Viaggiatore Gourmet alias Altissimo Ceto! ;-)
Viaggiatore Gourmet alias Altissimo Ceto! ;-)
Viaggiatore Gourmet alias Altissimo Ceto! ;-)
Diario di esperienze e momenti enogastronomici
per appassionati viaggiatori esigenti e golosi
Viaggiatore Gourmet alias Altissimo Ceto! ;-)

  • Twitter Ufficiale!



  • Diventa anche tu un Viaggiatore Gourmet! ; Accoglienza speciale, coccole, privilegi, inviti ad eventi esclusivi…

    VG Card - Tipologie e Quote Annuali / Rinnovi
  • Eventi Media Partner

    Evento: World Pastry Stars

    img1

    Location: Four Seasons Hotel Milano

    Date: 18 e 19 Maggio 2014

    Per info: Clicca qui

    Evento: Io Bevo Così

    img1

    Location: Monastero del Lavello (LC)

    Date: 25 e 26 Maggio 2014

    Per info: Clicca qui

  • Premium Partner










  • I RISULTATI degli Altissimo Ceto Awards 2011 ! Clicca Sotto


  • Calendario

    ottobre: 2009
    L M M G V S D
    « set   nov »
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    262728293031  
  • Partner Editore

  • Partner Education


  • VG Sponsored By








  • Sottottoscrivi il FEED per essere aggiornato ad ogni modifica.


  • Selected Web Link:


  • LETTURE CONSIGLIATE


    Book

    Ordina da IBS Italia

    ISBN: 8879288598
    Titolo: Il perfezionista. Vita e morte di un grande chef
    Autore: Chelminski Rudolph


    Book

    Ordina da IBS Italia

    ISBN: 9788836543274
    Titolo: La mia cucina pop. L'arte di caramellare i sogni.
    Autore: Oldani Davide


    Book

    Ordina da IBS Italia

    ISBN: 9788836543274
    Titolo: Cuoco andata e ritorno. Viaggi , sogni , ricette di un uomo che voleva cucinare
    Autore: Oldani Davide


  • La Guida dei Vini on-line di Altissimo Ceto:

  • Indice Geografico delle Cantine aderenti:

    PIEMONTE

    Albino Rocca

    Antica Casa Vinicola Scarpa

    Azelia

    Borgogno

    Braida

    Bricco Giubellini

    Bruna Grimaldi

    Cà di Cairè-Emanuele Rolfo

    Casa Vinicola Bruno Giacosa ed Az. Agr. Falletto

    Cascina Bruciata

    Cascina Ca' Rossa

    Cascina Garitina

    Cascina I Carpini

    Cascina La Ghersa

    Cascina Nuova-Elio Altare

    Cascina Val del Prete

    Castello di Neive

    Cogno

    Comm. G.B. Burlotto

    Conterno-Fantino

    Conterno Giacomo

    Coppo

    Corino

    Damilano

    Deltetto

    Domenico Clerico

    Deltetto

    Edoardo Sobrino

    Elio Perrone

    Enzo Boglietti

    E. Pira & Figli - Chiara Boschis

    Eraldo Viberti

    Ettore Germano

    Flavio Roddolo

    F.lli Cigliuti

    Fontanafredda

    Forti del Vento

    Gagliasso

    Gaja

    G.D. Vajra

    Giacomo Grimaldi

    Giacomo Vico

    Gianni Gagliardo

    Icardi

    Iuli

    Josetta Saffirio

    La Spinetta

    Luciano Sandrone

    Luigi Baudana

    Malabaila

    Malvirà

    Manzone

    Marchesi Alfieri

    Mascarello Giuseppe e figlio

    Massolino

    Matteo Correggia

    Mauro Molino

    Mauro Veglio

    Merenda con corvi

    Michele Taliano

    Moccagatta

    Montaribaldi

    Monti

    Nada Fiorenzo

    Negro Angelo

    Oddero

    Parusso

    Pelissero

    Pescaja

    Piero Busso

    Pio Cesare

    Podere Rocche dei Manzoni

    Poderi A. Bertelli

    Poderi Aldo Conterno

    Poderi Luigi Einaudi

    Principiano Ferdinando

    Produttori del Barbaresco

    Prunotto

    Raineri Gianmatteo

    Roberto Voerzio

    Rinaldi

    Rivetto

    Rizzi

    Schiavenza

    Sottimano

    Tenuta Rocca

    Tenute Cisa Asinari dei Marchesi di Grésy

    Ugo Lequio

    Vietti

    Villa Giada

    LOMBARDIA

    Barone Pizzini

    Bellavista

    Berlucchi

    Ca' del Bosco

    Camossi

    Cascina San Pietro

    Cavalleri

    Colline della Stella

    Contadi Castaldi

    Ferghettina

    Gatti Enrico

    La Montina

    Le Marchesine

    Majolini

    Mirabella

    Il Mosnel

    Montedelma

    Montenisa

    Monte Rossa

    Quadra

    Ricci Curbastro

    Ronco Calino

    Togni-Rebaioli (Enrico Togni)

    Uberti

    Villa

    VENETO

    Accordini Stefano

    Aldegheri

    Allegrini

    Anselmi

    Bertani

    Brigaldara

    Ca' Rugate

    Castellani Michele & Figli

    Coffele

    Dal Forno Romano

    David Sterza

    Fabiano

    Fasoli Gino

    Filippi

    F.lli Tedeschi

    Gini

    Inama

    I Stefanini

    Le Battistelle

    Le Ragose

    Maculan

    Masari

    Montecariano

    Monte dall'Ora

    Nardello

    Novaia

    Pieropan

    Portinari

    Prà

    Roccolo Grassi

    Sandro de Bruno

    Serafini & Vidotto

    Speri Viticoltori

    Tamellini

    Tenuta Bastia

    Tenuta L'Armonia

    Tenuta Sant'Antonio

    T.E.S.S.A.R.I.

