Valentino

    Stefano Berti

    Tenuta La Viola

    Tenuta Pederzana

    Terre della Pieve

    Torre Fornello

    Tre Monti

    Tre Re'

    Villa Bagnolo

    Villa Papiano

    Villa di Corlo

    TOSCANA

    Agostina Pieri

    Amantis

    Antinori

    Avignonesi

    Baracchi

    Barone Ricasoli

    Bindella

    Biondi-Santi

    Boscarelli

    Brancaia

    Bulichella

    Caiarossa

    Ca' Marcanda

    Canalicchio di Sopra

    Canneto

    Capanna

    Capannelle

    Caparzo

    Capua

    Carlo Gentili

    Casanova di Neri

    Case Basse-Gianfranco Soldera

    Castell'in Villa

    Castello dei Rampolla

    Castello del Terriccio

    Castello di Ama

    Castello di Cacchiano

    Castello di Fonterutoli

    Castello di Gabbiano

    Castello di Querceto

    Castello di Volpaia

    Castello Monsanto

    Castel Pietraio

    Castelvecchio

    Castiglion del Bosco

    Cecchi

    Cinelli Colombini

    Col d'Orcia

    Colle Massari-Grattamacco

    Cupano

    Dei

    Donna Olga

    Duemani

    Enrico Fossi

    Fanti-San Filippo

    Fattoria Ambra

    Fattoria Casa Sola

    Fattoria La Torre

    Fattoria Le Pupille

    Fattoria Lornano

    Fattoria Poggio di Sotto

    Fattoria San Giusto a Rentennano

    Felsina

    Fontodi

    Fuligni

    Giuliano Tiberi

    Godiolo

    Gualdo del Re

    I Balzini

    Icario

    Il Borro

    Il Marroneto

    Il Paradiso di Manfredi

    Isole e Olena

    La Cerbaiola-Giulio Salvioni

    La Gerla

    Lanciola

    La Porta di Vertine

    La Rasina

    Le Macioche

    Le Potazzine-Gorelli

    Le Ragnaie

    Lisini

    Lornano

    Mastrojanni

    Michele Satta

    Monteraponi

    Montevertine

    Moris

    Nittardi

    Ormanni

    Petra

    Petrolo

    Pieve di Santa Restituta

    Podere Brizio-Roberto Bellini

    Podere Casanova

    Podere Il Palazzino

    Podere Sapaio

    Poggio Antico

    Poggio Argentiera

    Poggio Mandorlo

    Poggio Salvi

    Poggio Scalette

    Poliziano

    Prelius-Castelprile

    Querciabella

    Rignana

    Rocca di Montegrossi

    Ruffino

    San Fabiano Calcinaia

    Salustri

    Sanguineto

    Serpaia

    Scopone

    Stella di Campalto

    Tenimenti Angelini

    Tenuta Argentiera

    Tenuta Belguardo

    Tenuta degli Dei

    Tenuta dell'Ornellaia

    Tenuta di Ghizzano

    Tenuta di Trinoro

    Tenuta di Sesta

    Tenuta La Badiola

    Tenuta PoggioVerrano

    Tenuta San Guido

    Tenuta Sette Ponti

    Tenuta Vecchie Terre di Montefili

    Tenuta Villa Rosa

    Tenute Folonari

    Tenute Silvio Nardi

    Tolaini

    Varramista

    Villa I Cipressi

    Villa S. Anna

    UMBRIA

    Adanti

    Antonelli San Marco

    Arnaldo Caprai

    Bocale di Valentini

    Cantina Novelli

    Casale Triocco

    Castello della Sala

    Castello delle Regine

    Castello di Corbara

    Cesarini Sartori

    Colpetrone

    Fattoria Colleallodole

    Goretti

    Lamborghini

    Lungarotti

    Perticaia

    Scacciadiavoli

    Tabarrini

    Terre de la Custodia

    MARCHE

    Allevi Maria Letizia

    Belisario

    Bisci

    Boccadigabbia

    Brunori

    Bucci

    Clara Marcelli

    Colonnara

    Conti di Buscareto

    Fattoria Coroncino

    Fattoria Coroncino

    Fattoria Dezi

    Fattoria Laila

    Fattoria La Monacesca

    Fattoria Le Terrazze

    Fattoria San Lorenzo

