Viaggiatore Gourmet alias Altissimo Ceto! ;-)
Viaggiatore Gourmet alias Altissimo Ceto! ;-)
Viaggiatore Gourmet alias Altissimo Ceto! ;-)
Diario di esperienze e momenti enogastronomici
per appassionati viaggiatori esigenti e golosi
Viaggiatore Gourmet alias Altissimo Ceto! ;-)

  • Twitter Ufficiale!



  • Diventa anche tu un Viaggiatore Gourmet! ; Accoglienza speciale, coccole, privilegi, inviti ad eventi esclusivi…

    VG Card - Tipologie e Quote Annuali / Rinnovi
  • Premium Partner













  • I RISULTATI degli Altissimo Ceto Awards 2011 ! Clicca Sotto


  • Calendario

    novembre: 2011
    L M M G V S D
    « ott   dic »
     123456
    78910111213
    14151617181920
    21222324252627
    282930  
  • Partner Editore

  • Partner Education


  • VG Sponsored By








  • Sottottoscrivi il FEED per essere aggiornato ad ogni modifica.


  • Selected Web Link:




  • LETTURE CONSIGLIATE


    Book

    Ordina da IBS Italia

    ISBN: 8879288598
    Titolo: Il perfezionista. Vita e morte di un grande chef
    Autore: Chelminski Rudolph


    Book

    Ordina da IBS Italia

    ISBN: 9788836543274
    Titolo: La mia cucina pop. L'arte di caramellare i sogni.
    Autore: Oldani Davide


    Book

    Ordina da IBS Italia

    ISBN: 9788836543274
    Titolo: Cuoco andata e ritorno. Viaggi , sogni , ricette di un uomo che voleva cucinare
    Autore: Oldani Davide


  • La Guida dei Vini on-line di Altissimo Ceto:

  • Indice Geografico delle Cantine aderenti:

    PIEMONTE

    Albino Rocca

    Antica Casa Vinicola Scarpa

    Azelia

    Borgogno

    Braida

    Bricco Giubellini

    Bruna Grimaldi

    Cà di Cairè-Emanuele Rolfo

    Casa Vinicola Bruno Giacosa ed Az. Agr. Falletto

    Cascina Bruciata

    Cascina Ca' Rossa

    Cascina Garitina

    Cascina I Carpini

    Cascina La Ghersa

    Cascina Nuova-Elio Altare

    Cascina Val del Prete

    Castello di Neive

    Cogno

    Comm. G.B. Burlotto

    Conterno-Fantino

    Conterno Giacomo

    Coppo

    Corino

    Damilano

    Deltetto

    Domenico Clerico

    Deltetto

    Edoardo Sobrino

    Elio Perrone

    Enzo Boglietti

    E. Pira & Figli - Chiara Boschis

    Eraldo Viberti

    Ettore Germano

    Flavio Roddolo

    F.lli Cigliuti

    Fontanafredda

    Forti del Vento

    Gagliasso

    Gaja

    G.D. Vajra

    Giacomo Grimaldi

    Giacomo Vico

    Gianni Gagliardo

    Icardi

    Iuli

    Josetta Saffirio

    La Spinetta

    Luciano Sandrone

    Luigi Baudana

    Malabaila

    Malvirà

    Manzone

    Marchesi Alfieri

    Mascarello Giuseppe e figlio

    Massolino

    Matteo Correggia

    Mauro Molino

    Mauro Veglio

    Merenda con corvi

    Michele Taliano

    Moccagatta

    Montaribaldi

    Monti

    Nada Fiorenzo

    Negro Angelo

    Oddero

    Parusso

    Pelissero

    Pescaja

    Piero Busso

    Pio Cesare

    Podere Rocche dei Manzoni

    Poderi A. Bertelli

    Poderi Aldo Conterno

    Poderi Luigi Einaudi

    Principiano Ferdinando

    Produttori del Barbaresco

    Prunotto

    Raineri Gianmatteo

    Roberto Voerzio

    Rinaldi

    Rivetto

    Rizzi

    Schiavenza

    Sottimano

    Tenuta Rocca

    Tenute Cisa Asinari dei Marchesi di Grésy

    Ugo Lequio

    Vietti

    Villa Giada

    LOMBARDIA

    Barone Pizzini

    Bellavista

    Berlucchi

    Ca' del Bosco

    Camossi

    Cascina San Pietro

    Cavalleri

    Colline della Stella

    Contadi Castaldi

    Ferghettina

    Gatti Enrico

    La Montina

    Le Marchesine

    Majolini

    Mirabella

    Il Mosnel

    Montedelma

    Montenisa

    Monte Rossa

    Quadra

    Ricci Curbastro

    Ronco Calino

    Togni-Rebaioli (Enrico Togni)

    Uberti

    Villa

    VENETO

    Accordini Stefano

    Aldegheri

    Allegrini

    Anselmi

    Bertani

    Brigaldara

    Ca' Rugate

    Castellani Michele & Figli

    Coffele

    Dal Forno Romano

    David Sterza

    Fabiano

    Fasoli Gino

    Filippi

    F.lli Tedeschi

    Gini

    Inama

    I Stefanini

    Le Battistelle

    Le Ragose

    Maculan

    Masari

    Montecariano

    Monte dall'Ora

    Nardello

    Novaia

    Pieropan

    Portinari

    Prà

    Roccolo Grassi

    Sandro de Bruno

    Serafini & Vidotto

    Speri Viticoltori

    Tamellini

    Tenuta Bastia

    Tenuta L'Armonia

    Tenuta Sant'Antonio

    T.E.S.S.A.R.I.