    Tommaso Bussola

    Trabucchi d'Illasi

    Vigneto Due Santi

    Zenato

    Zymé

    TRENTINO-ALTO ADIGE

    Abbazia di Novacella

    Alois Lageder

    Arunda

    Balter

    Baron di Pauli

    Cantina di San Michele Appiano

    Cantina di Terlano

    Cantina Produttori di Bolzano

    Castelfeder

    Cesconi

    Dorigati

    Elena Walch

    Endrizzi

    Ferrari

    Foradori

    Franz Haas

    Hofstatter

    Letrari

    Lunelli

    Kurtatsch - Cortaccia

    Manincor

    Nals-Margreid

    Peter Dipoli

    Peter Sölva & Söhne

    Pojer & Sandri

    Strasserhof

    Tenuta San Leonardo

    Tiefenbrunner

    Tramin

    Weingut Niklas

    FRIULI VENEZIA-GIULIA

    Borgo del Tiglio

    Borgo San Daniele

    Castello di Spessa

    Colle Duga

    Colmello di Grotta

    Drius

    Ermacora

    Giovanni Dri

    Grillo

    Jermann

    La Viarte

    Le Due Terre

    Le Vigne di Zamo'

    Lis Neris

    Livio Felluga

    Livon

    Marco Felluga

    Picech

    Renato Keber

    Roberto Scubla

    Rocca Bernarda

    Ronchi di Manzano

    Ronco dei Tassi

    Ronco del Gelso

    Russiz Superiore

    Schiopetto

    Toros

    Tenuta di Blasig

    Venica & Venica

    Vie di Romans

    Vigna del Lauro

    Villa Russiz

    Volpe Pasini

    Zuani

    EMILIA-ROMAGNA

    Albinea Canali

    Bartolini

    Ca' di Sopra

    Calonga

    Cà Lunga

    Cantina della Volta

    Casetto dei Mandorli

    Castelluccio

    Cavicchioli

    Ceci

    Cleto Chiarli

    Drei Donà-Tenuta La Palazza

    Fattoria Monticino Rosso

    Fattoria Moretto

    Fattoria Paradiso

    Fattoria Zerbina

    Ferrucci

    Fiorentini

    Fondo San Giuseppe

    Gallegati

    Giovanna Madonia

    La Pandolfa

    La Stoppa

    La Tosa

    Le Barbaterre

    Lini 910

    Lusenti

    Medici Ermete

    Monte delle Vigne

    Paltrinieri

    Poderi Morini

    Rinaldini-Moro

    Rontana

    San Patrignano

    San Valentino

    Stefano Berti

    Tenuta La Viola

    Tenuta Pederzana

    Terre della Pieve

    Torre Fornello

    Tre Monti

    Tre Re'