    Fattoria Serra San Martino

    Fazi Battaglia

    Garofoli

    Lanari

    Moncaro

    Monteschiavo

    Moroder

    Oasi degli Angeli

    Santa Barbara

    Sartarelli

    Silvano Strologo

    Tenuta di Tavignano

    Umani Ronchi

    Vallerosa-Bonci

    Valter Mattoni

    Valturio

    Velenosi

    Veneranda Vite

    Vignamato

    ABRUZZO

    Anfra

    Barba

    Buccicatino

    Cataldi Madonna

    Col del Mondo

    Collefrisio

    Fattoria La Valentina

    Emidio Pepe

    Illuminati

    Lepore

    Masciarelli

    Montori

    Nestore Bosco

    Orlandi Contucci Ponno

    Pasetti

    Strappelli

    Torre dei Beati

    Valentini

    Zaccagnini

    BASILICATA

    Eleano

    Terra dei Re

    CAMPANIA

    Benito Ferrara

    Caggiano

    Colle di San Domenico

    Colli di Lapio

    Contrade di Taurasi

    De Conciliis

    Di Meo

    Donna Chiara

    Feudi di San Gregorio

    Fratelli Urciuolo

    Guastaferro

    Marisa Cuomo

    Mastroberardino

    Montevetrano

    Qintodecimo

    Torricino

    Terredora

    Villa Diamante

    Villa Matilde

    Villa Raiano

    Viticoltori del Casavecchia

    CALABRIA

    Cantine Viola

    SICILIA

    Baglio del Cristo di Campobello

    Baglio di Pianetto

    Benanti

    Cottanera

    Donnafugata

    Duca di Salaparuta

    Feudo Maccari

    Feudo Principi di Butera

    Graci

    Gulfi

    Masseria del Feudo

    Miceli

    Morgante

    Occhipinti

    Palari

    Passopisciaro

    Planeta

    Sallier de La Tour

    Tasca d'Almerita

    Tenuta delle Terre Nere

    Vini Biondi

  • « Cartoline Champagne Marguerite Guyot @ Ristorante Sadler – Milano – Chef Claudio Sadler | Home | Cartoline dal 175mo Meeting Amici Gourmet VG@Ristorante Jasmin dell’Hotel Bischofhof – Chiusa (BZ) – Chef Martin Obermarzoner »

    Ristorante La Pista del Lingotto – Torino – Chef Massimo Guzzone

    By ViaggiatoreGourmet | maggio 27, 2012

    NB Il ristorante ha chiuso, pertanto questo reportage è da intendersi come memoria storica.

    Ormai sono passati due anni dalla riapertura di questa suggestiva location. Così torniamo a trovare lo chef Massimo Guzzone e il suo staff per raccontare il consolidamento e la continua evoluzione di questo locale attraverso uno dei nostri reportage…

    Archivio storico reportage:

    -> Reportage dell’11 gennaio 2011
    -> Meeting del 5 ottobre 2011
    -> Meeting dell’8 agosto 2012

    Il borsino delle guide cartacee 2012
    Michelin non segnala
    Espresso non segnala
    Gambero Rosso assegna 83 e 59 alla cucina (novità)

    La squadra

    Lo staff di cucina

    Executive chef: Massimo Guzzone (classe ‘70)
    Secondo chef: Enzo Di Pasquale (classe ‘85)
    Chef pasticcere: Di Teodoro Leonardo (classe ‘86)
    Chef di partita: Walter Tumolo (classe ‘79)
    Chef di partita: Sebastiano Nardis (classe ‘90)
    Aiuto cuoco: Enrico Amelio (classe ‘90)

    Lo staff di sala

    Maître: Gianluca Calandra (classe ‘71)
    Chef sommelier: Ernesto Boggiani (classe ‘76)
    Chef de rang: Davide Riniti (classe ‘90)

    Mise en place

    Menù

    Lo chef Massimo Guzzone e il maître Gianluca Calandra confrontandosi con i clienti comporranno insieme il menù, che non si struttura nella canonica successione delle portate, ma in una creazione da attingere tra le proposte elencate. È disponibile anche un menù degustazione di carattere tradizionale.

