Viaggiatore Gourmet alias Altissimo Ceto! ;-)
Viaggiatore Gourmet alias Altissimo Ceto! ;-)
Viaggiatore Gourmet alias Altissimo Ceto! ;-)
Diario di esperienze e momenti enogastronomici
per appassionati viaggiatori esigenti e golosi
Viaggiatore Gourmet alias Altissimo Ceto! ;-)

  • Twitter Ufficiale!



  • Diventa anche tu un Viaggiatore Gourmet! ; Accoglienza speciale, coccole, privilegi, inviti ad eventi esclusivi…

    VG Card - Tipologie e Quote Annuali / Rinnovi
  • Premium Partner












  • I RISULTATI degli Altissimo Ceto Awards 2011 ! Clicca Sotto


  • Calendario

  • Partner Editore

  • Partner Education


  • VG Sponsored By








  • Sottottoscrivi il FEED per essere aggiornato ad ogni modifica.


  • Selected Web Link:


  • LETTURE CONSIGLIATE


    Book

    Ordina da IBS Italia

    ISBN: 8879288598
    Titolo: Il perfezionista. Vita e morte di un grande chef
    Autore: Chelminski Rudolph


    Book

    Ordina da IBS Italia

    ISBN: 9788836543274
    Titolo: La mia cucina pop. L'arte di caramellare i sogni.
    Autore: Oldani Davide


    Book

    Ordina da IBS Italia

    ISBN: 9788836543274
    Titolo: Cuoco andata e ritorno. Viaggi , sogni , ricette di un uomo che voleva cucinare
    Autore: Oldani Davide


  • La Guida dei Vini on-line di Altissimo Ceto:

  • Indice Geografico delle Cantine aderenti:

    PIEMONTE

    Albino Rocca

    Antica Casa Vinicola Scarpa

    Azelia

    Borgogno

    Braida

    Bricco Giubellini

    Bruna Grimaldi

    Cà di Cairè-Emanuele Rolfo

    Casa Vinicola Bruno Giacosa ed Az. Agr. Falletto

    Cascina Bruciata

    Cascina Ca' Rossa

    Cascina Garitina

    Cascina I Carpini

    Cascina La Ghersa

    Cascina Nuova-Elio Altare

    Cascina Val del Prete

    Castello di Neive

    Cogno

    Comm. G.B. Burlotto

    Conterno-Fantino

    Conterno Giacomo

    Coppo

    Corino

    Damilano

    Deltetto

    Domenico Clerico

    Deltetto

    Edoardo Sobrino

    Elio Perrone

    Enzo Boglietti

    E. Pira & Figli - Chiara Boschis

    Eraldo Viberti

    Ettore Germano

    Flavio Roddolo

    F.lli Cigliuti

    Fontanafredda

    Forti del Vento

    Gagliasso

    Gaja

    G.D. Vajra

    Giacomo Grimaldi

    Giacomo Vico

    Gianni Gagliardo

    Icardi

    Iuli

    Josetta Saffirio

    La Spinetta

    Luciano Sandrone

    Luigi Baudana

    Malabaila

    Malvirà

    Manzone

    Marchesi Alfieri

    Mascarello Giuseppe e figlio

    Massolino

    Matteo Correggia

    Mauro Molino

    Mauro Veglio

    Merenda con corvi

    Michele Taliano

    Moccagatta

    Montaribaldi

    Monti

    Nada Fiorenzo

    Negro Angelo

    Oddero

    Parusso

    Pelissero

    Pescaja

    Piero Busso

    Pio Cesare

    Podere Rocche dei Manzoni

    Poderi A. Bertelli

    Poderi Aldo Conterno

    Poderi Luigi Einaudi

    Principiano Ferdinando

    Produttori del Barbaresco

    Prunotto

    Raineri Gianmatteo

    Roberto Voerzio

    Rinaldi

    Rivetto

    Rizzi

    Schiavenza

    Sottimano

    Tenuta Rocca

    Tenute Cisa Asinari dei Marchesi di Grésy

    Ugo Lequio

    Vietti

    Villa Giada

    LOMBARDIA

    Barone Pizzini

    Bellavista

    Berlucchi

    Ca' del Bosco

    Camossi

    Cascina San Pietro

    Cavalleri

    Colline della Stella

    Contadi Castaldi

    Ferghettina

    Gatti Enrico

    La Montina

    Le Marchesine

    Majolini

    Mirabella

    Il Mosnel

    Montedelma

    Montenisa

    Monte Rossa

    Quadra

    Ricci Curbastro

    Ronco Calino

    Togni-Rebaioli (Enrico Togni)