    Tommaso Bussola

    Trabucchi d'Illasi

    Vigneto Due Santi

    Zenato

    Zymé

    TRENTINO-ALTO ADIGE

    Abbazia di Novacella

    Alois Lageder

    Arunda

    Balter

    Baron di Pauli

    Cantina di San Michele Appiano

    Cantina di Terlano

    Cantina Produttori di Bolzano

    Castelfeder

    Cesconi

    Dorigati

    Elena Walch

    Endrizzi

    Ferrari

    Foradori

    Franz Haas

    Hofstatter

    Letrari

    Lunelli

    Kurtatsch - Cortaccia

    Manincor

    Nals-Margreid

    Peter Dipoli

    Peter Sölva & Söhne

    Pojer & Sandri

    Strasserhof

    Tenuta San Leonardo

    Tiefenbrunner

    Tramin

    Weingut Niklas

    FRIULI VENEZIA-GIULIA

    Borgo del Tiglio

    Borgo San Daniele

    Castello di Spessa

    Colle Duga

    Colmello di Grotta

    Drius

    Ermacora

    Giovanni Dri

    Grillo

    Jermann

    La Viarte

    Le Due Terre

    Le Vigne di Zamo'

    Lis Neris

    Livio Felluga

    Livon

    Marco Felluga

    Picech

    Renato Keber

    Roberto Scubla

    Rocca Bernarda

    Ronchi di Manzano

    Ronco dei Tassi

    Ronco del Gelso

    Russiz Superiore

    Schiopetto

    Toros

    Tenuta di Blasig

    Venica & Venica

    Vie di Romans

    Vigna del Lauro

    Villa Russiz

    Volpe Pasini

    Zuani

    EMILIA-ROMAGNA

    Albinea Canali

    Bartolini

    Ca' di Sopra

    Calonga

    Cà Lunga

    Cantina della Volta

    Casetto dei Mandorli

    Castelluccio

    Cavicchioli

    Ceci

    Cleto Chiarli

    Drei Donà-Tenuta La Palazza

    Fattoria Monticino Rosso

    Fattoria Moretto

    Fattoria Paradiso

    Fattoria Zerbina

    Ferrucci

    Fiorentini

    Fondo San Giuseppe

    Gallegati

    Giovanna Madonia

    La Pandolfa

    La Stoppa

    La Tosa

    Le Barbaterre

    Lini 910

    Lusenti

    Medici Ermete

    Monte delle Vigne

    Paltrinieri

    Poderi Morini

    Rinaldini-Moro

    Rontana

    San Patrignano

    San Valentino

    Stefano Berti

    Tenuta La Viola

    Tenuta Pederzana

    Terre della Pieve

    Torre Fornello

    Tre Monti

    Tre Re'