    Villa Bagnolo

    Villa Papiano

    Villa di Corlo

    TOSCANA

    Agostina Pieri

    Amantis

    Antinori

    Avignonesi

    Baracchi

    Barone Ricasoli

    Bindella

    Biondi-Santi

    Boscarelli

    Brancaia

    Bulichella

    Caiarossa

    Ca' Marcanda

    Canalicchio di Sopra

    Canneto

    Capanna

    Capannelle

    Caparzo

    Capua

    Carlo Gentili

    Casanova di Neri

    Case Basse-Gianfranco Soldera

    Castell'in Villa

    Castello dei Rampolla

    Castello del Terriccio

    Castello di Ama

    Castello di Cacchiano

    Castello di Fonterutoli

    Castello di Gabbiano

    Castello di Querceto

    Castello di Volpaia

    Castello Monsanto

    Castel Pietraio

    Castelvecchio

    Castiglion del Bosco

    Cecchi

    Cinelli Colombini

    Col d'Orcia

    Colle Massari-Grattamacco

    Cupano

    Dei

    Donna Olga

    Duemani

    Enrico Fossi

    Fanti-San Filippo

    Fattoria Ambra

    Fattoria Casa Sola

    Fattoria La Torre

    Fattoria Le Pupille

    Fattoria Lornano

    Fattoria Poggio di Sotto

    Fattoria San Giusto a Rentennano

    Felsina

    Fontodi

    Fuligni

    Giuliano Tiberi

    Godiolo

    Gualdo del Re

    I Balzini

    Icario

    Il Borro

    Il Marroneto

    Il Paradiso di Manfredi

    Isole e Olena

    La Cerbaiola-Giulio Salvioni

    La Gerla

    Lanciola

    La Porta di Vertine

    La Rasina

    Le Macioche

    Le Potazzine-Gorelli

    Le Ragnaie

    Lisini

    Lornano

    Mastrojanni

    Michele Satta

    Monteraponi

    Montevertine

    Moris

    Nittardi

    Ormanni

    Petra

    Petrolo

    Pieve di Santa Restituta

    Podere Brizio-Roberto Bellini

    Podere Casanova

    Podere Il Palazzino

    Podere Sapaio

    Poggio Antico

    Poggio Argentiera

    Poggio Mandorlo

    Poggio Salvi

    Poggio Scalette

    Poliziano

    Prelius-Castelprile

    Querciabella

    Rignana

    Rocca di Montegrossi

    Ruffino

    San Fabiano Calcinaia

    Salustri

    Sanguineto

    Serpaia

    Scopone

    Stella di Campalto

    Tenimenti Angelini

    Tenuta Argentiera

    Tenuta Belguardo

    Tenuta degli Dei

    Tenuta dell'Ornellaia

    Tenuta di Ghizzano

    Tenuta di Trinoro

    Tenuta di Sesta

    Tenuta La Badiola

    Tenuta PoggioVerrano

    Tenuta San Guido

    Tenuta Sette Ponti

    Tenuta Vecchie Terre di Montefili

    Tenuta Villa Rosa

    Tenute Folonari

    Tenute Silvio Nardi

    Tolaini

    Varramista

    Villa I Cipressi

    Villa S. Anna

    UMBRIA

    Adanti

    Antonelli San Marco

    Arnaldo Caprai

    Bocale di Valentini

    Cantina Novelli

    Casale Triocco

    Castello della Sala

    Castello delle Regine

    Castello di Corbara

    Cesarini Sartori

    Colpetrone

    Fattoria Colleallodole

    Goretti

    Lamborghini

    Lungarotti

    Perticaia

    Scacciadiavoli

    Tabarrini

    Terre de la Custodia

    MARCHE

    Allevi Maria Letizia

    Belisario

    Bisci

    Boccadigabbia

    Brunori

    Bucci

    Clara Marcelli

    Colonnara

    Conti di Buscareto

    Fattoria Coroncino

    Fattoria Coroncino

    Fattoria Dezi

    Fattoria Laila

    Fattoria La Monacesca

    Fattoria Le Terrazze

    Fattoria San Lorenzo

    Fattoria Serra San Martino

    Fazi Battaglia

    Garofoli

    Lanari

    Moncaro

    Monteschiavo

    Moroder

    Oasi degli Angeli

    Santa Barbara

    Sartarelli

    Silvano Strologo

    Tenuta di Tavignano

    Umani Ronchi

    Vallerosa-Bonci

    Valter Mattoni

    Valturio

    Velenosi

    Veneranda Vite

    Vignamato

    ABRUZZO

    Anfra

    Barba

    Buccicatino

    Cataldi Madonna

    Col del Mondo

    Collefrisio

    Fattoria La Valentina

    Emidio Pepe

    Illuminati

    Lepore

    Masciarelli

    Montori

    Nestore Bosco

    Orlandi Contucci Ponno

    Pasetti

    Strappelli

    Torre dei Beati

    Valentini

    Zaccagnini

    BASILICATA

    Eleano

    Terra dei Re

    CAMPANIA

    Benito Ferrara

    Caggiano

    Colle di San Domenico

    Colli di Lapio

    Contrade di Taurasi

    De Conciliis

    Di Meo

    Donna Chiara

    Feudi di San Gregorio

    Fratelli Urciuolo

    Guastaferro

    Marisa Cuomo

    Mastroberardino

    Montevetrano

    Qintodecimo

    Torricino

    Terredora

    Villa Diamante

    Villa Matilde

    Villa Raiano

    Viticoltori del Casavecchia

    CALABRIA

    Cantine Viola

    SICILIA

    Baglio del Cristo di Campobello

    Baglio di Pianetto

    Benanti

    Cottanera

    Donnafugata

    Duca di Salaparuta

    Feudo Maccari

    Feudo Principi di Butera

    Graci

    Gulfi

    Masseria del Feudo

    Miceli

    Morgante

    Occhipinti

    Palari

    Passopisciaro

    Planeta

    Sallier de La Tour

    Tasca d'Almerita

    Tenuta delle Terre Nere

    Vini Biondi

  • « Presentazione delle Guide L’Espresso 2010 – Giovedì 8 Ottobre 2009 Ore 10:30 – Stazione Leopolda – Firenze (FI) | Home | Grandi Stelle al Valentine – San Giacomo di Roburent (CN) – Chef ospiti Alfonso Caputo e Walter Eynard »

    Cracco Ristorante in Milano – Milano (MI) – Chef Carlo Cracco

    By ViaggiatoreGourmet | ottobre 7, 2009

    In questi anni il Ristorante Cracco è stato per il sottoscritto, una palestra, una mensa, un punto di riferimento. Difficile in Italia trovare una squadra di talenti così ben assortita, nel trittico Carlo Cracco (Chef), Matteo Baronetto (Sous Chef) , Luca Gardini (Sommelier). Non ho mai nascosto che ci troviamo in casa di uno dei miei tre Chef preferiti di sempre, ed anche nel viaggio di oggi fatto di piatti nuovissimi, ritrovo delle certezze, una mano, un ritmo, che solo in questo grande laboratorio del gusto ed in pochissimi altri si è soliti trovare.

    Archivio Storico Reportage:

    -> Reportage Cracco-Peck del 28 giugno 2006
    -> Reportage del 9 maggio 2007
    -> Reportage del 20 Gennaio 2009
    -> Meeting del 2 dicembre 2009
    -> Meeting del 17 novembre 2010
    -> Meeting del 9 novembre 2011
    -> Reportage del 4 marzo 2013

    Le guide cartacee

    Michelin assegna due prestigiose stelle e quattro forchette e coltello
    Espresso
    assegna 18,5/20
    Gambero Rosso
    assegna 93 – cucina 64 (Last second… nella edizione 2010 -4 punti (89) fuori dal Club Tre Forchette…)
    Touring Club assegna le cinque forchette (ristorante di lusso) e le due medaglie (cucina eccellente)
    Veronelli assegna le tre stelle
    Guida Critica Golosa Massobrio assegna la corona radiosa

    Uno scorcio di una delle suggestive sale.

    Zona Accoglienza (Bar)

    La nostra visita, è stata occasione anche della consegna con foto di rito dei nostri AWARDS 2008, considerato che per impegni di lavoro Matteo e Luca non erano riusciti a partecipare al nostro Galà di Premiazione in quel di Lugano (CH).

    Luca Gardini – Miglior Sommelier 2008 - Scelto da 393 ns. Lettori su 957 votanti complessivi di categoria.

    Matteo Baronetto - Miglior Sous Chef 2008 - Scelto da 495 ns. Lettori su 998 votanti complessivi di categoria.

    Il prossimo Mese Edizione Awards 2009, tante novità e consuete nomination con votazioni online. Stay tuned…

    Mise en place

    Mise table du chef

    Menù

    Come sempre vi riportiamo i menù degustazione e quello alla carta.