    Uberti

    Villa

    VENETO

    Accordini Stefano

    Aldegheri

    Allegrini

    Anselmi

    Bertani

    Brigaldara

    Ca' Rugate

    Castellani Michele & Figli

    Coffele

    Dal Forno Romano

    David Sterza

    Fabiano

    Fasoli Gino

    Filippi

    F.lli Tedeschi

    Gini

    Inama

    I Stefanini

    Le Battistelle

    Le Ragose

    Maculan

    Masari

    Montecariano

    Monte dall'Ora

    Nardello

    Novaia

    Pieropan

    Portinari

    Prà

    Roccolo Grassi

    Sandro de Bruno

    Serafini & Vidotto

    Speri Viticoltori

    Tamellini

    Tenuta Bastia

    Tenuta L'Armonia

    Tenuta Sant'Antonio

    T.E.S.S.A.R.I.

    Tommaso Bussola

    Trabucchi d'Illasi

    Vigneto Due Santi

    Zenato

    Zymé

    TRENTINO-ALTO ADIGE

    Abbazia di Novacella

    Alois Lageder

    Arunda

    Balter

    Baron di Pauli

    Cantina di San Michele Appiano

    Cantina di Terlano

    Cantina Produttori di Bolzano

    Castelfeder

    Cesconi

    Dorigati

    Elena Walch

    Endrizzi

    Ferrari

    Foradori

    Franz Haas

    Hofstatter

    Letrari

    Lunelli

    Kurtatsch - Cortaccia

    Manincor

    Nals-Margreid

    Peter Dipoli

    Peter Sölva & Söhne

    Pojer & Sandri

    Strasserhof

    Tenuta San Leonardo

    Tiefenbrunner

    Tramin

    Weingut Niklas

    FRIULI VENEZIA-GIULIA

    Borgo del Tiglio

    Borgo San Daniele

    Castello di Spessa

    Colle Duga

    Colmello di Grotta

    Drius

    Ermacora

    Giovanni Dri

    Grillo

    Jermann

    La Viarte

    Le Due Terre

    Le Vigne di Zamo'

    Lis Neris

    Livio Felluga

    Livon

    Marco Felluga

    Picech

    Renato Keber

    Roberto Scubla

    Rocca Bernarda

    Ronchi di Manzano

    Ronco dei Tassi

    Ronco del Gelso

    Russiz Superiore

    Schiopetto

    Toros

    Tenuta di Blasig

    Venica & Venica

    Vie di Romans

    Vigna del Lauro

    Villa Russiz

    Volpe Pasini

    Zuani

    EMILIA-ROMAGNA

    Albinea Canali

    Bartolini

    Ca' di Sopra

    Calonga

    Cà Lunga

    Cantina della Volta

    Casetto dei Mandorli

    Castelluccio

    Cavicchioli

    Ceci

    Cleto Chiarli

    Drei Donà-Tenuta La Palazza

    Fattoria Monticino Rosso

    Fattoria Moretto

    Fattoria Paradiso

    Fattoria Zerbina

    Ferrucci

    Fiorentini

    Fondo San Giuseppe

    Gallegati

    Giovanna Madonia

    La Pandolfa

    La Stoppa

    La Tosa

    Le Barbaterre

    Lini 910

    Lusenti

    Medici Ermete

    Monte delle Vigne

    Paltrinieri

    Poderi Morini

    Rinaldini-Moro

    Rontana

    San Patrignano

    San Valentino

    Stefano Berti

    Tenuta La Viola

    Tenuta Pederzana

    Terre della Pieve

    Torre Fornello

    Tre Monti

    Tre Re'