    Villa Bagnolo

    Villa Papiano

    Villa di Corlo

    TOSCANA

    Agostina Pieri

    Amantis

    Antinori

    Avignonesi

    Baracchi

    Barone Ricasoli

    Bindella

    Biondi-Santi

    Boscarelli

    Brancaia

    Bulichella

    Caiarossa

    Ca' Marcanda

    Canalicchio di Sopra

    Canneto

    Capanna

    Capannelle

    Caparzo

    Capua

    Carlo Gentili

    Casanova di Neri

    Case Basse-Gianfranco Soldera

    Castell'in Villa

    Castello dei Rampolla

    Castello del Terriccio

    Castello di Ama

    Castello di Cacchiano

    Castello di Fonterutoli

    Castello di Gabbiano

    Castello di Querceto

    Castello di Volpaia

    Castello Monsanto

    Castel Pietraio

    Castelvecchio

    Castiglion del Bosco

    Cecchi

    Cinelli Colombini

    Col d'Orcia

    Colle Massari-Grattamacco

    Cupano

    Dei

    Donna Olga

    Duemani

    Enrico Fossi

    Fanti-San Filippo

    Fattoria Ambra

    Fattoria Casa Sola

    Fattoria La Torre

    Fattoria Le Pupille

    Fattoria Lornano

    Fattoria Poggio di Sotto

    Fattoria San Giusto a Rentennano

    Felsina

    Fontodi

    Fuligni

    Giuliano Tiberi

    Godiolo

    Gualdo del Re

    I Balzini

    Icario

    Il Borro

    Il Marroneto

    Il Paradiso di Manfredi

    Isole e Olena

    La Cerbaiola-Giulio Salvioni

    La Gerla

    Lanciola

    La Porta di Vertine

    La Rasina

    Le Macioche

    Le Potazzine-Gorelli

    Le Ragnaie

    Lisini

    Lornano

    Mastrojanni

    Michele Satta

    Monteraponi

    Montevertine

    Moris

    Nittardi

    Ormanni

    Petra

    Petrolo

    Pieve di Santa Restituta

    Podere Brizio-Roberto Bellini

    Podere Casanova

    Podere Il Palazzino

    Podere Sapaio

    Poggio Antico

    Poggio Argentiera

    Poggio Mandorlo

    Poggio Salvi

    Poggio Scalette

    Poliziano

    Prelius-Castelprile

    Querciabella

    Rignana

    Rocca di Montegrossi

    Ruffino

    San Fabiano Calcinaia

    Salustri

    Sanguineto

    Serpaia

    Scopone

    Stella di Campalto

    Tenimenti Angelini

    Tenuta Argentiera

    Tenuta Belguardo

    Tenuta degli Dei

    Tenuta dell'Ornellaia

    Tenuta di Ghizzano

    Tenuta di Trinoro

    Tenuta di Sesta

    Tenuta La Badiola

    Tenuta PoggioVerrano

    Tenuta San Guido

    Tenuta Sette Ponti

    Tenuta Vecchie Terre di Montefili

    Tenuta Villa Rosa

    Tenute Folonari

    Tenute Silvio Nardi

    Tolaini

    Varramista

    Villa I Cipressi

    Villa S. Anna

    UMBRIA

    Adanti

    Antonelli San Marco

    Arnaldo Caprai

    Bocale di Valentini

    Cantina Novelli

    Casale Triocco

    Castello della Sala

    Castello delle Regine

    Castello di Corbara

    Cesarini Sartori

    Colpetrone

    Fattoria Colleallodole

    Goretti

    Lamborghini

    Lungarotti

    Perticaia

    Scacciadiavoli

    Tabarrini

    Terre de la Custodia

    MARCHE

    Allevi Maria Letizia

    Belisario

    Bisci

    Boccadigabbia

    Brunori

    Bucci

    Clara Marcelli

    Colonnara

    Conti di Buscareto

    Fattoria Coroncino

    Fattoria Coroncino

    Fattoria Dezi

    Fattoria Laila

    Fattoria La Monacesca

    Fattoria Le Terrazze

    Fattoria San Lorenzo

    Fattoria Serra San Martino

    Fazi Battaglia

    Garofoli

    Lanari

    Moncaro

    Monteschiavo

    Moroder

    Oasi degli Angeli

    Santa Barbara

    Sartarelli

    Silvano Strologo

    Tenuta di Tavignano

    Umani Ronchi

    Vallerosa-Bonci

    Valter Mattoni

    Valturio

    Velenosi

    Veneranda Vite

    Vignamato

    ABRUZZO

    Anfra

    Barba

    Buccicatino

    Cataldi Madonna

    Col del Mondo

    Collefrisio

    Fattoria La Valentina

    Emidio Pepe

    Illuminati

    Lepore

    Masciarelli

    Montori

    Nestore Bosco

    Orlandi Contucci Ponno

    Pasetti

    Strappelli

    Torre dei Beati

    Valentini

    Zaccagnini

    BASILICATA

    Eleano

    Terra dei Re

    CAMPANIA

    Benito Ferrara

    Caggiano

    Colle di San Domenico

    Colli di Lapio

    Contrade di Taurasi

    De Conciliis

    Di Meo

    Donna Chiara

    Feudi di San Gregorio

    Fratelli Urciuolo

    Guastaferro

    Marisa Cuomo

    Mastroberardino

    Montevetrano

    Qintodecimo

    Torricino

    Terredora

    Villa Diamante

    Villa Matilde

    Villa Raiano

    Viticoltori del Casavecchia

    CALABRIA

    Cantine Viola

    SICILIA

    Baglio del Cristo di Campobello

    Baglio di Pianetto

    Benanti

    Cottanera

    Donnafugata

    Duca di Salaparuta

    Feudo Maccari

    Feudo Principi di Butera

    Graci

    Gulfi

    Masseria del Feudo

    Miceli

    Morgante

    Occhipinti

    Palari

    Passopisciaro

    Planeta

    Sallier de La Tour

    Tasca d'Almerita

    Tenuta delle Terre Nere

    Vini Biondi

  • « Cartoline dal 139mo Meeting di Altissimo Ceto Cantine Ferrari e Locanda Margon – Trento (TN) – Chef Alfio Ghezzi | Home | Ristorante Oliver Glowig dell’Aldrovandi Villa Borghese – Roma – Chef Oliver Glowig »

    Rosa Alpina Hotel & SPA e Ristorante St. Hubertus – San Cassiano in Badia (BZ) – Chef Norbert Niederkofler

    By ViaggiatoreGourmet | novembre 22, 2011

    E dopo la Siriola, altra tappa presso i Dolomitici! Rosa Alpina Hotel & SPA Patron Hugo Pizzinini & Ristorante St. Hubertus – San Cassiano in Badia (BZ) – Chef Norbert Niederkofler…

    Il borsino delle guide cartacee 2012
    Michelin assegna quattro casette all’hotel; assegna due stelle e quattro coperti al ristorante St. Hubertus
    Espresso assegna 17,50/20 (nel 2011 17)
    Gambero Rosso assegna 91 – cucina 55 (nel 2011 90 – 54)

    L’ingresso dell’hotel

    La Hall

    Hotel shop

    Nella boutique si possono acquistare decorazioni, fragranze per l’ambiente, le esclusive borse Hags e le creazioni di Anna&Alex, oltre ai prodotti gastronomici selezionati dallo Chef Niederkofler. Inoltre, è possibile farsi consigliare dal sommelier per acquistare delle bottiglie di vino.

    Bottigliette d’acqua a disposizione dei clienti nella hall (Free)

    In camera la nota di prenotazione per la cena al St. Hubertus

    Risorse download:

    - Tariffe inverno 2011/2012

    Il minibar

    Il benvenuto del Rosa Alpina

    La sala da bagno

    Amenities

    Deluxe room

    La Penthouse Suite

    Situata al quarto piano dell’edificio denominato “Engelstrakt”, questa spaziosa Penthouse Suite, con due camere matrimoniali e una camera per lo staff, offre una sistemazione ideale per la famiglia.