    Menù degustazione

    Trippa di baccalà, uova di salmone e coniglio
    Insalata di verza, pane ai fagioli e alici
    Musetto di maiale fondente con scampi e pomodori verdi
    Risotto allo zafferano con midollo alla piastra
    Vitello impanato alla milanese, con cavolfiore
    Selezione di formaggi dal carrello
    Arachidi e cachi
    Nuvola di mascarpone al caffè e torroncino
    Fico d’india fresco e zabaione all’origano

    € 130.00

    Menù degustazione

    Insalata russa caramellata al coriandolo
    Ostrica cotta al sale con cachi, pompelmo e noci
    Cagliata di latte, con ristretto di crostacei
    Filetto di triglia, orchidea al vapore, limone verde e peperone alla senape
    Crema bruciata all’olio di vaniglia, mais e uva
    Spaghetti d’uovo marinato, ricci di mare e caffè
    Corzetti di pasta di semola, funghi e pinoli tostati
    Manzo bollito, anice e verdure al latte
    Oca stufata alle verze
    Ragù di rognone, alici e tartufi di mare
    Castagne bollita e latte
    insalata di frutta autunnale e gelato alle spezie

    € 160.00

    Menù alla carta

    Musetto di maiale fondente con scampi e pomodori verdi 38,00
    Nasello al vapore con patate e olive fresche 38,00
    Tuorlo d uovo marinato con radicchio rape e frutta secca 38,00
    “Marinara” di pesce in foglie con verdure croccanti 38,00
    Gamberi rossi dorati con Castelfranco e crema di capra 46,00
    Timballo di selvaggina con zucca(per due persone) 70,00

    Risotto con olio d’acciughe, limone e cacao 36,00
    Risotto allo zafferano con sugo di coriandolo fresco 36,00
    Cappelletti in brodo di cappone, castagne e ostrica al sale 36,00
    Spaghetti alla curcuma con calamaretti 38,00
    Ravioli di zucca cotti sul rosmarino, con garusoli 36,00

    Rombo chiodato in crosta di cacao,con finocchi farciti (per due persone) 96,00
    Coda di rospo al nero di seppia con broccoli 42,00
    Astice blu allo spiedo, verze brasate al sugo di crostacei 66,00
    Sogliola arrosto, salsa di crostacei, fagioli cannellini e ceci 44,00

    Vitello impanato alla milanese,con cavolfiore 42,00
    Rognone di vitello al forno con ricci di mare e rape bianche 40,00
    Agnello allo spiedo con olive fresche e carciofi 42,00
    Filetto di lepre dorato e glassato con castagne mele cotogne e salsa di melograno 44,00
    Animelle gratinate all’arancio, gruè di cacao, con coste 42,00
    Fassone arrosto, anice stellato con patate croccanti 42,00
    Oca stufata alle verze 42,00

    Selezione di formaggi al carrello 30,00

    Nuvole di mascarpone al caffè e torroncino 28,00
    Crocchette di cioccolato fondente, chinotto e caviale 50,00
    Cremino di cioccolato fondente, finocchio candito, uva, castagne 28,00
    Caco al forno, arachidi, gelato al fior di latte e pinoli tostati, salsa al nocino 28,00
    Cannoli di zucchero, crema al gianduja e birra 28,00
    Insalata di frutta autunnale e gelato alle spezie 28,00

    Carta dei vini [18/20]

    Luca è davvero un attento e bravo selezionatore, spazio all’Italia come non mai, tante chicche, grande attenzione al rapporto qualità/prezzo.  Per il nostro percorso al calice calcolate 90€ .  In genere gli abbinamenti al calice sul degustazione grande spaziano tra 60 e 90 € .
    Abbinamento Vini

    Ricorderete Luca nei percorsi creativi di abbinamento al calice dei degustazione, spaziare tra distillati, birre, thè, vini Francesi anche prestigiosi. In questa ultima “releaseLuca resta in Italia e ci fa scoprire in anteprima tante etichette e produttori del nostro paese meritevoli di grandi considerazioni, anche alla ricerca del miglior rapporto qualità/prezzo.

    Pane [+++++]

    Pane e grissini. Inoltre, sfoglie di riso al nero di seppia, al naturale, alle alghe, al guscio di ghianda e sfoglie di patate al curry, al nero di seppia, al naturale, al prezzemolo, alle patate viola peruviane. Per le prime si fa stracuocere il riso, lo si fa riposare, si estrae l’amido, lo si stende, poi lo si fa essiccare e per ultimo si frigge. Stesso procedimento per le seconde, ma vengono cotte al forno.

    Piattooo!

    Aperitivo; Iniziamo sintonizzando una delle migliori bolle Italiche a Nord-Est

    Prosecco di Valdobbiadene 2007 – Silvano Follador – Biodinamico

    Insalata di alghe e alici marinate [18,5/20]

    Vernaccia di San Gimignano Z 2008 – Mattia Barzaghi

    Stagione anticipata per il tartufo. Provenienza e calibri certificati.

    Passerina Evoé 2008 – Azienda vitivinicola Ciù Ciù (Biologica)

    Un vino sul piatto a venire che esalta ma non va in contrapposizione, gusto minerale iodato dal mare, secco deciso, che ricorda il fieno, la banana matura, la camomilla, finale che ricorda la liquirizia dolce.

    Trippa di baccalà, tonno di coniglio e uova di salmone [19/20]

    Uno dei tre piatti del viaggio, puro “godere” al palato. Geniale il contrasto tra la delicatezza del coniglio e l’uovo di salmone.

    Gewurztraminer Pinus 2007 – Weingut Zimmerhof – Solo 1.100 bottiglie per un vino che sembra un “Alsaziano”

    Insalata calda di verza, garusoli e fagioli [18,5/20]

    Una verza con l’ostia che diventa una sfoglia, fagioli croccanti, la pelle del musetto fatta essiccare e gonfiata con un pan di fagioli.

    Moscato d’Asti Moncucco 2007 – Fontanafredda

    Cagliata di latte vaccino al sugo di crostacei [19,5/20]

    … “Come il cervello di un Gambero”  nella definizione una deriva “Leemaniana

    Tocai Friulano Bianco degli ulivi 2006 – Aldo Polencic

    Gamberi rossi dorati, Castelfranco al vapore e crema di capra [19/20]

    Triglia al vapore, mais e aglio al limone verde [18,5/20]

    Nasello dorato, patate morbide, olive fresche [17,5/20]

    Carjcanti 2006 -  Azienda agricola Gulfi

    Spaghetti d’uovo marinato al caffè, ricci di mare e sedano [18,5/20]

    Schiava riserva Gschleier 2007 – Cantina Girlan

    Cappelletti di carne in brodo, ostrica e castagne [18,5/20]

    Vernaccia di Oristano Antico Gregorio – Azienda agricola Attilio Contini

    Riso allo zafferano, coriandolo fresco, seme di nespola [18,5/20]