    Villa Bagnolo

    Villa Papiano

    Villa di Corlo

    TOSCANA

    Agostina Pieri

    Amantis

    Antinori

    Avignonesi

    Baracchi

    Barone Ricasoli

    Bindella

    Biondi-Santi

    Boscarelli

    Brancaia

    Bulichella

    Caiarossa

    Ca' Marcanda

    Canalicchio di Sopra

    Canneto

    Capanna

    Capannelle

    Caparzo

    Capua

    Carlo Gentili

    Casanova di Neri

    Case Basse-Gianfranco Soldera

    Castell'in Villa

    Castello dei Rampolla

    Castello del Terriccio

    Castello di Ama

    Castello di Cacchiano

    Castello di Fonterutoli

    Castello di Gabbiano

    Castello di Querceto

    Castello di Volpaia

    Castello Monsanto

    Castel Pietraio

    Castelvecchio

    Castiglion del Bosco

    Cecchi

    Cinelli Colombini

    Col d'Orcia

    Colle Massari-Grattamacco

    Cupano

    Dei

    Donna Olga

    Duemani

    Enrico Fossi

    Fanti-San Filippo

    Fattoria Ambra

    Fattoria Casa Sola

    Fattoria La Torre

    Fattoria Le Pupille

    Fattoria Lornano

    Fattoria Poggio di Sotto

    Fattoria San Giusto a Rentennano

    Felsina

    Fontodi

    Fuligni

    Giuliano Tiberi

    Godiolo

    Gualdo del Re

    I Balzini

    Icario

    Il Borro

    Il Marroneto

    Il Paradiso di Manfredi

    Isole e Olena

    La Cerbaiola-Giulio Salvioni

    La Gerla

    Lanciola

    La Porta di Vertine

    La Rasina

    Le Macioche

    Le Potazzine-Gorelli

    Le Ragnaie

    Lisini

    Lornano

    Mastrojanni

    Michele Satta

    Monteraponi

    Montevertine

    Moris

    Nittardi

    Ormanni

    Petra

    Petrolo

    Pieve di Santa Restituta

    Podere Brizio-Roberto Bellini

    Podere Casanova

    Podere Il Palazzino

    Podere Sapaio

    Poggio Antico

    Poggio Argentiera

    Poggio Mandorlo

    Poggio Salvi

    Poggio Scalette

    Poliziano

    Prelius-Castelprile

    Querciabella

    Rignana

    Rocca di Montegrossi

    Ruffino

    San Fabiano Calcinaia

    Salustri

    Sanguineto

    Serpaia

    Scopone

    Stella di Campalto

    Tenimenti Angelini

    Tenuta Argentiera

    Tenuta Belguardo

    Tenuta degli Dei

    Tenuta dell'Ornellaia

    Tenuta di Ghizzano

    Tenuta di Trinoro

    Tenuta di Sesta

    Tenuta La Badiola

    Tenuta PoggioVerrano

    Tenuta San Guido

    Tenuta Sette Ponti

    Tenuta Vecchie Terre di Montefili

    Tenuta Villa Rosa

    Tenute Folonari

    Tenute Silvio Nardi

    Tolaini

    Varramista

    Villa I Cipressi

    Villa S. Anna

    UMBRIA

    Adanti

    Antonelli San Marco

    Arnaldo Caprai

    Bocale di Valentini

    Cantina Novelli

    Casale Triocco

    Castello della Sala

    Castello delle Regine

    Castello di Corbara

    Cesarini Sartori

    Colpetrone

    Fattoria Colleallodole

    Goretti

    Lamborghini

    Lungarotti

    Perticaia

    Scacciadiavoli

    Tabarrini

    Terre de la Custodia

    MARCHE

    Allevi Maria Letizia

    Belisario

    Bisci

    Boccadigabbia

    Brunori

    Bucci

    Clara Marcelli

    Colonnara

    Conti di Buscareto

    Fattoria Coroncino

    Fattoria Coroncino

    Fattoria Dezi

    Fattoria Laila

    Fattoria La Monacesca

    Fattoria Le Terrazze

    Fattoria San Lorenzo

    Fattoria Serra San Martino

    Fazi Battaglia

    Garofoli

    Lanari

    Moncaro

    Monteschiavo

    Moroder

    Oasi degli Angeli

    Santa Barbara

    Sartarelli

    Silvano Strologo

    Tenuta di Tavignano

    Umani Ronchi

    Vallerosa-Bonci

    Valter Mattoni

    Valturio

    Velenosi

    Veneranda Vite

    Vignamato

    ABRUZZO

    Anfra

    Barba

    Buccicatino

    Cataldi Madonna

    Col del Mondo

    Collefrisio

    Fattoria La Valentina

    Emidio Pepe

    Illuminati

    Lepore

    Masciarelli

    Montori

    Nestore Bosco

    Orlandi Contucci Ponno

    Pasetti

    Strappelli

    Torre dei Beati

    Valentini

    Zaccagnini

    BASILICATA

    Eleano

    Terra dei Re

    CAMPANIA

    Benito Ferrara

    Caggiano

    Colle di San Domenico

    Colli di Lapio

    Contrade di Taurasi

    De Conciliis

    Di Meo

    Donna Chiara

    Feudi di San Gregorio

    Fratelli Urciuolo

    Guastaferro

    Marisa Cuomo

    Mastroberardino

    Montevetrano

    Qintodecimo

    Torricino

    Terredora

    Villa Diamante

    Villa Matilde

    Villa Raiano

    Viticoltori del Casavecchia

    CALABRIA

    Cantine Viola

    SICILIA

    Baglio del Cristo di Campobello

    Baglio di Pianetto

    Benanti

    Cottanera

    Donnafugata

    Duca di Salaparuta

    Feudo Maccari

    Feudo Principi di Butera

    Graci

    Gulfi

    Masseria del Feudo

    Miceli

    Morgante

    Occhipinti

    Palari

    Passopisciaro

    Planeta

    Sallier de La Tour

    Tasca d'Almerita

    Tenuta delle Terre Nere

    Vini Biondi

  • « Cartoline dalla Conferenza stampa per L’Enciclopedia del Vino di Luca Gardini – N’Ombra de Vin – Milano | Home | Guida dei Vini di Altissimo Ceto 2012 – Veneto – Soave »