    È dotata di una cucina interamente accessoriata, un’area soggiorno spaziosa per il relax e il divertimento, un caminetto. Dalle finestre si gode di una magnifica vista sulle montagne tutto intorno.
    L’area soggiorno offre un caminetto, la tavola da pranzo e un divano ampio e confortevole, se necessario trasformabile in letto supplementare. È dotata di un grande TV LCD, lettore DVD e WII console per giocare tutti insieme. Due altri televisori si trovano nelle camere.
    Il tavolo da pranzo può ospitare fino a 6 persone e la cucina Bulthaup è completamente accessoriata. Su richiesta uno Chef e un cameriere saranno a Vostra disposizione per cene private, corsi di cucina e degustazioni di vini e distillati.

    Ulteriori servizi includono la linea telefonica diretta, high speed Internet, una cassaforte, una zona di lavoro appartata e grandi armadi.
    Due bagni, che offrono accessori per la bellezza, vasca da bagno separata, cabina doccia in vetro e WC.

    Beauty SPA e piscina

    Risorse download:

    - Tariffe e trattamenti SPA 2011

    Passiamo ai temi mangerecci

    L’ingresso indipendente del Ristorante Wine & Grill Caffè del Rosa Alpina Hotel

    Nel Wine & Grill Caffè è possibile degustare pasta fresca, insalate, grigliate di carne e verdure. Inoltre da qualche mese preparano pizze e focacce con un lievito madre di 30 anni da cuocere rigorosamente nel forno a legna in collaborazione con la Pizzeria I Tigli. Il ristorante è aperto tutti i giorni dalle 11 alle 23.

    La fondue

    In una tipica e accogliente stube si può assaporare uno dei piatti svizzeri più tipici e ricercati: la fonduta. La propongono di carne e olio, carne e brodo, formaggio, frutta e cioccolato. Su prenotazione e minimo per 2 persone.

    L’ultima novità del nostro Ristorante Wine Bar & Grill sono la pizza e focaccia con impasto lievito madre, che supera i 30 anni di età.

    Il Ristorante St. Hubertus

    La squadra

    Lo staff di cucina

    Chef: Norbert Niederkofler – 1961
    Sous chef: Emanuele Mazzella – 1982
    Giacomo Sacchetto – 1985
    Martin Noflatscher – 1984
    Christoph Huber – 1987
    Patrik Nagler – 1994
    Walter Casiraghi – 1981
    Mara Amort – 1994
    Pasticcere: Andrea Tortora – 1986
    Takuma Fukushima – 1978
    Nicolò Bagna – 1981

    Lo staff di sala

    René Jacobs – Restaurant Manager – 1968
    Praveen Samriya – Commis de rang – 1988
    Lokesh Panwar – Commis de Rang – 1990
    Andrea Martinisi – Chef de Rang – 1985
    Paolo Ricciarelli – Sommelier – 1969
    Gloria Marchesoni – Chef de Rang – 1987
    Catherine Siedlak – Hosstess – 1984

    L’ingresso dal Rosa Alpina

    Le salette e la mise en place

    Alcuni angoli davvero intimi e suggestivi.

    Prospettiva

    Menu
    Riportiamo, come sempre, i menu degustazione. Da qualche mese al St. Hubertus hanno eliminato il menu alla carta o meglio è possibile mangiare alla carta scegliendo le portate dai due menu degustazione.

    I grandi piatti di Norbert Niederkofler

    Variazione di fegato grasso d’oca “St. Hubertus” con pan brioche fatto in casa: scaloppa su crème brûlée alla mela; cipolla rossa marinata e torcione di fegato grasso con crumble al pistacchio; cannolo di liquirizia ripieno di mousse di fegato e perle di pesche saturnine 44€
    2009 Roen Gewürztraminer Vendemmia tardiva Cantina Termeno 11,50€

    Gamberi rossi siciliani su royale di porcini e fondo dashi con tartufo nero estivo 39€
    2005 Rully 1er Cru Meix Caillet Eric de Suremain – Côte Chalonnaise 14,50€

    Tortelli di grano saraceno ripieni con ricotta di pecora su fondo di fagiolini boby e calamaretti spillo 32€
    2009 Sauvignon Sanct Valentin Cantina produttori San Michele Appiano 11€

    Triglia croccante con cuori ed essenza di pomodori e timo al limone 42€
    2009 Grüner Veltliner Federspiel Rotes Tor Weingut Franz Hirtzberger – Wachau 11€

    Filetto di manzo al fieno di montagna cotto in crosta di sale (servito in due portate) 48€
    2007 Il pino di Biserno – 35% Cabernet Franc, 35% Cabernet Sauvignon, 20% Merlot, 10% Petit Verdot – Tenuta di Biserno 15€

    “Heisse Liebe” Lamponi tiepidi marinati, vaniglia ghiacciata e mandorle croccanti 21€
    2008 Moscato Rosa dell’Alto Adige passito Tenuta Ansitz Waldgries Christian Plattner 13€

    Menu di 6 portate senza vini 165€

    Il nostro pane è preparato in casa con impasto al lievito naturale e grano macinato al momento.

    Menu Cook The Mountains
    Dolomiti Patrimonio naturale dell’Umanità

    Cook The Mountains è un’idea nata da Norbert Niederkofler e Hugo Pizzinini in collaborazione con Nordic Gastronomical Services e la provincia di Bolzano. Il progetto mira a dare all’Alto Adige un’identità gastronomica ben definita, al passo con i tempi, e specchio delle realtà locali creando profonde sinergie fra gli chefs dell’Alto Adige, il Centro di Ricerca della Provincia di Bolzano, i produttori di vino e naturalmente l’agricoltura. In questo modo la secolare cura del territorio diverrà un patrimonio da trasmettere in eredità alle future generazioni, da cui esse trarranno ispirazione.