    Nerello mascalese Faro 2006 – Faro Palari

    Insalata di funghi porcini, corzetti di pasta, pinoli tostati [18/20]

    Sangiovese Montecucco Grotte Rosse 2005 – Azienda agraria Salustri

    Oca stufata, verdure al latte [18,5/20]

    Franciacorta Docg rosé  2005 – Le Marchesine

    Ragout di rognone, tartufi di mare, indivia [18,5/20]

    Barbaresco Canova 2006 – Azienda agricola Ressia

    Granita alla mela e caffè [+++++]

    Brachetto d’Acqui Trentasei 2007 – Isolabella della Croce

    Caco al forno, gelato ai pinoli, cocco e nocino [17,5/20]

    Recioto di Soave Vigna Marogne 2004 – Tamellini

    Brandy Pieno Grado 1988 – Villa Zarri

    Caffè [+++++]

    Coccole finali [+++++]

    Zabaione all’origano (ricordo anche una gelatina al caffè amaro con Zabaione al Rhum) , orchidee al vapore con semi di finocchio e polvere di liquirizia.

    Note Positive

    Uno dei laboratori creativi tra i più attivi in Italia. Una bella squadra. Una cucina risultanza di lavoro, applicazione, metodo, talento.

    Note Negative (Dettagli)

    Per le tre stellecontinuità , continuità, continuità, dettagli/coccole, tempi/regia/governo. Ma con un fortissimo turnover di personale tra sala e cucina, pur mantenendo i tre pilastri fondamentali ci sta, che inevitabilmente non tutto fila liscio sempre come si vorrebbe e si saprebbe fare. I tempi cambiano… i giovani non sono più disposti a lavorare 15 ore al giorno, fanno questioni sul Sabato e Domenica, una volta potevi tenere in “stage” anche 10 persone in cucina. Oggi proporsi al TOP da disciplinare puro Tre Stelle Michelin finanziariamente sembra davvero appannaggio di pochi…

    Conclusioni

    Tappa imprescindibile per l’appassionato Gourmet, tanto che ci torneremo presto con l’inserimento di una tappa nel nostro Calendario esclusivo di Eventi/Meeting riservato agli Amici Gourmet.

    Viaggiatore Gourmet

    Ristorante Carlo Cracco in Milano
    Via Victor Hugo, 4
    20123 Milano (MI)
    Tel. 02.876774
    Fax. 02.861040
    Chiuso: sabato a pranzo, lunedì a mezzogiorno e domenica
    E-mail: info@ristorantecracco.it
    Sito internet: www.ristorantecracco.it


    Visualizzazione ingrandita della mappa

    Topics: Milano e provincia, Recensioni Lombardia, Reportage Ristoranti | 18 Comments »

    18 Responses to “Cracco Ristorante in Milano – Milano (MI) – Chef Carlo Cracco”

    1. admin Says:
      ottobre 7th, 2009 at 09:07

      Tempi che cambiano… Social network, tendenze… Facebook
      Vi rigiro i commenti recepiti da Facebook… vedo che è più facile per i NOSTRI lettori intervenire su quella piattaforma. Faremo in modo tecnicamente a breve di convididere qui e là i commenti in tempo reale.

      Alex Berry Redpassion
      Mamma mia! Ma ha perso una sacco come bellezza! Dalle foto mi sembra peggiorato di brutto! Porzioni iper iper ridotte e colori bruttissimi! Che peccato!
      Ieri alle 17.40 ·

      Emilia Patruno
      eccellente, come chef e come persona…
      Ieri alle 17.41 ·

      Alex Berry Redpassion
      Ma la cucina la fa tutta la brigata o pensate che basta solo un uno chef eccellente!!!!! Tra l’altro da operatore (Sous chef di una grande struttura Milanese), l’ho conosciuto e assicuro che è arrogante e presuntuoso! Simpatico solo con chi gli va a genio (Pochissimi) e probabilmente con giornalisti “gastro” e clienti! Ovvio!!!!
      Non è polemica!!!! Parlo per fatti vissuti!
      Ieri alle 17.49 ·

      Chiara Giovoni
      a me Carlo Cracco piace un sacco! (e fa anche rima…) e anche io sono simpatica o antipatica a seconda di chi mi va a genio…mica sono Madre Teresa! Mi fa sorridere questa cosa…come se uno solo perchè è uno chef famoso si debba intrattenere con chiunque!
      Ieri alle 17.57 ·

      Claudia Marchese
      i colori sono perfetti, rispecchiano esattamente tutti gli ingredienti di qualita,ma la gente non sa di quanto lavoro e denaro ha bisogno la preparazione
      Ieri alle 18.04 ·

      Claudio Gorgoni
      per me CRACCO non si discute e’ attualmente uno dei migliori chef in italia . per quanto riguarda la cromatica di queste foto be….. ci stiamo avviando all’autunno quindi colori attuali.per quanto riguarda la brigata e’ lo chef che se la sceglie addestra e dirige.una brigata senza un grande chef e come un orchestra senza direttore.
      Ieri alle 18.05 ·

      Ivan Vinci
      Per rispondere al primo post di Alex, credo che i colori seguano la stagionalit… Visualizza altroà, per l’esattezza l’autunno. Il colore cupo, un po’ spento, con qualche tono di rosso qua e la…mi danno questa sensazione. Il cadere delle foglie, i paesaggi autunnali, con le chiome aeree ormai sulla strada della morte, in fase di caduta, quando ancora esiste del verde ma ormai superato dal sempre più presente marrone, un’avanzata senescenza. Per quanto riguarda sia le porzioni sia la personalità dello chef non oso dire nulla. Un plauso per i vini. Comunque una personalissima interpretazione emotiva dovuta alla sola vista dei piatti.
      Ieri alle 18.17 ·

      Luca Piazzi
      I colori sono giusti per il periodo, non capisco solo l’asparago, dalle mie parti (ferrarese) sono di stagione a maggio-giugno. C’è qualche varietà tardiva in questo periodo?
      Ieri alle 18.20 ·

      Alex Berry Redpassion
      Siete fuori strada! Se guardate bene capite, se fate i fans buon divertimento!
      Io faccio la mia critica in base a quello che vedo! ( Magari in 10 anni di alta cucina nessuno mi ha detto che sono daltonico, cosa molto difficile in certe cucine!)
      Tre cose:
      Chiara io non ho nessuna intenzione di intrattenermi con Cracco, lo conosciuto, si è comportato male nei confronti di un mio chef davanti alla sua brigata (tra l’altro era ospite!) .Essere famoso non è uguale ad essere Dio e poter criticare e trattare male i tuoi colleghi cuochi e le cucine di tanti ottimi ristoranti come lui fa spesso!