    Ristorante Gardenia – Caluso (TO) – Chef Mariangela Susigan

    By ViaggiatoreGourmet | marzo 31, 2012

    Ristorante di grande tradizione e straordinaria accoglienza, mano davvero felice in cucina per una proposta di piatti attuale e di grande coerenza…

    Archivio storico reportage:
    -> Reportage dell’11 dicembre 2006
    -> Reportage del 10 novembre 2012

    Il borsino delle guide cartacee 2012
    Michelin assegna una stella e tre coperti
    Espresso assegna 15,5/20 (nel 2011 15)
    Gambero Rosso assegna 83 e 50 alla cucina

    La squadra

    Lo staff di cucina

    Executive chef: Mariangela Susigan
    Sous chef e responsabile secondi: Michele Valsania (classe ‘72)
    Responsabile primi piatti: Satoru Ueda (classe ‘88)
    Responsabile antipasti: Hitoshi Umehara (classe ‘84)
    Pasticcere: Riccardo Merlo (classe ‘93)

    Lo staff di sala
    Carmine Aquila (classe ‘82)
    Farida Boron (classe ‘93)

    Sala e mise en place

    Tavola e mise en place

    Menù

    Riportiamo, come sempre, il menù degustazione e quello alla carta.

    Canavese.it

    Il fassone in alpeggio: crescione, oxalis e salignun
    Terrina di bollito, salsa al rafano, pere Martin Sec
    Uovo croccante, il nostro orto d’inverno, fonduta di toma d’alpe
    Cannoli di farina di carrube, zucca gialla, tarassaco, blu di pecora
    Ravioli di tre carni, cavolo e riso nel loro sugo
    La mitunà: zuppa di cavolo di Montalto, toma d’alpeggio, plin di salampatata
    Fritto misto della nostra tradizione
    Finanziera reale
    Anatra cotta in due modi, Martin Sec, scalogni, salsa al mosto d’uva
    Dessert alla carta

    Menù completo € 50

    Oggi

    Aperitivo e apribocca
    Piccione, insalata di radicchio e melograno, rabarbaro, fegato grasso d’anatra
    Capesante appena scottate, purè di cavolfiori, cipollotto e zenzero
    Ravioli di verdure e radici all’olio di nocciole, salsa d’alici
    Scamone di fassone, midollo alle erbe fini, purè di sedano rapa, riduzione al Carema
    Formaggi blu, un calice di passito di Caluso
    Cilindro di torrone, zabaione d’agrumi, veli d’ananas al pepe di Sichuan
    Piccola pasticceria, caffè

    Menù completo € 80 – per tutto il tavolo

    Gioco

    Cinque portate: 2 antipasti, 1 primo, 1 secondo, 1dolce, liberamente dalla carta

    Menù completo € 70

    Il menù alla carta

    Antipasti

    Ostrica in viaggio (crudi di pescato, salsa d’ostrica, salsa allo yogurt) € 35,00
    Il fassone in alpeggio: crescione, oxalis e salignun € 20,00
    Terrina di bollito, salse dei nostri padri, pere senapate € 18,00
    Piccione, insalata di radicchio e melograno, rabarbaro, fegato grasso d’anatra € 25,00
    Uovo croccante, il nostro orto d’inverno, fonduta di toma d’alpe, essenze e colori € 18,00
    Baccalà candito, Pignoletto rosso, salampatata, puccia, nero di seppia € 20,00
    Noci di capesante appena scottate, purè di cavolfiori, cipollotto e zenzero € 25,00

    Primi piatti

    Ravioli di tre carni, cavolo e riso nel loro sugo € 18,00
    Cannoli di farina di carrube, zucca gialla, tarassaco, blu di pecora € 16,00
    Ravioli di verdure e radici all’olio di nocciole, salsa d’alici € 18,00
    Risotto Carnaroli, zafferano, liquirizia e filoni € 18,00
    La mitunà: zuppa di cavolo di Montalto, toma d’alpeggio, plin di salampatata € 18,00
    Il primo gourmand: cannoli di scorfano e crostacei, tisana di zenzero e menta € 20,00