    Carpaccio di rape rosse con salmerino marinato, lingua di vitello e caviale di salmerino 37€
    2009 Pinot bianco Praelius Weingut Gumphof 9,50€

    Luccio perca su pesto di erbe estive con purè di sedano rapa, polvere di rosa canina e coste di sedano verde marinate 39€
    2009 Fiano di Avellino Béchar Cantina Antonio Caggiano 12€

    Risotto con cipolle bianche brasate in aceto di mela invecchiato, spuma di Graukäse, Pücia ladina ed erba cipollina 32€
    2007 Dolomytos Weingut Ansitz Dolomytos Unterin – Panta Rei 14€

    Ossobuco d’agnello con orzo perlato allo zafferano e gremolata 42€
    2008 Pinot nero Mazzon Weingut Gottardi-Mazzon 14€

    Il cervo in due portate 46€
    Il filetto con finferli freschi, crauti, mostarda di lamponi e polvere di caffè
    L’essenza di cervo con canederlo di pan brioche con fegato grasso
    2005 Cabernet Sanct Valentin Cantina Produttori San Michele Appiano 15€

    Cannolo al cassis con spuma di yogurt e lamponi marinati 21€
    2008 Moscato rosa Abtei Muri Muri-Gries Cantina Convento 10€

    Menu di 6 portate senza vini 140€

    I fornitori

    Pesce: arriva dal mercato di Chioggia 5-6 volte la settimana attraverso il fornitore De Nardo Genepesca; Longino&Cardenal; Gran Chef
    Carni di manzo: Damini Macelleria & affini; Longino&Cardenal; Selecta
    Agnello: Galloni; piccoli produttori di Vipiteno e direttamente dai contadini
    Selvaggina: arriva dalla caccia di zona
    Erbe: in Estate dal loro orto; nelle altre stagioni da Bartgeishof e dal Centro di ricerca della Provincia di Bolzano
    Erbette, tè e tisane: dalla Laimburg (Scuola di agricoltura della provincia di Bolzano)
    Verdura: contadini dell’Alto Adige; Harald Gasser Aspingerhof; pomodori Hiltraud Erschbaumer
    Formaggi: DeGust

    Carta dei vini [17/20] (dettaglio)

    Tra le bollicine più rappresentative segnaliamo: Metodo Classico Extra brut Arunda; Champagne Brut Tradition Marie Stuart; Perlé 2005 Trento Doc Cantine Ferrari. Tra i vini bianchi: Dolomytos 2007 (Sauvignon blanc, Riesling en Rülander) Weingut Ansitz Dolomytos; Sauvignon Blanc 2010 Sanct Valentin Cantina produttori San Michele Appiano; Pinot bianco Praelius Weingut Gumphof. Tra i vini rossi: Il pino di Biserno 2007 (35% Cabernet Franc, 35% Cabernet Sauvignon, 20% Merlot, 10% Petit Verdot) Tenuta di Biserno; Cabernet Sanct Valentin 2005 Cantina produttori San Michele Appiano; Pinot nero Mazzon 2009 Weingut Gottardi-Mazzon. Tra i vini da dessert: Terminum Vendemmia Tardiva Gewürztraminer 2008 Cantina Termeno; Moscato Rosa dell’Alto Adige passito 2008 Tenuta Ansitz Waldgries. Curiosità: le bottiglie meno care sono Capitel Croce 2007 Roberto Anselmi e Lagrein 2010 Greif Tenuta Kornell (37€), quella più costosa è Montrachet Grand Cru 1989 Domaine de la Romanée Conti (5.500€).

    Abbinamento Vini
    Optiamo, come di consueto, per il servizio al calice.

    Pane [+++++]

    Pane fatto in casa con sale Maldon, burro biologico di Vipiteno, olio Pianogrillo Particella 34, farine di Altamura.

    Aperitivo

    Metodo Classico Brut – Arunda

    Iniziamo giustamente con delle bollicine del territorio. L’azienda Arunda, con sede a Meltina, seleziona le uve tra i suoi viticoltori di fiducia per produrre tutta la sua gamma. La composizione del metodo classico che stiamo degustando è per la maggior parte di chardonnay e per il restante di pinot nero e bianco. Dopo un affinamento di due anni il risultato è uno spumante spigliato, con un naso fruttato e un ottimo bilanciamento strutturale, che ha poco da invidiare ai suoi cugini trentini. Da segnalare che nel resto del territorio italiano il nome commerciale del vino non è Arunda, bensì Vivaldi.

    Piattooo!

    Sardine con crema di broccoli e menta, pomodori datterino e aria di pomodoro [+++++]

    Un aperitivo sorprendentemente leggiadro, nonostante la veracità delle sardine che trattengono ancora bene il loro bel gusto salino. Sono proprio i broccoli a mitigarne l’intensità, smussando le punte aromatiche marine, mentre i datterini, lanciati dalla spuma di pomodoro, completano il piatto con uno spunto lievemente acido e predispongono la strada per la gran chiusura balsamica e rinfrescante della menta.

    Roen Gewürztraminer Vendemmia tardiva 2009 – Cantina Termeno

    Roen è il nome della montagna che ripara i vigneti della Sella, a Termeno, dove questo vino nasce. Bouquet assolutamente coinvolgente, che dalla frutta secca e candita si estende a picchi rinfrescanti che richiamano lo zenzero. Una delle chiavi di successo di questo vino è probabilmente anche una piccola presenza di riesling. Bellissimo con tutte e tre le variazioni di foie gras, in particolare con il cannolo, con cui è veramente perfetto.