      Claudia conosco a perfezione costi, qualità e fatica di questo mestiere! Tra l’altro lo faccio anche con passione! Ho lavorato un paio di anni con Paola Budel, cioè scuola Marchesi come Cracco, Berton, Oldani! Forse qualcosa avrò imparato?

      Ivan e Claudio i colori non seguono sempre i colori dell’autunno, se nò il tardivo ve lo serviremmo marrone e non rosso come va servito anche da cotto. Tra l’altro se la brigata non va non va, non sempre si possono avere campioni e a volte lo chef non riesce a formarla come vorrebbe!

      Per il resto Cracco è uno dei Migliori chef di Milano! Non si contesta! Però questo giro non mi sono piaciuti i piatti e lo faccio presente! STOP
      Ieri alle 19.47 ·

      Ivan Vinci
      Assolutamente convinto che le ciambelle non riescano sempre con il proprio buco o sempre con il buco perfetto. Per quanto riguarda l’asparago è vero che sia fuori stagione(aprile, maggio, giugno) ma io concederei anche la…. licenza poetica dal momento che anche tu ammetti che sia uno dei miglioiri chef di MIlano. Comunque la mia osservazione si riferiva solo al colore dei vari piatti da un’analisi non troppo meticolosa delle foto.
      Ieri alle 20.10

      Massimo Sola
      Scusa Alex.
      io credo (e sono comunque l’ultimo a dover parlare viste le mie recenti esperienze e comportamento) che il Signor Cracco vada rispettato per quello che fa tutti i giorni. Alti e bassi capitano nel nostro mestiere, come in tutti i mestieri… Non è certo Dio, e conoscendolo, mai ha voluto farlo credere a nessuno al mondo. Trovo sia … Visualizza altropersona umile e tenace, qualità assai rare nel mio/tuo mondo, rendimene atto!!!
      Forse ha perso le staffe con il tuo Chef e tutta la sua brigata? E dove sta la cosa strana? Secondo me andrebbe piuttosto interpretato un comportamento del genere, non subito additato come cafone e presuntuoso… detto questo rispetto ora e rispetterò sempre le opinioni di tutti (quasi), purchè possano dare adito a chiaccherate “pacate” come questa. CHIAROOOOOO :)
      07 ottobre alle ore 19.11

      Matteo Torretta
      da matteo baronetto e carlo cracco bisogna solo imparare grandissimiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii
      Sab alle 23.08

    2. simone bonin Says:
      ottobre 8th, 2009 at 02:38

      Grande genio della cucina italiana!
      Presentazioni uniche e contrasti sempre più stimolanti.
      Una cucina che non smette mai di stupire.
      Però non esiste qualità che giustifichi tali prezzi…questa è l’unica cosa che sento di dover osservare.

      Cordiali saluti e tutto il mio appoggio al fantastico lavoro che state svolgendo
      Simone

    3. CLARA Says:
      ottobre 11th, 2009 at 19:07

      Una grande conferma !! Ritornare a distanza di mesi e ritrovare l’attenzione per ogni singolo cliente (non solo per chi può permettersi passaggi quasi settimanali) è sicuramente motivo di grande merito anche per un pluristellato.
      Veramente grandi, e Luca Gardini sempre una piacevole compagnia. A presto.

    4. Breaking news – Luca Gardini è il Miglior Sommelier d’Europa W.S.A. 2009! | Viaggiatore Gourmet alias Altissimo Ceto! ;-) Says:
      novembre 16th, 2009 at 00:05

      [...] Gardini, sommelier professionista in forza al Ristorante Cracco di Milano, si è aggiudicato la seconda edizione del concorso europeo della Worldwide Sommelier [...]

    5. Cartoline dal 68esimo Meeting Altissimo Ceto – Cracco Ristorante in Milano – Chef Carlo Cracco | Viaggiatore Gourmet alias Altissimo Ceto! ;-) Says:
      dicembre 9th, 2009 at 09:26

      [...] Milano (MI) – Chef Gaetano Simonato Joia (Alta Cucina Naturale) – Milano (MI) – Chef Pietro Leemann Carlo Cracco Ristorante in Milano (MI) – Milano – Chef Carlo Cracco Ristorante Sadler – Milano (MI) – Chef Claudio Sadler Il Luogo di Aimo e Nadia (MI) – Chef Aimo e [...]