    Secondi

    ll fritto misto della nostra tradizione € 25,00
    Scamone di fassone, midollo alle erbe fini, purè di sedano rapa, riduzione al Carema € 25,00
    Anatra cotta in due modi, Martin Sec, scalogni salsa al mosto d’uva € 25,00
    Spalla di vitellino cotta all’olio d’erbe fini, ortaggi novelli, salsa all’agro di miele € 25,00
    Antica finanziera reale € 18,00
    Cosciotto di lepre cacciata, civet al Barolo, polentina di Pignoletto rosso alle spezie € 20,00
    Rognone di sanato piemontese, salsa di senape in grani, orto € 18,00
    Pescato, patate al rosmarino, carciofi, salsa di bottarga

    Dolci

    Variazione di sorbetti e frutti su piccole meringhe € 13,00
    Soufflé al frutto della passione, zuppa esotica, sorbetto allo zenzero € 13,00
    Gioco ai tre cioccolati Valrhona (peperoncino, pomodoro, lampone) € 13,00
    Millefoglie di marroni di Borgo San Dalmazzo, mele caramellate al rhum € 13,00
    Cilindro di torrone, zabaione d’agrumi, veli d’ananas al pepe di Sichuan € 13,00
    Biscotto di pan di spezie, pera al Barolo chinato, gelato al tabacco € 13,00
    Struttura di cioccolato, pistacchio e lampone, gelato al pistacchio € 13,00
    Come un tiramisù, chiacchiere € 13,00
    Zabaione al passito di Caluso, torcetti, nocciolini di Chivasso € 13,00

    I fornitori

    Caffè: Piovano Caffè
    Salampatata del Canavese: Macelleria Actis Dato, Caluso
    Fassone piemontese: La Granda, Savigliano
    Uova: Le Macchie d’Olio; Parisi
    Farine: Mulino Marino
    Olio: Benza, Imperia
    Riso Carnaroli: Riso Gallo; Principato Di Lucedio
    Pesce: Cooperativa di Savona; Metro Borgaro, Torino; Cascina Italia, Carmagnola
    Formaggi: Az. Agr. Lago Nero, Cesana; Villa Valchiusella; Cascina Albertana, Netro

    Carta dei vini [16,5/20] (dettaglio)

    Tra le bollicine più rappresentative segnaliamo: Franciacorta Docg Cuvée Annamaria Clementi 2003 Ca’ del Bosco; Franciacorta Docg Cuvée Satèn Bellavista; Franciacorta Docg Comarì del Salem Uberti. Tra i vini bianchi: Venezia Giulia Igt Oslavje 2005 Radikon; Langhe Doc 2009 Gaia & Rey Gaja; Erbaluce di Caluso Docg Costa Paradiso 2007 Roberto Crosio. Tra i vini rossi: Langhe Doc Sperss 2007 Gaja; Barbaresco Docg Starderi 2007 La Spinetta; Barolo Docg Ciabot Mentin Ginestra 2005 Domenico Clerico. Tra i vini da dessert: Caluso Passito Doc 1974 Gnavi; Venezia Giulia Igt Tal Lùc 2002 Lis Neris. Curiosità: la bottiglia meno cara è Canavese Rosso Doc Roberto Crosio (€ 15), quella più costosa è Barolo Docg Monfortino 2001 Giacomo Conterno (€ 400).

    Abbinamento Vini

    Optiamo, come di consueto, per il servizio al calice.

    Aperitivo

    Champagne Brut Rosé – Billecart-Salmon

    Uno dei prodotti più storici della maison, prodotto da oltre sette generazioni sempre con la solita cuvée di Chardonnay, Pinot Meunier e Pinot Noir. Rosé di grande spessore, forte di un’esperienza difficilmente eguagliabile.

    Pane [+++++]

    Tipologie del pane: farina di grano duro; farina integrale e avena; noci e uva passa; focaccia alle olive Taggiasche; miacce di farina di mais; tegole di riso rosso; grissini stirati a mano.

    Aperitivo [+++++]

    Tipologie degli stuzzichini: bignè di salampatata; alice in kataifi; ortaggi fritti in pastella alla birra.

    Gavi Docg 2010 – Marchese Luca Spinola

    Uno dei migliori cru di Gavi dell’azienda degli Spinola, famiglia dal nobile retaggio da sempre legata alle vicende della Repubblica Genovese. Proviene dal comune di Tassarolo, sulle propaggini piemontesi dell’Appennino Ligure ed esprime al meglio le caratteristiche dell’uva Cortese con cui è realizzato.

    Piattooo!

    Terrina di bollito, salse dei nostri padri, pere senapate [17/20]

    Un classico della cucina piemontese prodotto al meglio, servito con il tradizionale bagnetto e una salsa di rafano molto azzeccata. Piacevolissima la crosta della terrina realizzata con le foglie di cavolo.