    Crema di polenta con ragout di seppia e cialda di pane integrale [+++++]

    Ottimo anche il secondo aperitivo, risultato dell’accostamento di una crema di polenta che cela e ricopre il prelibato ragout di seppia. La cialda è un invito, pleonastico, a pulire bene il bicchierino!

    Variazione di fegato grasso d’oca “St. Hubertus” con pan brioche fatto in casa:[18/20]

    Uno dei piatti che hanno reso celebre Norbert: la variazione di fegato grasso d’oca. Ecco le tre declinazioni: scaloppa su crème brûlée alla mela; cipolla rossa marinata e torcione di fegato grasso con crumble al pistacchio; cannolo di liquirizia ripieno di mousse di fegato e perle di pesche saturnine. La scelta di quale sia la migliore è squisitamente personale, l’unica certezza è che è uno di quei piatti che vanno assaggiati almeno una volta. Indimenticabile.

    Chardonnay 2009 Formigar Cornell – Produttori Colterenzio

    I cru più pregiati dei vigneti di Colterenzio sono destinati alla linea Cornell, della quale fa degnamente parte il nostro chardonnay. Come i migliori esemplari francesi, anche questo fa fermentazione e affinamento in barrique, garantendosi così un corpo decisamente sostenuto e dalla statura adatta ai gamberi.

    Gamberi rossi siciliani su royale di porcini e fondo dashi con tartufo nero estivo [17,5/20]

    Un piatto chiastico, che sfrutta due coppie contrapposte: il sottobosco, fungo e tartufo, e il sott’acqua, gambero e alghe. In ognuno un elemento è puro, il gambero e il tartufo; mentre l’altro elaborato, la royale per i porcini e il brodo daishi per le alghe, quest’ultimo tipico della cucina giapponese. Alla base sta un calembour reticolato di richiami aromatici, che circolarmente si cercano. Davvero una proposta ben studiata, sintomatica dell’abilità di uno chef che ha raggiunto il top.

    La ricetta

    Ingredienti per 4 persone

    Per la mousse di porcini:
    260 g di panna
    260 g di latte
    90 g di tuorlo d’uovo
    70 g di uovo intero
    60 g di porcini secchi
    Sale e pepe

    Per i gamberi di fiume:
    16 gamberi di fiume vivi
    200 g di bisque di crostacei per riscaldare i gamberi
    Sale e pepe

    Per il Dashi:
    1 l di acqua
    20 g di fiocchi di Bonito
    50 g di alghe Kombu
    Jus di tartufo nero q.b.
    Sale e pepe
    Gomma Xantana per legare

    Per terminare il piatto:
    Olio di extravergine di oliva
    1 spicchio di aglio in camicia
    Sale e pepe
    Un rametto di timo
    50 g di tartufo nero fresco

    La mousse di porcini

    Scaldare la panna e il latte fino a 70°, togliere dal fuoco, aggiungere i porcini secchi, coprire e lasciare in infusione per circa 3 ore. Aggiungere poi le uova, frullare, passare al setaccio, salare e pepare.
    Colare la mousse sulla base di 4 piatti fondi fino a raggiungere lo spessore di circa 1 cm (i piatti sono quelli che poi verranno portati a tavola), coprire con la pellicola e cuocere a vapore a 85° per 7 minuti. Conservare in frigo.

    I gamberi di fiume
    Portare a ebollizione una pentola con acqua leggermente salata. Appena l’acqua bolle, toglierla dal fuoco e immergervi i gamberi. Contare 4 minuti, poi scolarli e raffreddarli subito in acqua e ghiaccio. Quando sono diventati freddi, scorticarli (estrarre anche le chele se sono abbastanza grandi) e conservare in frigo.
    Al momento di servirli riscaldarli nella bisque tiepida.

    Il Dashi
    Unire l’acqua, il Bonito e le alghe Kombu, portare a ebollizione e far bollire per 5 minuti, poi lasciare in infusione per 2 ore.
    Passare, rimettere sul fuoco e ridurre di 1/3.
    Aggiungere sale, pepe, poco jus di tartufo e legare con la polvere di Xantana.
    Al momento di preparare il piatto, riscaldare il Dashi.

    Composizione del piatto

    Togliere dal frigo i piatti con la mousse circa mezz’ora prima di servirli e metterli in luogo tiepido.
    Tagliare una parte del tartufo in brunoise e aggiungerla al fondo di dashi.
    Posare al centro del piatto con la mousse 4 gamberi di fiume, versare intorno il Dashi e terminare con il tartufo a lamelle.

    Grüner Veltliner Federspiel Rotes Tor 2009 – Weingut Franz Hirtzberger

    Proviamo molto volentieri anche un vino austriaco, fatto con uva veltliner, autoctona anche dell’Alto Adige. I vigneti dell’azienda Hirtzberger sono situati all’interno della valle di Wachau, formata dal Danubio nei pressi della celebre abbazia di Melk e riconosciuta nel 2000 dall’Unesco come patrimonio dell’umanità. Un vino molto elegante, che si fa forte soprattutto della finezza aromatica.

    Tortelli di grano saraceno ripieni con ricotta di pecora su fondo di fagiolini boby e calamaretti spillo [17/20]

    Meno complesso dei precedenti, ma notevolissimo per purezza dei sapori e per la straordinaria delicatezza, vero e proprio denominatore comune del piatto. La vera abilità è stata nella scelta degli ingredienti, che nella loro delicatezza sono tutti caratterizzati da una nota più saporita: la pasta di grano saraceno è sicuramente più intensa di quella di grano, la ricotta di pecora è più gustosa di quella vaccina, i fagiolini boby hanno una nota acerba che li fa risaltare di più rispetto a quelli normali e infine i calamaretti spillo, mangiati interi, beneficiano di un sapore più prelibato. Il veltliner parla proprio la stessa lingua del piatto.