    Il territorio

    Pancia di vitella cotta a bassa temperatura su asparagi e salsa al verde
    Agnolotti del plin alla piemontese
    Guancia di vitella profumata al tè con spuma di topinambur e sedano rapa
    Zabaione caldo al Marsala

    Menù completo € 50

    La pista

    Tre piatti a scelta più dessert

    Menù completo € 60

    In pista

    Tre piatti a scelta più dessert, più tre piatti scelti dallo chef

    Menù completo € 80

    Fuori pista

    Cinque piatti a scelta più dessert, più cinque piatti scelti dallo chef

    Menù completo € 110

    Le proposte

    Il foie gras incontra: la trippa di baccalà e la capasanta. Il tutto adagiato sopra una terra bianca alle erbette
    Grissino farcito di lardo e battuta di fassone al coltello con senape e crema di anacardi
    Carpaccio di agnello sambucano con Castelmagno, acciughe e spugnole
    Cotto e crudo di tonno, quinoa e foglia d’ostrica, centrifuga di lattuga ghiaccio al limone
    Ostriche in consistenza morbida, su sottobosco di crescione con mandorle e Martini
    Torcione di foie gras e gamberi rossi, pan brioche e giardinetto di limoni
    Riso di salicornia con sassi morbidi di ricotta, centrifuga di sedano e croccante di cipolla
    Scampo in polvere di patate viola, vitello e lardo con crema di cipolle al latte e wasabi
    Capretto al coltello con nocciole in foglie di alghe nori, siero di provola e frutto mangosteen
    Sgombro irrorato alla soia con finferli e porcini, salsa all’aglio dolce
    Gnocchetti di baccalà con purea di nocciola e brodo di carciofi
    Soffice di seppie e cocco, brodo di galanga e miso bianco
    Strisce di pasta alla ricotta di pecora con crema di broccoli, acciughe del Cantabrico e tuorlo d’uovo cotto all’olio
    Filetti di sogliola, la sua bottarga e salsa agli agrumi, chips di topinambur
    Triglie alla polvere di nocciole su passatina di ceci al cardamomo e insalata di radicchio alla liquirizia
    Petto d’anatra con cipolla bianca di Andezeno alle fave di tonka, salsa al caramello salato
    Lepre con carciofi, broccoli, puntarelle e polvere di senape
    Filetto di maialino in crosta di pistacchi, salsa alla liquirizia e petali di cipolla rossa
    Anguilla affumicata con crema di spinaci, petali di zenzero e spuma di panna acida al rafano
    Animelle di vitello con polvere di polline di camomilla, gel di limoni, foie gras e sesamo nero
    Black cod al nero di olive, indivia belga e salsa al limoncello

    I fornitori

    Carne piemontese: La Granda
    Vari: Jolanda de Colò; Selecta
    Futta, verdura, prodotti freschi extra europei: La Foglia
    Olio: Oleificio Vallone, Trapani; Oleificio Sololivo, Foggia
    Pasta: Antico pastificio Verrigni
    Uova: Paolo Parisi
    Formaggi: Caseificio Santalessandra
    Prodotti per la pasticceria: Pronto Service
    Farine: Mulino Quaglia

    Carta dei vini [16,5/20] (dettaglio)
    Tra le bollicine più rappresentative segnaliamo: Franciacorta Docg Vittorio Moretti 2004; Champagne Brut Grand Cru Blanc de Noirs 2002 Henry Quenardel; Champagne Brut Cuvée Dom Pérignon 1999 Moët & Chandon. Tra i vini bianchi: Langhe Doc Gaja & Rej 2008 Gaja; Corton Charlemagne Grand Cru 2007 Lucien Le Moine; Alto Adige Doc Pinot Blanc 1996 Cantina di Terlano. Tra i vini rossi: Barolo Docg Cannubi Boschis 2004 Sandrone; Barbaresco Docg Rabajà 2005 Bruno Giacosa; Charmes Chambertin Grand Cru 2006 Dupont Tisserandot. Tra i vini da dessert: Sauternes Deuxième Cru 2001 Château Lamothe-Guignard; Veneto Igt Acini Nobili 2003 Maculan. Curiosità: la bottiglia meno cara è Erbaluce di Caluso Docg La Rustia 2010 Orsolani (€ 18), quella più costosa è Pauillac Premier Grand Cru Classé Château Latour 2007 Château Latour (€ 1000).