    La ricetta

    Ingredienti per 10 porzioni

    Per il bollito:
    1 cotechino
    1 lingua di vitello piemontese
    1 kg di polpa di stinco di vitello piemontese
    ½ cavolo verza
    1 porro
    2 cipollotti
    2 pomodori
    3 fogli di gelatina
    Sedano carota e cipolla per il brodo

    Per la salsa di rafano:
    100 g di rafano
    50 ml di aceto vino bianco
    30 ml d’olio oliva extravergine
    1 cucchiaino di zucchero
    Mollica di pane

    Per il bagnetto:

    100 g prezzemolo
    5 acciughe sotto sale
    100 ml d’olio di semi
    1 cucchiaino di aceto di vino rosso
    1 cucchiaino di salsa rubra
    2 uova
    Mollica di pane
    Sale

    Procedimento

    Preparare del brodo di verdura con sedano, carota e cipolla e farlo intiepidire. In due pentole separate mettere a bollire nel brodo di verdure lo stinco e la lingua a una temperatura che non superi i 90° per due ore circa e lasciar intiepidire in pentola.
    Bollire il cotechino partendo da acqua fredda per circa un’ora e mezza da quando l’acqua bolle, lasciar intiepidire.
    Lavare le foglie di cavolo e privarle della costola centrale, farle bollire e raffreddare in acqua e ghiaccio.
    Lavare bene e poi bollire il porro e i cipollotti, raffreddare in acqua e ghiaccio, candire il pomodoro tagliato a petali al forno a 90° per un’ora.
    Asciugare bene le foglie di cavolo, il porro e il cipollotto e tagliare questi ultimi in quattro pezzi lunghi.
    Filtrare 500 ml di brodo dello stinco e sciogliere a caldo la gelatina.
    Foderare una terrina di porcellana con le foglie di cavolo ben asciutte e montare la terrina alternando in bella guisa la lingua, lo stinco e il cotechino tiepidi, tagliati a fette lunghe e strette, alternare altresì il porro, il cipollotto e il pomodoro, bagnare ogni tanto con un po’ di gelatina tiepida.
    Chiudere la terrina con le foglie di cavolo rimaste, pressare per dodici ore con pesi di legno in modo che il tutto si compatti raffredddando in frigorifero.
    Per la salsa di rafano grattuggiare la radice di rafano e montare al mixer la salsa con gli altri ingrdienti e la mollica bagnata con l’aceto.
    Per il bagnetto dissalare le acciughe e tagliarle a tocchetti, bollire per cinque minuti le uova, raffreddare e recuperare i tuorli; tritare finemente il prezzemolo. Amalgamare con il mixer tutti gli ingredienti fino a ottenere una salsa omogenea.
    Servire la terrina a fette spesse 1 cm accompagnata dalle salse e da frutta senapata.

    Il fassone in alpeggio: crescione, oxalis e salignun [16,5/20]

    Titolo quanto mai azzeccato, che riproduce proprio intorno al fassone i profumi e le emozioni di montagna. Mariangela ha profuso in questo piatto la sua profonda conoscenza della Valchiusella e delle sue erbe, creando uno scenario da cartolina edibile. Anche il salignun si colloca perfettamente in questo mosaico, essendo una ricotta asciugata e aromatizzata tipica della Valle.

    La ricetta

    Ingredienti

    500 g di coscia di fassone razza piemontese
    0,15 g di salignun della Valchiusella
    6 foglioline d’oxalis
    Senape al miele
    Fiori commestibili raccolti in alpeggio
    Semi di cumino
    Bacche di ginepro

    Per la salsa:
    1 scalogno tritato
    0,3 g di crescione di sorgente
    2 cucchiai d’aceto di mele
    100 cl di brodo di pollo
    0,5 l olio d’oliva extravergine

    Per la sfoglia alla segale:
    125 g di farina 00 di Mulino Marino
    125 g di farina di segale
    180 g di acqua
    250 g burro
    75 farina 00

    Procedimento

    Lavare molto accuratamente il crescione, frullare al mixer tutti gli ingredienti e ottenere una salsa omogenea. Mantecare il salignun con le foglioline d’oxalis tritate finemente, lavorare la sfoglia di segale usando gli ingredienti citati e cuocere al forno tra due placche a 180° per 8 minuti.
    Preparare un trito di ginepro e cumino, battere al coltello il fassone come per una tartare, formare un cubo con il fassone, spalmarlo con senape, disporre uno strato di briciole di sfoglia di segale.
    Fare il prato con la salsa di crescione, guarnire con i fiori e l’oxalis e il crescione. Formare una piccola quenelle di salignun e condire con emulsione d’olio e aceto balsamico.

    Soave Classico Doc Casette Foscarin 2010 – Monte Tondo

    Soave proveniente dal cuore della zona Classica, sulle pendici del Monte Foscarino, in particolare dal cru Casette. La Garganega è affiancata nell’uvaggio da Trebbiano e Chardonnay, per favorire l’affinamento del vino che avviene sia in barrique che in tonneaux per circa 8 mesi.