    La ricetta

    Ingredienti per 4 persone:
    200 g di ricotta di bufala fresca
    4 petali di pomodori confit e un cucchiaio del loro olio
    1 cucchiaino di crusca grezza saltata in padella fino a renderla croccante
    500 g di fagiolini boby
    20 g di burro
    300 g di calamaretti spillo puliti

    Per la pasta:
    250 g di farina “0” forte
    250 g di farina di grano saraceno
    75 g di semola di grano duro
    11 tuorlo d’uovo
    2 uova intere
    Sale
    Olio d’oliva

    La pasta e il ripieno

    Per il ripieno frullare 150 g di ricotta con un po’ di sale. Condire il resto della ricotta con l’olio dei pomodori confit, succo di limone, sale e pepe e fare 2 piccole quenelles per persona. Conservarle in frigo.
    Impastare le farine, le uova, l’olio e il sale. Tirare una sfoglia sottile e tagliare dei quadrati di circa 7 cm di lato, mettere una pallina di ripieno al centro e richiuderli.

    Il fondo di fagiolini

    Cuocere i fagiolini in abbondante acqua salata, raffreddarli e passarli alla centrifuga. Filtrare e salare il succo ottenuto.

    I calamaretti spillo

    Rosolare i calamaretti spillo in padella con olio di oliva, sale e pepe.

    Finitura del piatto

    Cuocere i tortelli in acqua salata per circa 4 minuti e saltarli in padella con il burro.
    Mettere sulla base del piatto 2 cucchiai di fondo di fagiolini tiepido, adagiarvi 5 tortelli per persona. Guarnire con erbette fresche.
    Tra i tortelli mettere le quenelles di ricotta spolverate di crusca e terminare il piatto con i pomodori confit tagliati a julienne e i calamaretti.

    Triglia croccante con cuori ed essenza di pomodori e timo al limone [17/20]

    Come il precedente anche questo è un piatto incredibilmente delicato, ma se prima molto si era giocato sulla scelta degli ingredienti, ora quello che sorprende maggiormente è di sicuro la tecnica. Triglia cotta in maniera magistrale, che si sposa due volte coi pomodori: una volta alternando la sua croccantezza alla mollezza dei cuori e un’altra diluendo il suo gusto intenso con la loro acidità, rinforzata d’altro canto dal limone. Il profumo di timo accompagna sempre fedelmente ogni boccone rendendole ancora più delizioso. Anche qui il veltliner ne esce molto bene.

    Cabernet Sanct Valentin 2005 – Cantina produttori San Michele Appiano

    St. Michael-Eppan è una delle realtà cooperative più interessanti e valide dell’intero panorama nazionale, con oltre 350 soci. Ne è prova provata quest’ottimo cabernet affinato un anno in barrique, bello polposo e grasso in bocca, con una piacevole vena erbacea, ideale per amalgamare al meglio il filetto.

    Filetto di manzo al fieno di montagna cotto in crosta di sale servito in due cotture con verdure al forno [17,5/20]

    In questo piatto non solo è riassunta ancora una volta la profondità della cucina di Norbert Niederkofler, ma anche tutto il legame con un territorio i cui profumi si spandono intorno al filetto come un’aureola mistica, che penetra tanto nella carne quanto in noi, lasciando una traccia piacevolmente indelebile.

    Tartara di manzo in cialda croccante con essenza di manzo [17/20]

    Ora il manzo lo proviamo in purezza assoluta, non solo in quanto squisitissima tartara, ma anche come brodo essenziale, che irrora il boccone estraendone ulteriormente tutta la sua potenzialità espressiva. Una goduria indescrivibile per gli amanti della carne cruda.

    Pre dessert: sorbetto di pesca con cornetto [+++++]

    Moscato Rosa dell’Alto Adige passito 2008 – Tenuta Ansitz Waldgries Christian Plattner

    Il moscato rosa è una varietà autoctona dell’Alto Adige con una carica zuccherina elevatissima, proprio come il moscato classico. Seducente già nel colore, di un rosso brillante, questo vino ha dei sentori molto coinvolgenti e marmellatosi, che sui dessert in cui sono presenti frutti di bosco lo rendono migliore del moscato canonico.

    “Heisse Liebe” Lamponi tiepidi marinati, vaniglia ghiacciata e mandorle croccanti [17,5/20]

    L’amore è per antonomasia associato a un’idea di calore, alla quale si giunge partendo dal gelo della vaniglia per arrivare al tepore dei lamponi. Al senso ultimo di questa sfera paradisiaca, si passa attraverso una serie di testure diverse, accompagnate da una dolcezza conturbante. Heisse Liebe, l’amore caldo.

    Praline fatte in casa [+++++]

    Da sinistra a destra: Grand Manier, frutto della passione, caramello, cocco, cassis, vaniglia, gianduia.

    Coccole finali [+++++]

    Tipologie della piccola pasticceria: gelatina di frutto della passione; marquise alla nocciola, crema di mirtillo e cioccolato; maccaron di cioccolato fondente.

    Caffè [+++++]

    Torrefazione Harrar.

    Rientriamo per bere qualcosa nella zona Lobby & Bar Hotel

    La couverture

    Prima di andare a colazione facciamo due passi sulla terrazza di recente costruzione

    Il giardino

    La colazione nella Limonaia

    - Cucina

    Ineccepibile per tecnica e concept, indubbiamente troviamo classe cristallina e spunti di approfondimento oltre che potenziale di crescita ulteriore.