    6. micsea Says:
      febbraio 17th, 2010 at 14:59

      E’ veramente difficile parlare di Carlo Cracco e del suo ristorante. Molto premiato e da parecchi anni in testa sulle principali guide. Io ci sono stato 4 volte e sempre alla ricerca di quella massima soddisfazione ed esaltazione che purtroppo non ho mai provato. Questa la ragione per esserci tornato: sperare di trovare quella ricerca e quella perfezione geniale che viene spesso menzionata nelle guide ma anche dal nostro VG. L’ultima visita in particolare mi ha lasciato abbastanza basito. Già le altre volte non avevo riscontrato un’accoglienza particolarmente calorosa e quel giusto mix di saper accogliere e trattare il cliente con professionalità ma anche con quel formalismo che caratterizza un certo tipo di ristoranti. Pensiamo ad Antonio Santini, piuttosto che alla famiglia Moroni per non dire della Sig.ra Cannavacciuolo… L’accoglienza è solo fredda e non anche professionale. Veniamo fatti accomodare in una delle due sale che ormai risentono del passare degli anni. Minimal / de luxe ma ormai un po’ superate. Le tovaglie grigie (molto belle) fanno a pugni con i colori legno e cuoio delle boiserie e delle sedie e poi… uno strato di polvere sulla pietra nera sotto le abat-jour fa bella mostra di se! Che dire? L’impressione è che manchino certe attenzioni nella gestione dell’arredamento della sala. Stuzzichini e ottimo champagne. Scegliamo uno dei due menu (quello più tradizionale) e con sorpresa attendo invano il sommelier pensando alla degustazione di colui che è stato nominato miglior sommelier d’Italia. Niente di tutto ciò: ci viene proposta una bottiglia a tutto pasto (che poi si rivelerà buona) direttamente dal cameriere (o era il maitre?!). Il famoso Luca Gardini, comparirà a metà cena ma solo per servirci una delle portate, senza qualificarsi e senza neanche spiegare il piatto. Impressione sulla persona e sulla sua professionalità: pessima. In sala manca o comunque non si sente la presenza di un maitre, ruolo che parrebbe essere svolto dal cameriere più anziano (peraltro simpatico e gentile ma non un maitre non un maestro di accoglienza). I grissini sono ottimi, il pane invece niente di speciale. L’ostrica e l’uovo di quaglia fantastici. Mi illudo infatti che questa sarà la volta buona e che uscirò dal ristorante felice e comprendendo i 18,5/20 che Espresso assegna… invece no! Il resto della cena passerà senza lasciare segno: musetto di maiale fondente in buona parte lasciato nel piatto (francamente non capisco questo piatto costituito da un cubo di grasso a lunga cottura, senza particolare sapore ne carattere), a parziale risarcimento ci viene offerta, fuori menu, l’insalata russa caramellata che è bella da vedere ma non emoziona il palato. Risotto alla milanese veramente troppo al dente, cubo di milanese buono ma nulla più… ultimo guizzo gli ottimi dolci in particolare la nuvola di mascarpone. Senza particolare entusiasmo visitiamo, su invito del maitre (?) la cucina e salutiamo Cracco. Poche volte in questo tipo di ristorante ho rimpianto il conto salato come qui. Mi sono anzi sentito un po’ derubato non tanto per il cibo (il concettualismo e la ricerca estrema di Cracco possono non piacere a tutti), quanto per la pessima accoglienza, per il servizio scarso e ancor di più per la parte che avrebbe dovuto riguardare il sommelier che è un binomio inscindibile dallo chef. Inspiegabile. Tuttavia, il locale era vuoto e debbo dire, con tristezza, che anche gli altri due tavoli si sono alzati non troppo sorridenti. Aggiungo che era anche una delle giornate in cui era previsto l’evento della cena a 4 mani con Lo priore, menu che non abbiamo scelto in quanto doveva essere per tutto il tavolo ed i commensali hanno preferito provare il solo Cracco. Se un ristorante di questa fama, in centro a Milano, in settimana alla sera rimane vuoto, a parte qualche frettoloso turista, ci si dovrebbe preoccupare e cambiare subito rotta almeno per quanto riguarda il servizio e il trattare il cliente come si conviene. Chi va da Cracco e dai suoi colleghi si aspetta un momento speciale e ne accetta il prezzo. Non ci tornerò mai più!

    7. Awards di Altissimo Ceto! Edizione 2009 – Ecco i vincitori! – Save the date 28-29 Giugno | Viaggiatore Gourmet alias Altissimo Ceto! ;-) Says:
      marzo 1st, 2010 at 09:59

      [...] Milano (MI) – Chef Gaetano Simonato Joia (Alta Cucina Naturale) – Milano (MI) – Chef Pietro Leemann Carlo Cracco Ristorante in Milano (MI) – Milano – Chef Carlo Cracco Il Luogo di Aimo e Nadia (MI) – Chef Aimo e Nadia Moroni Ristorante Il teatro del Four Seasons [...]

    8. Crocodile Says:
      giugno 3rd, 2010 at 20:19

      Buonasera a tutti!

      confermo quanto detto da Alex, c’ero pure io presente e sinceramente il comportamento del grande chef non è stato “da grande”; tra l’altro ordinava in continuazione bicchieroni (non certo di acqua) ai camerieri come fosse a casa sua e si rivolgeva a tutti in modo arrogante… brutto esempio direi. Per il resto al suo ristorante sono stato una volta sola e mi sono trovato bene, ma non lo metterei nella mia (personalissima) top three…

      Ciao a tutti!

    9. Ristorante Cracco Peck Milano (MI) | Viaggiatore Gourmet alias Altissimo Ceto! ;-) Says:
      giugno 10th, 2010 at 20:20

      [...] Milano (MI) – Chef Gaetano Simonato Joia (Alta Cucina Naturale) – Milano (MI) – Chef Pietro Leemann Carlo Cracco Ristorante in Milano (MI) – Milano – Chef Carlo Cracco Il Luogo di Aimo e Nadia (MI) – Chef Aimo e Nadia Moroni Ristorante del Bulgari Hotel – Milano (MI) [...]

    10. Carlo Cracco Ristorante in Milano (MI) | Viaggiatore Gourmet alias Altissimo Ceto! ;-) Says:
      giugno 10th, 2010 at 20:24

      [...] Milano (MI) – Chef Gaetano Simonato Joia (Alta Cucina Naturale) – Milano (MI) – Chef Pietro Leemann Carlo Cracco Ristorante in Milano (MI) – Milano – Chef Carlo Cracco Il Luogo di Aimo e Nadia (MI) – Chef Aimo e Nadia Moroni Ristorante del Bulgari Hotel – Milano (MI) [...]

    11. Recensione Ristorante Cracco – Milano (MI) – Chef Carlo Cracco e Matteo Baronetto | Viaggiatore Gourmet alias Altissimo Ceto! ;-) Says:
      giugno 10th, 2010 at 20:32

      [...] Milano (MI) – Chef Gaetano Simonato Joia (Alta Cucina Naturale) – Milano (MI) – Chef Pietro Leemann Carlo Cracco Ristorante in Milano (MI) – Milano – Chef Carlo Cracco Il Luogo di Aimo e Nadia (MI) – Chef Aimo e Nadia Moroni Ristorante del Bulgari Hotel – Milano (MI) [...]