    Erbaluce Doc Costa Pardiso – Roberto Crosio

    Il vino di casa, nel senso che il ristorante Gardenia è situato all’interno di questa azienda vinicola, gestita dal figlio dei titolari Roberto Crosio. Tanto impegno e valorizzazione totale del vitigno simbolo del Canavese, l’Erbaluce. Il Costa Pardiso è la versione strutturata, dovuta all’affinamento di un anno in barrique, che gli consente di tenere il passo con il piccione e il foie gras.

    Piccione, insalata di radicchio e melograno, rabarbaro, fegato grasso d’anatra [16,5/20]

    Grande cura dei dettagli nella costruzione di questo piatto, in cui il foie gras viene alleggerito da una progressione lineare di rabarbaro e melograno, in modo da bilanciare al meglio la raffinata accoppiata di piccione e radicchio.

    Insalata tiepida di coniglio, carciofi, calamari all’olio di nocciola [16,5/20]

    Bella fusione di due ingredienti molto delicati e gustativamente ben diversi come coniglio e calamari, che si destreggiano tra la piacevolezza del carciofo. L’uso dell’olio di nocciola, più morbido e molto meno aromatico dell’olio d’oliva, aiuta a tenere insieme il piatto lasciando piena potenzialità espressiva ai suoi protagonisti.

    Erbaluce Docg Primavigna 2010 – Roberto Crosio

    Stavolta proviamo la versione classica di Erbaluce, più longilinea e con maggior sapidità, ben spendibile sul prossimo piatto.

    Baccalà candito, Pignoletto rosso, salampatata, puccia, nero di seppia [16,5/20]

    Gustoso baccalà in umido cucinato con grande identità territoriale. La polentina che lo accoglie è infatti stata realizzata con il Pignoletto rosso, una pregiata varietà autoctona di mais, mentre ad accompagnarla abbiamo la fantastica salampatata, un insaccato prettamente locale, la cui pasta è realizzata con l’aggiunta di patate bollite. La puccia è invece fatta con delle seppioline, in modo da mettere complessivamente in risalto il pesce.

    Uovo croccante, il nostro orto d’inverno, fonduta di toma d’alpe, essenze e colori [17/20]

    Il caldo abbraccio dell’uovo e della fonduta si unisce a meraviglia con le fresche variazioni vegetali della misticanza invernale. Piatto di sostanza dall’eleganza genuina.

    Ravioli di verdure e radici all’olio di nocciole, salsa d’alici [16,5/20]

    Mariangela, come in un gioco, ha sapientemente mescolato in questi ravioli diverse consistenze di ortaggi, che non abbisognano d’altro se non della persistenza marina data dalle alici e del tocco gentile e croccante della nocciola.

    Cannoli di farina di carrube, zucca gialla, tarassaco, blu di pecora [16,5/20]

    Cannoli molto prelibati, dove il dolce latente della carruba viene portata in avanti da quello della farcitura di zucca. A mitigare il carattere del piatto ci pensano da un lato la crema di blu di pecora e dall’altro la nota amarognola del tarassaco.

    La mitunà: zuppa di cavolo di Montalto, toma d’alpeggio, plin di salampatata [16,5/20]

    Una tipica preparazione del Piemonte settentrionale, che trova diversi corrispettivi in molte parti d’Italia. La mitunà è un zuppa a base di pane raffermo in cui a questo si alternano strati di cavolo stufato e formaggio, in questo caso toma d’alpeggio. La versione propostaci si presenta ancora più sostanziosa e appetitosa, in quanto il pane è sostituito dal plin di salampatata, salume locale di cui abbiam parlato prima.

    Canavese Doc Goccia Nera – Roberto Crosio

    Una Barbera in purezza di buona beva, con un abito elegante cucitole dall’affinamento in barrique. Il bravo Roberto dimostra di sapersela cavare molto bene anche sui rossi.

    Gemini – Roberto Crosio

    Nebbiolo 100% coltivato qui nel Canavese. Alla classica eleganza del vitigno aggiunge una venatura tutta territoriale di fumé molto gradevole.

    Scamone di fassone, midollo alle erbe fini, purè di sedano rapa, riduzione al Carema [16,5/20]

    Fassone fiero, irrorato dal Carema, una delle tante declinazioni piemontesi del Nebbiolo, in questo caso della provincia di Torino. La finezza al piatto viene data dalle erbette supportate da uno squisito midollo. Corretto il sedano rapa per contornare.

    Anatra cotta in due modi, Martin Sec, scalogni, salsa al mosto d’uva [16,5/20]

    Tra i secondi è il più sensuale nell’immediato, con le note fruttate che penetrano la mostosità dell’anatra. Piatto di mestiere giocato al meglio.