    Abbinamento Vini
    Optiamo, come di consueto, per il servizio al calice.

    Pane [+++++]

    Tipologie del pane: integrale; bianco, pan brioche.

    Il burro

    Tipologie del burro: d’alpeggio; con foglie di curry, cannella, liquirizia e paprika; salato della Normadia.

    Piattooo!

    Americano in cannuccia con terra al profumo di zenzero d’aspirare e caviale italiano [+++++]

    Una proposta molto provocatoria e di grande impatto, che gioca su un parallelismo esplicito: la striscia bianca da sorbire, l’americano quasi rosso sangue e la dose sul cucchiaio. Il sapido del caviale, l’aroma pungente e fragrante dello zenzero e il bitter, sono sfumature tutte intense, centellinate con equilibrio.

    Ernesto Boggiani si è occupato del nostro servizio al calice con scrupolo e attenzione

    Franciacorta Docg Vittorio Moretti 2004 – Bellavista

    Uno dei Franciacorta più eleganti in assoluto, che non a caso porta il nome del patron di Bellavista. Cuvée millesimata di Chardonnay e Pinot Nero con un invecchiamento base di ben sette anni. La vera punta di diamante della Maison.

    Sassi di ricotta tiepidi su nero di seppia e centrifuga di sedano [+++++]

    Intrigante il sasso di ricotta, quasi ossimorico nello scarto tra consistenza attesa ed effettiva. Il nero di seppia e la centrifuga di sedano si mantengono su toni molto tenui, dando una doppia sensazione di freschezza, marina e vegetale.

    Il foie gras incontra la trippa di baccalà e la capasanta. Il tutto adagiato sopra una terra bianca alle erbette [16,5/20]

    Foie gras in versione balneare, esaltato per contrasto dalla sapidità del baccalà e per analogia dalla capasanta. La terra sottostante aumenta l’impressione aromatica del piatto e la sua consistenza polverosa si associa bene alla morbidezza degli altri ingredienti.

    Champagne Brut 1999 – Grongnet

    Cotto e crudo di tonno, quinoa e foglia d’ostrica, centrifuga di lattuga, ghiaccio al limone [17/20]

    Notevole la valorizzazione delle sensazioni prettamente fisiche del piatto, dall’alternanza di consistenze al divario termico degli elementi in gioco. Protagonista al gusto è il tonno, supportato dall’ostrica e placato da limone e lattuga.

    Il direttore del ristorante, Gianluca Calandra, ci presenta il prossimo piatto

    Ostriche in consistenza morbida, su sottobosco di crescione con mandorle e Martini [17/20]

    Un Oyster Martini riadattato in chiave più efficace, con le mandorle che aiutano le ostriche a reggere l’alcol e il crescione che le rifinisce con quella punta acida molto elegante.

    Langhe Doc Chardonnay L’Angelica 2007 – Rocche dei Manzoni

    Chardonnay proveniente dal cuore del territorio del Barolo, esattamente da due vigneti a Monforte d’Alba. Sia la fermentazione che l’affinamento di 15 mesi avvengono in barrique, utilizzata con grande sapienza, per costruire un bianco strutturato elegante e segnato da piacevoli note speziate.

    Gnocchetti di baccalà con purea di nocciola e brodo di carciofi [17/20]

    Proposta molto delicata, che ha come protagonisti i gustosi gnocchetti di baccalà e l’intenso brodo di carciofo, affermati su un solido background conferito dalla nocciola.

    Soffice di seppie e cocco, brodo di galanga e miso bianco [16,5/20]

    Un accostamento veramente interessante in ogni sua componente. Anzitutto perché si fonda su una strana coppia, ovvero seppia e cocco, che di per sé lascerebbe qualche dubbio. Ecco allora che entrano il scena il miso, per spostare gli equilibri più verso l’ambiente sapido, e l’erba galanga che con la sua freschezza e quel dolce pepato armonizza molto bene i sapori. Proposta difficile, ma ben riuscita.

    Etna Bianco Superiore Doc Pietramarina – Benanti

    Uno dei cru più pregiati dell’azienda, situato nel comune di Milo sulle pendici dell’Etna e realizzato esclusivamente con l’autoctono Carricante, piante di 80 anni di età. Un anno in vasca e un anno in bottiglia per un prodotto superbo e dall’identità scolpita.