    - Servizio

    Complicato… la volontà di offrire un servizio formale e curato in ogni dettaglio a livello maniacale porta al dilatarsi dei tempi di servizio e di un eccessiva fase cerimoniale, che in assenza di una regia e un governo esemplari si dimostra decisamente poco fluido. Da registrare.

    - Accoglienza

    Coerente negli standard rigorosi di Relais&Chateaux.

    - Conclusioni

    Ottima tappa, buon riscontro, indubbiamente da consigliare ai nostri Gourmet Viaggiatori più esigenti.

    Valutazioni: [* * * * *]

    Cucina – Servizio – Location – Cantina – Coccole

    Viaggiatore Gourmet

    Ristorante St. Hubertus del Rosa Alpina Hotel & SPA
    39030 San Cassiano in Badia (BZ)
    Strada Micurá de Rü, 20
    Tel. +39 0471 849 500
    Fax +39 0471 849 377
    L’albergo è aperto dal 5 Dicembre al 5 Aprile; dal 25 Giugno al 4 di Ottobre
    Il ristorante è chiuso a pranzo e il martedì
    E-mail: info@rosalpina.it
    Sito internet:
    www.rosalpina.it


    Visualizzazione ingrandita della mappa

    Topics: Bolzano e provincia, Recensioni Trentino-AltoAdige, Relais&Hotel, Reportage Ristoranti | 6 Comments »

    6 Responses to “Rosa Alpina Hotel & SPA e Ristorante St. Hubertus – San Cassiano in Badia (BZ) – Chef Norbert Niederkofler”

    1. Protagonisti @ Longino & Cardenal Lounge – VG Media Partner – Identità Golose 2012 – Milano | Viaggiatore Gourmet alias Altissimo Ceto! ;-) Says:
      aprile 27th, 2012 at 19:25

      [...] Rose – Appiano sulla strada del vino (BZ) – Chef Herbert Hintner Rosa Alpina Hotel & SPA e Ristorante St. Hubertus – San Cassiano in Badia (BZ) – Chef Norbert Ni… Jasmin Ristorante vital dell’Hotel Bischofhof – Chiusa (BZ) – Chef Martin Obermarzoner [...]

    2. Breaking News: Cartoline dal PicNic 2012 con i DoloMitici – Norbert Niederkofler – Arturo Spicocchi – Fabio Cucchelli | Viaggiatore Gourmet alias Altissimo Ceto! ;-) Says:
      agosto 15th, 2012 at 02:07

      [...] Rose – Appiano sulla strada del vino (BZ) – Chef Herbert Hintner Rosa Alpina Hotel & SPA e Ristorante St. Hubertus – San Cassiano in Badia (BZ) – Chef Norbert Ni… Jasmin Ristorante vital dell’Hotel Bischofhof – Chiusa (BZ) – Chef Martin Obermarzoner [...]

    3. Le cene esclusive dell’Hotel Il Pellicano e dell’Hotel La Posta Vecchia – Gli chef Antonio Guida e Michelino Gioia ospitano le cantine più rinomate e i grandi chef | Viaggiatore Gourmet alias Altissimo Ceto! ;-) Says:
      luglio 2nd, 2013 at 18:48

      [...] Rose – Appiano sulla strada del vino (BZ) – Chef Herbert Hintner Rosa Alpina Hotel & SPA e Ristorante St. Hubertus – San Cassiano in Badia (BZ) – Chef Norbert Ni… Jasmin Ristorante vital dell’Hotel Bischofhof – Chiusa (BZ) – Chef Martin Obermarzoner [...]

    4. Viaggiatore Gourmet ti invita e BMW ti offre l’auto e la cena… Vi aspettiamo! | Viaggiatore Gourmet alias Altissimo Ceto! ;-) Says:
      luglio 10th, 2013 at 06:11

      [...] Rose – Appiano sulla strada del vino (BZ) – Chef Herbert Hintner Rosa Alpina Hotel & SPA e Ristorante St. Hubertus – San Cassiano in Badia (BZ) – Chef Norbert Ni… Jasmin Ristorante vital dell’Hotel Bischofhof – Chiusa (BZ) – Chef Martin Obermarzoner [...]

    5. Una cena offerta agli Amici Gourmet da BMW, che mette a disposizione la nuova BMW Serie 3 Gran Turismo. Vi aspettiamo! | Viaggiatore Gourmet alias Altissimo Ceto! ;-) Says:
      luglio 12th, 2013 at 12:36

      [...] Rose – Appiano sulla strada del vino (BZ) – Chef Herbert Hintner Rosa Alpina Hotel & SPA e Ristorante St. Hubertus – San Cassiano in Badia (BZ) – Chef Norbert Ni… Jasmin Ristorante vital dell’Hotel Bischofhof – Chiusa (BZ) – Chef Martin Obermarzoner [...]

    6. Cartoline dal 315mo Meeting VG @ Ristorante St. Hubertus del Rosa Alpina Hotel & SPA – San Cassiano in Badia (BZ) – Chef Norbert Niederkofler | Viaggiatore Gourmet alias Altissimo Ceto! ;-) Says:
      agosto 20th, 2014 at 11:35

      [...] Rose – Appiano sulla strada del vino (BZ) – Chef Herbert Hintner Rosa Alpina Hotel & SPA e Ristorante St. Hubertus – San Cassiano in Badia (BZ) – Chef Norbert Ni… Jasmin Ristorante vital dell’Hotel Bischofhof – Chiusa (BZ) – Chef Martin Obermarzoner [...]

    Comments

    You must be logged in to post a comment.