    Fritto misto della nostra tradizione [17,5/20]

    Una delle sfide più eccitanti e spesso impegnative per un gourmet, visto che si possono sfiorare le trenta portate quando si vuole andar giù pesanti. Fortunatamente Mariangela ha il dono della sintesi e ci propone solo i pezzi più emblematici per rappresentare la frutta, le verdure e le frattaglie, senza tralasciare il doveroso semolino.

    Caluso Passito Doc - Roberto Crosio

    È finalmente l’ora di provare anche il passito di Erbaluce, la perla di questa zona vinicola. Si presenta con tutta la sua consueta suadenza, opulenta e rinfrescante.

    Il carrello dei formaggi

    Selezioni di formaggi [+++++]

    Soufflé al frutto della passione, zuppa esotica, sorbetto allo zenzero [16,5/20]

    Le sensazioni esotiche e speziate sono perfette per aprire la fase dolce e soprattutto per duettare con i sentori del passito.

    Biscotto di pan di spezie, pera al Barolo chinato, gelato al tabacco [16,5/20]

    Magnifico connubio che ruota intorno al Barolo chinato, di cui le spezie riprendono l’aromatizzazione di china, mentre il gelato la sfumatura di tabacco del vino.

    Struttura di cioccolato, pistacchio e lampone; gelato al pistacchio [16,5/20]

    Degna chiusura. Una mezzaluna a strati che partendo dal cuore di lampone si rafforza nella struttura con il pistacchio fino ad arrivare al guscio di cioccolato.

    Coccole finali [+++++]

    Tipologie della piccola pasticceria: bon bon di pasta di mandorle e glassa; latte di mandorle alla lavanda e zafferano; tartufo al cioccolato pralinato; bignola al pistacchio; torcetti d’Agliè; paste di meliga; macaron al cioccolato e frutto passione; financier al cioccolato e violetta; bon bon di nocciola e meringa; sfoglia all’olio e confettura d’albicocca.

    Caffè [+++++]

    Caffè 100% Arabica Piovano.

    Cucina

    Mano femminile che conferisce continuità, rigore, precisione per ogni portata e per ogni presentazione.

    Servizio

    Premuroso, presente e di buon mestiere.

    Conclusioni

    Un approdo sicuro, una cucina intrigante e appagante, che interpreta gli accostamenti in chiave decisamente attuale, coinvolgendo il palato con materie prime sempre in spiccata evidenza, mai mortificate dalla tecnica.

    Valutazioni: [* * * * *]

    CucinaServizio – Location – Cantina – Coccole

    Viaggiatore Gourmet

    Ristorante Gardenia
    Corso Torino, 9
    10014 Caluso (TO)
    Tel. 0119832249
    Chiuso martedì
    E-mail: info@gardeniacaluso.it
    Sito internet: www.gardeniacaluso.it


    Visualizzazione ingrandita della mappa

    Vi segnaliamo, che questo Ristorante Ë convenzionato con il Circuito Amici Gourmet e quindi i titolari della nostra esclusiva Card riservando con il proprio codice personale possono ottenere una serie di condizioni di privilegio (es: Miglior Tavolo, Aperitivo di Benvenuto, Piatto in più, NO costo Coperto e Servizio).

    Sei un appassionato Gourmet? Un addetto ai lavori? Un nostro affezionato lettore? E non sei ancora titolare della Nostra Card esclusiva Viaggiatore Gourmet? Sostieni la nostra Guida e in cambio ricevi coccole e privilegi scopri come… QUI. Ti aspettiamo!

    Topics: Recensioni Piemonte, Reportage Ristoranti, Torino e provincia | 2 Comments »

    2 Responses to “Ristorante Gardenia – Caluso (TO) – Chef Mariangela Susigan”

    1. Ristorante Gardenia – Caluso (TO) – Chef Mariangela Susigan | Viaggiatore Gourmet alias Altissimo Ceto! ;-) Says:
      aprile 2nd, 2012 at 14:31

      [...] Ristorante Gardenia – Caluso (TO) – Chef Mariangela Susigan [...]

    2. Cartoline dal 254mo Meeting VG @ Ristorante Gardenia – Caluso (TO) – Chef Mariangela Susigan | Viaggiatore Gourmet alias Altissimo Ceto! ;-) Says:
      luglio 5th, 2013 at 11:26

      [...] Ristorante La credenza – San Maurizio canavese (TO) – Chef Giovanni Grasso e Igor Macchia Ristorante Gardenia – Caluso (TO) – Chef Mariangela Susigan Trattoria Zappatori – Pinerolo (TO) – Chef Christian Milone Ristorante La Valle da Gabriele – [...]