    Filetti di sogliola, la sua bottarga e salsa agli agrumi, chips di topinambur [16,5/20]

    Si parte dall’idea della classica sogliola all’arancia per arrivare a una preparazione più completa, ottenuta con due colpi ben assestati. La bottarga sostiene meglio la sogliola nella sua stessa natura, mentre il topinambur, al di là della gradevole croccantezza, approfondisce l’aspetto dolce già riscontrabile nella salsa di agrumi.

    Barolo Docg Marenca 2007 – Luigi Pira

    Barolo di Serralunga d’Alba, affinato per due anni in tonneaux e barrique. Un esemplare molto suadente con tannini ben levigati e una stoffa promettente.

    Lepre con carciofi, broccoli, puntarelle e polvere di senape [17/20]

    Lepre squisita, valorizzata da una variopinta veste vegetale e con il mordente della senape a dare la carica.

    Pover’uovo [17/20]

    Un piatto di profondità e concentrazione incredibili, che nella perfezione dell’uovo di Paolo Parisi comprime la tenacia del Nebbiolo, peraltro del bravissimo Matteo Correggia. Intorno la potenza del Castelmagno, mentre sopra abbiamo la golosità del foie gras, ornata del profumo di pepe di Sarawak e una punta di sale Maldon. La foglia d’oro è un orpello finale giustamente celebrativo per questo piccolo capolavoro.

    La ricetta

    Ingredienti

    75 cl di Nebbiolo d’Alba Doc Val dei Preti Matteo Correggia
    Salsa al foie gras
    4 uova di Paolo Parisi
    50 g di Castelmagno
    Aceto balsamico 25 anni
    4 foglie d’oro
    Sale Maldon
    Pepe Sarawak
    250 g di torcione di foie gras affumicato
    25 cl di Porto
    25 cl di fondo bruno
    25 cl di panna
    9 g di colla di pesce
    20 cl di latte

    Procedimento

    Cuocere l’uovo a 62° per 2 ore. Nel frattempo portare a bollore in pentola il vino rosso e lasciar raffreddare; una volta pronte le uova, aprirle ancora calde e passarle in acqua fredda, poi successivamente trasportarle nel contenitore con il vino rosso per almeno 12 ore.
    Per la salsa al foie gras: mettere a rinvenire la colla in acqua fredda. Ridurre in un pentolino il Porto, quindi il fondo bruno e la panna; portare il tutto a 35 cl. Cuocere il foie gras sottovuoto a 72° per 15 min; con un frullatore mixare il foie gras insieme alla riduzione e la colla di pesce ben strizzata, aggiustare di sale e pepe, quindi stendere in un foglio di carta oleata, mettere in abbattitore a -18°. Tagliare a rettangoli di 5×4 cm.
    Per la salsa Castelmagno: mettere a bagnomaria 50 g di Castelmagno con 20 cl di latte fresco intero, lasciar ammorbidire e frullare il tutto.
    Presentazione: rigenerare l’uovo in forno a vapore per 2 minuti, adagiare su uno specchio di salsa al Castelmagno, quindi sopra all’uovo il rettangolino di foie gras, il sale Maldon, una generosa grattata di pepe di Sarawak e la foglia d’oro.

    La Sicilia nel piatto [17/20]

    Il nome del piatto è alquanto eloquente, i sapori e i profumi più caratteristici dell’Isola sono stati sapientemente orchestrati insieme. Il biscotto è farcito con crema di pistacchi di Bronte e appoggiato su una base di pomodori; a fianco abbiamo spuma di mandorle di Noto, gelato all’arancia e a coronare del basilico e del cappero candito.

    Marsala Superiore Doc Riserva 10 Anni – Marco De Bartoli

    Sui profumi della Sicilia non si poteva prescindere da un buon Marsala, riserva 10 anni di Samperi. L’azienda di Marco De Bartoli, oggi condotta sempre con successo dal figlio Renato, è un punto di riferimento indiscusso per questo vino.

    Birra Ambar - San Biagio

    Una birra a bassa fermentazione prodotta nel Parco del Subasio in Umbria. Benché il corpo sia abbastanza leggero, presenta sentori tostati e di caffè che a fine pasto sono molto ben accetti.