    12. Anteprima Cartoline dagli Altissimo Ceto Awards 2010 – 28/29 Giugno Verbania Pallanza (VB) – Lago Maggiore | Viaggiatore Gourmet alias Altissimo Ceto! ;-) Says:
      luglio 1st, 2010 at 09:38

      [...] Milano (MI) – Chef Gaetano Simonato Joia (Alta Cucina Naturale) – Milano (MI) – Chef Pietro Leemann Carlo Cracco Ristorante in Milano (MI) – Milano – Chef Carlo Cracco Il Luogo di Aimo e Nadia (MI) – Chef Aimo e Nadia Moroni Ristorante del Bulgari Hotel – Milano (MI) [...]

    13. Breaking News: Luca Gardini e Ivano Antonini al Mondiale per Sommelier WSA – Repubblica Domenicana 11 – 17 Ottobre | Viaggiatore Gourmet alias Altissimo Ceto! ;-) Says:
      settembre 30th, 2010 at 09:05

      [...] Milano (MI) – Chef Gaetano Simonato Joia (Alta Cucina Naturale) – Milano (MI) – Chef Pietro Leemann Carlo Cracco Ristorante in Milano (MI) – Milano – Chef Carlo Cracco Il Luogo di Aimo e Nadia (MI) – Chef Aimo e Nadia Moroni Ristorante del Bulgari Hotel – Milano (MI) [...]

    14. Breaking News: Serata Esclusiva Ferrari Locanda Margon Anteprima Giulio Riserva 92, 93, 94 con Luca Gardini Campione del Mondo! | Viaggiatore Gourmet alias Altissimo Ceto! ;-) Says:
      novembre 17th, 2010 at 06:49

      [...] Milano (MI) – Chef Gaetano Simonato Joia (Alta Cucina Naturale) – Milano (MI) – Chef Pietro Leemann Carlo Cracco Ristorante in Milano (MI) – Milano – Chef Carlo Cracco Il Luogo di Aimo e Nadia (MI) – Chef Aimo e Nadia Moroni Ristorante del Bulgari Hotel – Milano (MI) [...]

    15. Cartoline Gardini’s Party alla Salumeria Rosticceria Cracco – Victor Hugo 4, Milano | Viaggiatore Gourmet alias Altissimo Ceto! ;-) Says:
      novembre 29th, 2010 at 17:07

      [...] Milano (MI) – Chef Gaetano Simonato Joia (Alta Cucina Naturale) – Milano (MI) – Chef Pietro Leemann Carlo Cracco Ristorante in Milano (MI) – Milano – Chef Carlo Cracco Il Luogo di Aimo e Nadia (MI) – Chef Aimo e Nadia Moroni Ristorante del Bulgari Hotel – Milano (MI) [...]

    16. cristina frascari Says:
      dicembre 15th, 2010 at 10:42

      Mi sono recata da Cracco Sabato sera 18/12/2010 ed è stata una grossa delusione. Premetto che da un po’ di tempo io e mio marito ci regaliamo delle cene nei ristoranti stellati e piano piano li stiamo provando tutti. Cracco è molto pubblicizzato e sicuramente è situato in una bellissima zona di Milano. Già la partenza non è stata buona abbiamo aspettato 40 minuti in saletta(ci hanno servito delle patatine particolari e un bicchiere di vino per scusarsi).Il tavolo che ci hanno assegnato era davvero microscopico(non da 2 stelle michelin) ed i camerieri di sala erano solo 2 ed hanno corso tutta sera (non aiutando i clienti della sala a rilassarsi).Noi abbiamo optato per un menù degustazione che il ristorante denomina “classico” nulla di emozionante, piatti presentati con poca fantasia, abbinamenti poveri e non eccezionali ed alcuni piatti per me non buoni (alcune pietanze non le ho finite).A mio avviso anche il risotto allo zafferano sapeva troppo di parmigiano. Non avendo ancora la capacità di differenziare i ristoranti tendo a metterli a confronto e sicuramente davanti ai Fratelli Alajmo Cracco davvero scompare…..Altro punto a sfavore verso fine serata la stanza è diventata gelida , abbiamo chiesto (non solo noi) di poter alzare la temperatura della stanza e ci è stato detto che la causa era l’uscita dei clienti che aprendo e chiudendo la porta creavano corrente. Ultimo neo non piccolo Cracco non si è neanche presentato fuori dalla Cucina ( se c’era perchè non mi meraviglierei di sapere che stava cucinando qualcun altro..) è la prima volta in vita mia che in ristoranti di questo livello il cuoco non esca a salutare i suoi clienti.

    17. Cartoline dal 46mo Meeting Amici Gourmet al Ristorante La Palta – Borgonovo Val Tidone Fraz. Bilegno (PC) – Chef Isa Mazzocchi | Viaggiatore Gourmet alias Altissimo Ceto! ;-) Says:
      gennaio 20th, 2011 at 10:16

      [...] Milano (MI) – Chef Gaetano Simonato Joia (Alta Cucina Naturale) – Milano (MI) – Chef Pietro Leemann Carlo Cracco Ristorante in Milano (MI) – Milano – Chef Carlo Cracco Il Luogo di Aimo e Nadia (MI) – Chef Aimo e Nadia Moroni Ristorante del Bulgari Hotel – Milano (MI) [...]

    18. Ristorante Blue La Frasca – Milano Marittima (RA) – Patron Enrico Braghittoni, Chef Marco Cavallucci | Viaggiatore Gourmet alias Altissimo Ceto! ;-) Says:
      settembre 5th, 2012 at 11:54

      [...] – Chef Giacomo Gaspari Ristorante Puro e Semplice – Milano – Chef Marcella Pigni Maccia Carlo Cracco Ristorante in Milano (MI) – Milano – Chef Carlo Cracco Il Luogo di Aimo e Nadia (MI) – Chef Aimo e Nadia Moroni Ristorante VUN del Park Hyatt Hotel – [...]

    Comments

    You must be logged in to post a comment.