    Ciocco che passione [17/20]

    Esplosione trionfale di sinfonie cioccolatose con piacevoli risvolti fruttati. Si parte da uno sfondo croccante di fava di Tonka e uno streusel di fave di cacao, coperti da una polvere ghiacciata di cacao amaro tra cui svetta una roccia di gianduia fondente. Su questo strutturato fondale emergono gli elementi più gentili: la sala di Nutella e mirtillo, il gelato al cioccolato al latte e frutto della passione, il sandwich al cioccolato Caramelia.

    Chissà cosa ci vorrà preparare Ernesto???

    Coca&Jack

    Banana e Jack [16,5/20]

    Avviluppato in una pellicola di Jack Daniel’s troviamo un dolce insieme dominato dalle banane sciroppate, riprese da una spugna dal gusto affine. A favorire l’appaiamento tra i due elementi abbiamo un gelato di vaniglia, che riprende bene le note di legno nuovo presenti nel whiskey e un grissino al cacao che stempera con un filo di amarezza. In abbinamento, giustamente Coca&Jack.

    Coccole finali [+++++]

    Tipologie della piccola pasticceria: calippo allo yogurt e frutti di bosco; minisweet con lamponi; zabaione.

    Caffè [+++++]

    Caffè Giamaica Blue Mountain Gustotop.

    Lo zucchero a disposizione

    Tipologie dello zucchero: bianco da barbabietola; di canna; integrale di canna.

    Sauer Kirsch – Edelbrand

    Il nostro conto

    Menu degustazione da € 110 a cui bisogna aggiungere € 35 di abbinamento al calice.

    Cucina

    Una cucina in continua evoluzione e maturazione. Piatti creativi sia a livello estetico che gustativo, calibrati su equilibri sottili e stimolanti. La nuova struttura del menù permette al cliente di divertirsi come meglio crede.

    Servizio

    Un servizio professionale, che sa coccolare e viziare anche i clienti più esigenti.

    Conclusioni

    Location Straordinaria e in una piazza difficile come Torino, un indirizzo sicuro dove divertirsi e rilassarsi.

    Valutazioni: [* * * * *]

    CucinaServizioLocation – Cantina – Coccole

    Viaggiatore Gourmet

    Ristorante La Pista del Lingotto
    10126 Torino (TO)
    Via Nizza, 270
    Tel. 011.6313523
    Chiuso il sabato a pranzo e la domenica tutto il giorno
    E-mail: info@lapista.eu
    Sito internet:
    www.lapista.eu

    NB Il ristorante ha chiuso, pertanto questo reportage è da intendersi come memoria storica.


    Visualizzazione ingrandita della mappa


    Vi segnaliamo, che questo Ristorante è convenzionato con il Circuito Amici Gourmet e quindi i titolari della nostra esclusiva Card riservando con il proprio codice personale possono ottenere una serie di condizioni di privilegio (es: Miglior Tavolo, Aperitivo di Benvenuto, Piatto in più, NO costo Coperto e Servizio).

    Sei un appassionato Gourmet? Un addetto ai lavori? Un nostro affezionato lettore? E non sei ancora titolare della Nostra Card esclusiva Viaggiatore Gourmet? Sostieni la nostra Guida e in cambio ricevi coccole e privilegi scopri come… QUI. Ti aspettiamo!

    Topics: Convenzionato Viaggiatore Gourmet, Recensioni Piemonte, Reportage Ristoranti, Torino e provincia | 2 Comments »

    2 Responses to “Ristorante La Pista del Lingotto – Torino – Chef Massimo Guzzone”

    1. Cartoline dal 156mo Meeting di Altissimo Ceto Ristorante La Pista del Lingotto – Torino – Chef Massimo Guzzone | Viaggiatore Gourmet alias Altissimo Ceto! ;-) Says:
      maggio 30th, 2012 at 09:28

      [...] -> Reportage dell’11 gennaio 2011 -> Reportage del 27 maggio 2012 [...]

    2. Ristorante La pista del Lingotto – Torino – Chef Massimo Guzzone | Viaggiatore Gourmet alias Altissimo Ceto! ;-) Says:
      maggio 30th, 2012 at 09:30

      [...] -> Meeting del 5 ttobre 2011 -> Reportage del 27 maggio 2012 [...]